Dreamfall Chapters: The Longest Journey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dreamfall Chapters: The Longest Journey
Sviluppo Red Thread Games
Blink Studios
Pubblicazione Red Thread Games
Ideazione Ragnar Tørnquist
Data di pubblicazione 21 ottobre 2014 (Book One: Reborn)[1]
Genere Avventura grafica, Azione
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows, Mac OS X, Linux, PlayStation 4, Wii U
Supporto Download, DVD
Periferiche di input Mouse, tastiera, Joypad
Preceduto da Dreamfall: The Longest Journey

Dreamfall Chapters: The Longest Journey (in Norvegese: Drømmefall Kapitler: Den lengste reisen) è un videogioco episodico d'avventura in 3D, basato sull'interazione tra i personaggi, l'esplorazione degli ambienti e la soluzione di enigmi. È il sequel dei giochi di avventura The Longest Journey e Dreamfall: The Longest Journey.

La serie di The Longest Journey è ambientata in due mondi paralleli: Stark, una futura Terra cyberpunk, e Arcadia, dominata da magia e caos. Chapters si svolge nel 2220 CE e continua la storia di Dreamfall, la cui protagonista Zoë Castillo aveva scoperto una cospirazione criminale che mira a schiavizzare sia Stark che Arcadia rubando i sogni dei loro abitanti. Anche se Zoë è riuscita a distruggere i piani dei cospiratori, fu tradita e lasciata per morta alla fine di Dreamfall. Ora, in Chapters, deve trovare il suo vero scopo nella vita. Gli scrittori hanno descritto il tema narrativo del gioco come "capitoli di vita".

Dreamfall Chapters è stato sviluppato da Red Thread Games, uno studio indipendente fondato da Ragnar Tørnquist, che ha scritto e diretto i due precedenti giochi, sotto la licenza della Funcom, i proprietari di The Longest Journey PI. Il suo sviluppo è stato autofinanziato da una campagna Kickstarter che ha racimolato oltre $ 1.5 milioni, con un finanziamento aggiuntivo fornito dal Norwegian Film Institute.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Dreamfall Chapters è sviluppato sul motore di gioco Unity 4,[2] e presenta grandi ambienti esplorabili in 3D, al contrario degli sfondi 2D in The Longest Journey (TLJ) e piccoli ambienti 3D in Dreamfall. Pur non essendo un mondo completamente aperto, il gioco contiene diversi livelli di esplorazione libera, come Europolis e Marcuria,[3] che i giocatori potranno esplorare per trovare segreti.[4] Gli ambienti stessi cambieranno a seconda della stagione, poiché la storia progredisce. I giocatori possono viaggiare rapidamente da un ambiente all'altro.[5]

I giocatori possono controllare tre personaggi giocabili con visuale in terza persona, usando i tasti freccia e il mouse. I personaggi e gli oggetti con cui si può interagire sono evidenziati sullo schermo, permettendo ai giocatori di interagire con essi usando il mouse o il menu contestuale.[6] Mentre il gioco supporta varie periferiche di gioco, esso è ottimizzato per il PC. Il fulcro del gioco è l'esplorazione degli ambienti e della storia[7] e la risoluzione di enigmi.[8] Il dialogo con i vari personaggi e gli enigmi da risolvere comprendono circa la metà del tempo di gioco.[9] L'interfaccia sullo schermo è nascosta per impostazione predefinita per migliorare l'immersione nel gioco.[5] Non ci sono scene di combattimento o di furtività in Dreamfall Chapters.[10]

Anche se il gioco presenta una trama lineare nel suo insieme,[11] i giocatori devono fare diverse scelte durante il gioco che hanno impatto di vasta portata sugli eventi successivi della storia (ma non il finale). Grazie ad una funzione opzionale online viene permesso ai giocatori di scoprire (o prima o dopo aver fatto la scelta), la scelta di altri giocatori online (ed i loro amici online, in particolare), coinvolti nelle loro stesse situazioni.[12] Il gioco mostra inoltre una speciale funzione "The balance has shifted", un'icona utilizzata per avvertire i giocatori di fronte a scelte della trama rilevanti, anche quando si gioca offline.[9] Le ore di gioco per un giocatore medio che impiega per completare Dreamfall Chapters sono almeno 10.[13] Un giornalino presente nel gioco, simile al diario di April Ryan in TLJ, prende nota di tutti gli sviluppi recenti della trama.[5]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

Come nei giochi precedenti della serie, Dreamfall Chapters è ambientato in due mondi paralleli: Stark, una visione dispotica della Terra nel 2220 CE, e Arcadia, il mondo magico e fantastico conttrapposto. L'equilibrio tra i due mondi impedisce agli individui e agli oggetti di viaggiare tra di essi, ma le protagoniste di The Longest Journey e Dreamfall (rispettivamente April Ryan e Zoë Castillo) hanno trovato diversi modi di viaggiare dalla loro nativa Stark fino ad Arcadia e viceversa.

Dopo aver subito i danni del catastrofico Collasso, in The Longest Journey, nel 2209, la società di Stark si stava sgretolando,[14] anche a causa delle miliardi di persone che diventavano dipendenti dalla tecnologia, soprattutto da un macchinario, inventato dalla WatiCorp, che permetteva alle persone di sognare lucidamente. Nel frattempo, ad Arcadia, il dispotico impero Azadi consolida nuovamente il suo potere, mentre la loro torre a Marcuria "continua a raccogliere i sogni".[8]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia inizia circa un anno dopo la conclusione di Dreamfall ed è incentrata su Zoë Castillo, protagonista di Dreamfall che salvò Stark dai cattivi, ma, dopo essere stata tradita, viene lasciata in coma. Mentre il suo corpo rimane in un ospedale con poche probabilità di recupero,[14] la coscienza di Zoë è intrappolata nel regno del "Tempostoria", che è stato brevemente visto nel gioco precedente. Sotto il controllo del giocatore, Zoë imparerà ad usare i suoi poteri emergenti per controllare i sogni e per fuggire dal Tempostoria, viaggiare a Europolis (una megalopoli dispotica che copre la maggior parte dell'Europa centrale e occidentale[3]) e, infine, arrivare ad Arcadia, dove Kian Alvane, un soldato Azadi (un altro dei protagonisti di Dreamfall), attende la sua esecuzione per alto tradimento al Forte del Frate, la prigione di Marcuria.

Chapters comprende un riassunto dei giochi precedenti, per facilitare la comprensione della storia ai nuovi giocatori. Anche se si concluderà ciò che gli sviluppatori chiamano il "Ciclo Dreamer",[9][8] esso non sarà l'ultimo episodio della serie di The Longest Journey.[15]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco presenta tre personaggi giocabili: Zoë Castillo, Kian Alvane[16] (entrambi già giocabili in Dreamfall), e una nuova eroina ancora non rivelata.[17] Il destino di April Ryan, la protagonista di TLJ e la terza co-protagonista di Dreamfall, che è stata apparentemente uccisa nel capitolo precedente, rimane poco chiaro.[8] La sua doppiatrice, Sarah Hamilton, è coinvolta con lo sviluppo del gioco, anche se non si conosce ancora in quale ruolo.[18] La doppiatrice di Zoë, Ellie Conrad-Leigh, ha espresso la sua disponibilità a riprendere il suo ruolo,[19] ma RTG non ha confermato ufficialmente il suo ritorno. L'attore britannico Nicholas Boulton sarà la voce di Kian,[senza fonte] nel precedente capitolo doppiato da Gavin O'Connor.

Ci saranno anche personaggi che abbiamo già incontrato nei due precedenti capitoli come: Corvo, Bob il cieco, Benrime Salmin, Roper Klacks, Abnaxus,[20] il Vagabondo, Brian Westhouse, Emma de Vrijer e Reza Temiz.[8]

Temi[modifica | modifica wikitesto]

Il sottotitolo "Chapters" si riferisce al tema del gioco, che Tørnquist descrive come "capitoli di vita" e "la vita nei capitoli", come la nascita, la vita, la morte.[21] La trama del gioco copre circa un anno della vita dei protagonisti, a partire dalla primavera per finire poi in inverno.[15] La narrazione è suddivisa in tredici capitoli (come i giochi precedenti) e cinque "Book", ognuno focalizzato su una particolare fase della vita, ad esempio, la nascita (o rinascita) nel primo "libro". Originariamente, furono programmati solo tre libri, corrispondenti a estate, autunno e inverno,[5] ma il numero è cresciuto per l'allungamento della storia.[22]

Un altro tema del gioco sono le storie e, in quanto tali, come esse diventino realtà. Nel gioco, il regno del "Tempostoria" è "il luogo in cui inizia ogni storia, e dove i sogni prendono vita",[8] e gli sviluppatori citano la mitologia aborigena australiana come fonte di ispirazione.[23]

La serie The Longest Journey nel suo complesso è radicata in una filosofia predeterministica, che paragona la vita ad un viaggio con una destinazione, in cui una persona può scegliere liberamente il suo corso, ma alla fine arriva in un "luogo predestinato". In Dreamfall Chapters, questa filosofia si esprime nella capacità dei personaggi di riuscire comunque a prendere decisioni diverse che però non hanno alcun effetto sul finale.[24]

La megalopoli di Europolis è presentata come "l'Europa [...] che finalmente paga il prezzo per centinaia di anni di imperialismo, politica reazionaria, spese inutili e industrializzazione". In un'intervista, Ragnar Tørnquist ha detto che "c'è sicuramente un elemento politico in Dreamfall Chapters, come c'era anche in Dreamfall."[3]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Funcom, sviluppatore dell'originale The Longest Journey e Dreamfall, annunciò Dreamfall Chapters il 1º marzo 2007.[25] Tuttavia, mentre la sua trama era scritta già da allora,[26] la produzione del gioco non poteva cominciare fino al 2012 perché tutti i creatori originali di Dreamfall (compreso Tørnquist) erano già al lavoro sulla nuova avventura di Funcom: MMORPG The Secret World.[27]

Pre-produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º novembre 2012, è stato annunciato che era stata fondata la Red Thread Games dallo stesso Tørnquist, così finalmente ha inizio la pre-produzione per Dreamfall Chapters. Ormai la Funcom si era focalizzata su i giochi online, così l'azienda decise di concedere in licenza i diritti di The Longest Journey allo studio di sviluppo di Tørnquist, che avrebbe finanziato e prodotto il gioco in modo indipendente.[28] Anche se Tørnquist non prese con sé molti altri dipendenti della Funcom,[7] la Red Thread Games è composta da molti degli sviluppatori originali della saga,[5] e che hanno avuto già esperienze lavorative con il motore grafico Unity.[14]

Finanziamento[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'annuncio iniziale, il Norwegian Film Fund ha assegnato alla Funcom un premio in denaro, che sarebbe stato utilizzato per finanziare lo sviluppo iniziale di Dreamfall Chapters.[25] Tuttavia, dopo che il progetto è stato messo in attesa, l'aiuto in denaro è stato restituito al NFF.[29] Il Norwegian Film Institute (il successore del NFF) ha fornito una nuova sovvenzione di 1 milione di NOK (ca. 174 mila dollari) ai Red Thread Games per iniziare la pre-produzione di Dreamfall Chapters nel novembre 2012.[30] Il 30 maggio 2013, il Norwegian Film Institute ha assegnato una seconda sovvenzione di 1,5 milioni di NOK (ca. 257 mila dollari) per RTG al fine di sviluppare il gioco,[31] seguita da altri 2 milioni di NOK (ca. 336 mila dollari) l'anno successivo.[32]

Una campagna di autofinanziamento su Kickstarter è iniziata l'8 febbraio 2013, con un obiettivo minimo di 850 mila dollari. Gli sviluppatori hanno stimato il budget necessario per il progetto sia circa $ 1 milione (rispetto al bilancio di 5 milioni di dollari di Dreamfall e circa $ 2-3 milioni di TLJ) e prevede di integrare il denaro riscosso con Kickstarter con ulteriori sovvenzioni e fondi personali. Prima di iniziare la campagna, RTG ha trascorso mesi ad analizzare precedenti campagne Kickstarter di successo, in particolare Pillars of Eternity e Broken Sword 5: La maledizione del serpente, per pianificare meglio il loro progetto.[27] Dreamfall Сhapters ha raggiunto il suo minimo obiettivo di finanziamento, il 16 febbraio, molto più veloce rispetto a quanto gli sviluppatori avessero previsto,[33][34] infine la campagna è terminata il 10 marzo con 1.538,425 mila dollari, oltre il 180% dell'obiettivo iniziale. Inoltre, oltre 34 mila dollari sono stati raccolti tramite PayPal durante la campagna Kickstarter. Red Thread Games ha continuato a raccogliere fondi attraverso PayPal durante lo sviluppo del gioco.

Dopo aver raggiunto il primo obiettivo di finanziamento Kickstarter, diversi altri obiettivi sono stati fissati per incoraggiare ulteriori finanziamenti. Gli obiettivi raggiunti includono: Linux e il supporto per Mac, una trama più estesa, diverse nuove ambientazioni, una colonna sonora migliore, un fumetto interattivo, versioni in lingua francese e tedesca e il commento del regista.[35] L'obiettivo finale, sbloccabile una volta raggiunti 2 milioni dollari , è il The Longest Journey Home, un tradizionale gioco d'avventura punta e clicca 2D con protagonista April Ryan, che avrebbe colmato il divario di tempo di dieci anni tra TLJ e Dreamfall.[36] Se questo obiettivo fosse stato raggiunto, Red Thread Games avrebbe iniziato a lavorare su TLJH subito dopo Chapters,[37] ma, poiché non è stato raggiunto, i piani per il gioco sono stati messi in attesa.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo prototipo giocabile di capitoli Dreamfall era stato prodotto in concomitanza con la campagna Kikctsrater in corso ed è stato usato per registrare filmati in-game per attrarre ulteriori finanziatori. L'adozione di un motore a basso costo, come Unity, ha permesso agli sviluppatori di lavorare molto più velocemente su Chapters che sull'originale Dreamfall, per il quale ci sono voluti sei mesi per produrre un prototipo. Inoltre, RTG ha deciso di ridurre al minimo i costi di sviluppo in-house. Le risorse risparmiate in questo modo sono state invece investite nel contenuto di gioco, quali i livelli, il design dei personaggi e gli effetti speciali.[10] Tra le più grandi sfide affrontate dagli sviluppatori ci sono il sistema di interfaccia grafica e di controllo (al puro punta e clicca è stato implementato anche la giocabilità con Joypad).[9]

RTG ha presentato una sezione del gioco il 22 giugno 2013 al Rezzed expo a Birmingham, presentando il loro concetto di "spazi aperti nel gioco" e l'approccio alle scelte rilevanti nella storia, tra cui la funzione sociale che permette ai giocatori on-line di conoscere le decisioni altrui. Il livello mostrato era una zona di Europolis corrispondente alla moderna Praga.[12] Alla fine di settembre 2013, RTG aveva completato buona parte del gioco, aggiungendo tutte le sue caratteristiche principali in una demo di 20-30 minuti,[16] che è stata mostrata al pubblico al Journeycon, una convention con i fan che si è tenuta a Oslo il 23 novembre 2013. La demo riguardava un unico livello, il Forte del Frate e la fuga di Kian Alvane da esso. Inoltre, al Journeycon, la Red Thread Games ha annunciato che la colonna sonora del gioco è stata composta da Simon Poole, lo stesso compositore di Dreamfall.[38] La fase pre-alpha del gioco è stata raggiunta il 6 dicembre 2013, la fase alfa nell'aprile 2014[39] e la beta (solo per il primo "Libro") nel giugno 2014.[22] Nel marzo 2014 (alla Game Developers Conference[9] e all'EGX Rezzed expo[40]), la RTG ha rivelato un nuovo livello nella versione alpha, mostrando Zoë Castillo nel Tempostoria, proprio all'inizio del gioco.[41] I lavori per la versione beta sono iniziati nel maggio 2014.[42]

Piattaforme disponibili[modifica | modifica wikitesto]

Le piattaforme di destinazione principali sono Microsoft Windows, OS X e Linux,[4] perché gli sviluppatori ritengono che "proprio su queste piattaforme c'è la maggior parte dei fan della saga The Longest Journey".[21] La Nintendo ha mostrato la sua disponibilità alla Red Thread Games, rendendo disponibile il gioco anche per Wii U.[43] Gli sviluppatori ritengono che la piattaforma Wii U sia "secondaria" rispetto alle principali piattaforme di destinazione.[24]

Portare il gioco su dispositivi iOS e Android è stato uno degli obiettivi principali della campagna Kickstarter, ma non è stato raggiunto.[8] Anche piattaforme aggiuntive, come tablet PC e console domestiche, tra cui PlayStation 4, Xbox One, e SteamOS, sono state prese in considerazione.[21] Durante il Gamescom 2014, RTG ha annunciato che la PS4 sarebbe stata la prima console su cui sarebbe uscito il gioco (la versione per PC non è stata influenzata dall'annuncio e sarà ancora la prima piattaforma su cui uscirà Chapters).[44]

Localizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è stato scritto in inglese, ma sarà localizzato anche in norvegese, tedesco, francese[20]. La traduzione in polacco sarà rilasciata dalla CD Projekt in concomitanza con la versione inglese.[45]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Dreamfall Chapters è stato inizialmente annunciato come un videogioco episodico,[25] ma questa idea è stata scartata in favore di un gioco completo quando la pre-produzione è iniziata nel 2012,[21] perché gli sviluppatori hanno ritenuto il formato episodico una rottura tra i capitoli, che avrebbe influenzato negativamente l'intera storia.[24] Tuttavia, di fronte ai crescenti costi di produzione, la RTG ha deciso nel giugno 2014 di tornare al formato episodico, con il primo "libro", sottotitolato Reborn, che uscirà il 21 ottobre 2014[1] e i restanti quattro, più tardi, ma le date ancora non sono state annunciate.[46]

Lista dei Libri/Episodi in Dreamfall Chapters
# Titolo Data di rilascio Contenuti
1 Reborn 21 ottobre 2014[1] Il prologo, i capitoli uno e due ed un interludio[22].
2 TBA TBA TBA

Anche se la distribuzione digitale è il modello di distribuzione predefinito, diverse edizioni limitate in scatola sono state offerte come incentivi ai sostenitori Kickstarter. Queste vanno dalla "Simple Edition" del collezionista alla espansiva "Draic Kin Edition", che contiene una varietà di materiali bonus digitali e fisici.[8][47] Le ricompense saranno inviate ai sostenitori solo dopo il rilascio (digitale) di tutti e cinque i "libri ".[46] Il 17 aprile 2013, Dreamfall Chapters ha eseguito il processo di Steam Greenlight, permettendo così al gioco di essere distribuito attraverso questa piattaforma, al momento del rilascio.[48]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Dreamfall Chapters release date announcement, 30 settembre 2014. URL consultato il 30 settembre 2014.
  2. ^ Red Thread Games, Update #4: New screenshot, shipping update & a suggestion su Kickstarter, 12 febbraio 2013. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  3. ^ a b c Adam Smith, Stark Contrasts: Dreamfall Chapters’ Cyberpunk City su Rock, Paper, Shotgun, 22 febbraio 2013. URL consultato il 23 febbraio 2013.
  4. ^ a b Red Thread Games, Update #11: Mac & Linux versions are GO! New video update! su Kickstarter, 19 febbraio 2013. URL consultato il 19 febbraio 2013.
  5. ^ a b c d e (NO) Audun Rodem, Sniktitt: Drømmefall Kapitler su Gamer.no, 8 febbraio 2013. URL consultato il 9 febbraio 2013.
  6. ^ Red Thread Games, Update #6: 90% funded & first prototype video footage! su Kickstarter, 15 febbraio 2013. URL consultato il 15 febbraio 2013.
  7. ^ a b Adam Smith, Keep The Faith: Dreamfall Chapters Interview, Rock, Paper, Shotgun, 1º novembre 2012. URL consultato il 1º novembre 2012.
  8. ^ a b c d e f g h Red Thread Games, Dreamfall Chapters: The Longest Journey su Kickstarter, 8 febbraio 2013. URL consultato l'8 febbraio 2013.
  9. ^ a b c d e Emily Morganti, GDC 2014 - Dreamfall Chapters preview su Adventure Gamers, 4 aprile 2014. URL consultato il 5 aprile 2014.
  10. ^ a b David Grundström, Interview with Ragnar Tørnquist (Red Thread Games, Dreamfall: Chapters) su Megazine.se, 1º marzo 2013. URL consultato il 1º marzo 2013.
  11. ^ Kevin VanOrd, Dreamfall Chapters: Keeping Faith in the Long Journey Ahead su GameSpot, 8 febbraio 2013. URL consultato il 10 febbraio 2013.
  12. ^ a b Robert Purchese, Red Thread demos Dreamfall Chapters live on stage at Rezzed 2013 su Eurogamer, 22 giugno 2013. URL consultato il 27 giugno 2013.
  13. ^ Katie Williams, Ragnar Tornquist Discusses Dreamfall Chapters, Kickstarter, Storytelling and More su GameSpy, 10 febbraio 2013. URL consultato l'11 febbraio 2013.
  14. ^ a b c Adam Smith, Journey's End: Dreamfall Chapters Interview – Part One su Rock, Paper, Shotgun, 8 febbraio 2013. URL consultato l'8 febbraio 2013.
  15. ^ a b Emily Gera, Dreamfall Chapters first details revealed, will feature three playable characters su Polygon, Vox Media, 14 dicembre 2012. URL consultato il 15 dicembre 2012.
  16. ^ a b Brenna Hillier, Dreamfall Chapters: The Longest Journey demo produces five screenshots su VG247, 30 settembre 2013. URL consultato il 4 ottobre 2013.
  17. ^ Ragnar Tørnquist, Passion for money, Myrshnik, legal issues and the East Village, 8 giugno 2009. URL consultato il 9 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 19 giugno 2009).
  18. ^ Red Thread Games, Update #5: The voice of April Ryan returns! su Kickstarter, 13 febbraio 2013. URL consultato il 13 febbraio 2013.
  19. ^ Marty Mulrooney, In Conversation With Ellie Conrad Leigh (Zoë Castillo, Dreamfall: The Longest Journey) su Alternative Magazine Online, 6 novembre 2012. URL consultato il 1º maggio 2013.
  20. ^ a b Red Thread Games, Update #12: The Loremaster achieved! Additional stretch goals revealed! su Kickstarter, 20 febbraio 2013. URL consultato il 20 febbraio 2013.
  21. ^ a b c d Robert Purchese, Dreamfall Chapters will be a single-player adventure game for PC and Mac, Eurogamer, 9 novembre 2012. URL consultato il 9 novembre 2012.
  22. ^ a b c Red Thread Games, June development update su Kickstarter, 16 giugno 2014. URL consultato il 16 giugno 2014.
  23. ^ Adam Smith, Journey’s End: Dreamfall Chapters Interview Part 2 su Rock, Paper, Shotgun, 11 febbraio 2013. URL consultato l'11 febbraio 2013.
  24. ^ a b c Ravi Sinha, Dreamfall Chapters: The Longest Journey – The Returned, The Dreamers and Next Gen Consoles su GamingBolt.com, 20 marzo 2014. URL consultato il 24 marzo 2014.
  25. ^ a b c Funcom awarded grant from Norwegian Film Fund, Funcom, 1º marzo 2007. URL consultato il 1º marzo 2007 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2007).
  26. ^ Ragnar Tørnquist, Dream a little dream(fall) for me, 27 febbraio 2009. URL consultato il 27 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2009).
  27. ^ a b Ingmar Böke, Dreamfall Chapters – Ragnar Tørnquist su Adventure Gamers, 1º marzo 2013. URL consultato il 1º marzo 2013.
  28. ^ Pre-Production Begins On New Game In The Longest Journey Saga, Funcom, 1º novembre 2012. URL consultato il 1º novembre 2012.
  29. ^ (NO) Lasse Lervik, Vi er noen av de aller beste på spillhistorier, PressFire.no, 21 novembre 2012. URL consultato il 24 novembre 2012.
  30. ^ (NO) Drømmefall Kapitler, Norwegian Film Institute, 1º novembre 2012. URL consultato il 10 novembre 2012.
  31. ^ (NO) Joachim Froholt, Syv millioner til norske spill su Gamer.no, 30 maggio 2013. URL consultato il 30 maggio 2013.
  32. ^ (NO) Jon Cato Lorentzen, Rekordstøtte til norsk spill su Aftenposten, 19 maggio 2014. URL consultato il 29 maggio 2014.
  33. ^ Red Thread Games, We made it! $850K! Dreamfall Chapters is funded! su Kickstarter, 16 febbraio 2013. URL consultato il 16 febbraio 2013.
  34. ^ Jessica Conditt, Dreamfall Chapters: The Longest Journey hits Kickstarter goal ahead of schedule, JoyStiq.com, 17 febbraio 2013. URL consultato il 19 febbraio 2013.
  35. ^ Robert Purchese, Dreamfall Chapters: The Longest Journey Kickstarter Ends in Resounding Success su Eurogamer, 11 marzo 2013. URL consultato l'11 marzo 2013.
  36. ^ Kevin VanOrd, Taking The Longest Journey Home su GameSpot, 1º marzo 2013. URL consultato il 1º marzo 2013.
  37. ^ For pledgers, some information about The Longest Journey Home, Red Thread Games, 2 marzo 2013. URL consultato il 17 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2013).
  38. ^ (NO) Suzanne Berget, Slik var JourneyCon 2013 su Gamereactor Norge, 3 dicembre 2013. URL consultato il 9 dicembre 2013.
  39. ^ Red Thread Games, December development update su Kickstarter, 17 dicembre 2013. URL consultato il 17 dicembre 2013.
  40. ^ Alec Meer, Rezzed '14: Alien, Dreamfall, Volume, DayZ + Much Stuff su Rock, Paper, Shotgun, 25 febbraio 2014. URL consultato il 31 marzo 2014.
  41. ^ Ragnar Tørnquist e Bruusgard, Martin, EGX - EGX Rezzed 2014: Dreamfall Chapters, Twitch.tv, 29 marzo 2014. URL consultato il 31 marzo 2014.
  42. ^ Red Thread Games, Update #48: First hands-on previews! su Kickstarter, 20 maggio 2014. URL consultato il 20 maggio 2014.
  43. ^ Neil Long, Indies on Wii U: why working with Nintendo is easier than you think su Edge Online, 24 luglio 2013. URL consultato il 30 luglio 2013.
  44. ^ Marcus Estrada, Gamescom 2014: Dreamfall Chapters Heading to PS4 su Hardcore Gamer, 12 agosto 2014. URL consultato il 14 agosto 2014.
  45. ^ Dreamfall Chapters to get Polish language version!, Red Thread Games, 5 marzo 2013. URL consultato il 5 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2013).
  46. ^ a b Robert Purchese, Red Thread breaks Dreamfall Chapters into episodes su Eurogamer, 27 giugno 2014. URL consultato il 27 giugno 2014.
  47. ^ Red Thread Games, Update #3: Boxes & surprises su Kickstarter, 12 febbraio 2013. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  48. ^ Alden Kroll, Sixth Set of Titles Greenlit Today, Valve Corporation, 17 aprile 2013. URL consultato il 17 aprile 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi