Don Siegel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior cortometraggio a 2 bobine 1945

Don Siegel, all'anagrafe Donald Siegel (Chicago, 26 ottobre 1912Nipomo, 20 aprile 1991), è stato un regista, montatore e attore statunitense, considerato uno dei maestri del cinema poliziesco e d'azione statunitense[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Chicago, nell'Illinois, il 26 ottobre del 1912 da una famiglia ebraica, Siegel entrò nel mondo del cinema come assistente al montaggio, quindi come montatore. Tra i molti film curò anche il montaggio di Casablanca e di Agguato ai tropici. Lavorò inoltre come regista di seconda unità per una quarantina di film, fino al 1945, quando girò un cortometraggio intitolato Star in the night, moderna parabola sulla nascita di Cristo. Lo stesso anno diresse un altro corto, Hitler lives?. Questi due lavori vinsero l'Oscar 1945 come miglior corto e miglior documentario.

L'anno seguente diresse il suo primo lungometraggio, La morte viene da Scotland Yard. La prima parte della sua carriera è contraddistinta da film carcerari come Rivolta al blocco 11. Nel 1956 Siegel diresse quello che è considerato un classico della fantascienza:[1] L'invasione degli ultracorpi, metafora della Guerra Fredda e del maccartismo.[1] In seguito si specializzò in film d'azione con titoli come Contratto per uccidere, Squadra omicidi, sparate a vista! e soprattutto Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo.

Il regista diresse anche un film gotico come La notte brava del soldato Jonathan, e Fuga da Alcatraz, film carcerario considerato un classico del genere.[1] Siegel ha lavorato cinque volte con Clint Eastwood, che ha dedicato a lui e a Sergio Leone l'Oscar vinto nel 1992 per Gli Spietati.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Aiuto regista[modifica | modifica wikitesto]

Montatore[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Roberto Vaccino, Donald Siegel, Milano, Il Castoro Cinema, 1984.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Roberto Vaccino, Donald Siegel, Milano, Il Castoro Cinema, 1984.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN24816488 · LCCN: (ENn88245204 · ISNI: (EN0000 0001 2124 7641 · GND: (DE119240270 · BNF: (FRcb14415732c (data)