Contratto per uccidere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Contratto per uccidere
Contratto per ucciderе.png
Una scena del film
Titolo originale The Killers
Paese di produzione USA
Anno 1964
Durata 93 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller, noir, poliziesco
Regia Don Siegel
Soggetto Ernest Hemingway (racconto)
Sceneggiatura Gene L. Coon
Produttore Don Siegel
Fotografia Richard L. Rawlings
Montaggio Richard Belding
Musiche John Williams
Scenografia James Redd
Costumi Helen Colvig
Trucco Larry Germain
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Contratto per uccidere (diffuso anche col titolo "Contratto per uccidere" di Ernest Hemingway) è un film action e thriller del 1964, diretto da Don Siegel. Si tratta del secondo adattamento del racconto di Ernest Hemingway "Gli uccisori", dopo I gangsters del 1946, la cui regia fu inizialmente proposta proprio a Siegel, ma in seguito affidata a Robert Siodmak.
La versione di Contratto per uccidere di Don Siegel era destinata a essere il primo film Tv della storia, ma la NBC la giudicò troppo violenta per la messa in onda, e la Universal distribuì invece il film nel circuito cinematografico.
Nel cast del film sono presenti Lee Marvin e Ronald Reagan, qui nella sua ultima interpretazione prima di entrare nel mondo della politica.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Charlie e Lee sono assassini professionisti, eleganti e spietati, a cui è stato assegnato il compito di uccidere l'ex-pilota di auto da corsa Johnny North, che lavora adesso come insegnante in una scuola per ciechi. Sebbene avvisato, invece di fuggire, l'uomo consente ai due di ucciderlo. Trascorso del tempo, Charlie, il più vecchio e navigato dei due, non è convinto di quanto successo. È strano che North non abbia cercato di salvarsi da morte certa; altra cosa strana è che si vocifera che abbia preso parte ad una rapina il cui bottino non è mai stato trovato. Il fatto che l'assassinio di North sia stato commissionato in modo anonimo non fa che accrescere la loro curiosità. Charlie e Lee decidono dunque di far visita alle persone che conoscevano North per scoprire la verità. Queste raccontano, con la tecnica del flashback, la loro parte di storia.

Il primo ad essere trovato e interrogato è il meccanico e miglior amico di North, Earl Sylvester, che ricorda i tempi i cui North era un pilota vincente; narra dell'inizio della sua relazione sentimentale con Sheila Farr, un'affascinante mantenuta, legata al malvivente Jack Browning; ed infine rievoca il pauroso incidente che costrinse North a ritirarsi dalle corse dei professionisti, per un sopraggiunto problema alla vista.

Il secondo ad essere interrogato è Mickey Farmer. Faceva parte del gruppo di partecipanti alla rapina ad un furgone porta-valori, assieme a Jack Browning, l'ideatore del colpo; a George Flemming, Sheila Farr e allo stesso North. Racconta di come Sheila (la natura della cui attrazione per North sembra sincera) riuscì ad arruolare North, finito a bazzicare le squallide corse di provincia, come autista del colpo. Narra poi della meticolosa preparazione del colpo; della crescente gelosia di Browning (per l'evidente sintonia tra la sua donna e North); dell'esecuzione della rapina e, infine, di come finì: North buggerò tutti, colpendo Browning a tradimento e scappando col maloppo.

Il terzo a parlare è lo stesso Jack Browning. Sostiene di non essere lui il mandante dell'omicidio di North; e dà ai due sicari i contatti di Sheila.

Charle e Lee vanno dunque a trovare la ragazza, a sorpresa; la minacciano e lei confessa. North aveva saputo da Sheila che dopo la rapina Browning l'avrebbe ucciso e così i due avevano architettato il contro-colpo: North avrebbe messo Browning fuori combattimento, avrebbe preso i soldi e sarebbe poi scappato con l'amata Sheila. Ma fatto tutto questo, North scopre che Sheila ha fatto il doppio gioco e ha condotto al loro nascondiglio Browning: questi prende i soldi, spara a North (ma non lo colpisce mortalmente) e va via con la ragazza. Tempo dopo, avendo scoperto dove North si era rifugiato, Browning assolda i due sicari per farlo fuori.

Charlie e Lee decidono allora di tornare da Browning per gli ultimi chiarimenti, ma all'uscita dall'albergo di Sheila, Browning stesso spara contro i due sicari con un fucile di precisione e uccide Lee. Charlie, gravemente ferito, raggiunge Browning e Sheila nella loro abitazione e li uccide mentre si preparavano a fuggire coi soldi del colpo. Ma non riesce ad arrivare alla macchina... cadendo senza vita a terra.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema