Djurgårdens Idrottsförening Fotboll

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Djurgårdens IF
Calcio Football pictogram.svg
Djurgårdens IF Logo.png
Järnkaminerna (Fornaci di ferro), Blåränderna (Strisce azzurre), Stockholms Stolthet (L'orgoglio di Stoccolma)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px diagonal HEX-EE1C24 background HEX-FFDD00 HEX-0066B3.svg Blu, rosso, giallo
Inno Sjung för gamla Djurgår'n
Kisa Magnusson, Lars Bagges Orkester
Dati societari
Città Stoccolma
Nazione Svezia Svezia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Sweden.svg SvFF
Campionato Allsvenskan
Fondazione 1891
Presidente Svezia Lars-Erik Sjöberg
Allenatore Svezia Kim Bergstrand
Stadio Tele2 Arena
(30.000 posti)
Sito web www.dif.se
Palmarès
Titoli nazionali 12 Campionati svedesi
Trofei nazionali 5 Coppe di Svezia
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

Il Djurgårdens Idrottsförening Fotboll, meglio noto come Djurgårdens IF o semplicemente Djurgården, è una società calcistica svedese con sede nella città di Stoccolma. Milita nell'Allsvenskan, la massima serie svedese.

Vanta in bacheca 12 campionati svedesi e 5 coppe di Svezia.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La fondazione del club è avvenuta in un café all'indirizzo Alberget 4A il 12 marzo 1891, appena 25 giorni dopo dell'AIK. Per questa ragione il derby tra le due squadre viene chiamato Tvillingderbyt, oltre che per il fatto di essere entrambe originarie del centro di Stoccolma. Tre anni dopo la creazione del primo campo calcistico della città, è stata formata la sezione dedicata al calcio con l'aiuto dell'ex giocatore del GAIS Teodor Andersson.

Il primo riconoscimento ufficiale è arrivato nel 1902 con il secondo posto nella Rosenska Pokalen, coppa che si è disputata dal 1899 al 1903 fino a confluire nello Svenska Mästerskapet (che fino al 1925 assegnava il titolo di campione di Svezia). La vittoria del trofeo fu sfiorata nel 1904, mentre l'anno del primo titolo nazionale fu il 1912, quando il Djurgården pareggiò due finali con l'Örgryte per poi vincere una gara di spareggio. Altri successi arrivarono negli anni seguenti, rispettivamente nel 1915 ancora contro l'Örgryte, nel 1917 contro l'AIK e nel 1920 contro l'IK Sleipner.

Nel 1925 fu istituita la prima Allsvenskan, ma il Djurgården non vi partecipò poiché retrocesso al termine del campionato 1923-1924. nel ventennio dal 1924 al 1944 la squadra giocò solo due campionati nella massima serie, peraltro retrocedendo subito. In tre di quelle stagioni il club scivolò addirittura in terza serie (1929-1932).

Con l'avvento degli anni '50 e '60 il club è ritornato competitivo ai massimi livelli nazionali, aggiungendo 4 scudetti al proprio palmarès (1954–1955, 1959, 1964, 1966). In particolare, il titolo del 1959 è stato accompagnato dal contemporaneo successo della sezione di hockey su ghiaccio.

Negli anni '70 il Djurgården non ha ottenuto risultati significativi, arrivando al massimo al terzo posto in classifica in tre occasioni. Nel 1981 i blu si sono piazzati all'ultimo posto, retrocedendo in seconda serie per ritornare in Allsvenskan solo nel 1986, quando un ulteriore ultimo posto ha avuto come conseguenza una nuova retrocessione.

Il club non si rese protagonista di particolari successi neppure negli anni '90, quando alternò stagioni disputate in Allsvenskan ad altre giocate in seconda serie a causa di tre retrocessioni, complici alcuni problemi economici. Tuttavia, la promozione del 2000 e il secondo posto da neopromossi dell'anno successivo (dietro ai rivali cittadini dell'Hammarby) furono il preludio alla conquista del titolo di campioni di Svezia, ottenuto nel 2002 dopo 36 anni dall'ultima affermazione. Il periodo positivo continuò anche negli anni immediatamente seguenti, con la vittoria degli scudetti 2003 e 2005, rispettivamente il decimo e l'undicesimo titolo nazionale, intervallati dal successo nella Coppa di Svezia 2004.

Dopo la stagione 2007 chiusa al terzo posto, per il Djurgården iniziò un decennio in cui non partecipò mai alle coppe europee, talvolta rischiando anche la retrocessione come al termine dell'Allsvenskan 2009 quando arrivò terzultimo e perse 2-0 lo spareggio salvezza di andata contro l'Assyriska, salvo poi vincere 3-0 ai supplementari la sfida di ritorno e salvarsi.[1]

La squadra tornò a disputare le coppe europee solo grazie al terzo posto giunto nell'Allsvenskan 2017:[2] in aggiunta nel maggio seguente arrivò – nonostante la squadra fosse già qualificata alla successiva Europa League – anche la vittoria della Coppa di Svezia 2017-2018, il primo trofeo ufficiale vinto nell'arco degli ultimi 13 anni.[3] Il cammino del Djurgården nell'Europa League 2018-2019 fu però breve, vista l'eliminazione dopo un turno contro gli ucraini del Mariupol'[4]. Nel 2019 la squadra si aggiudica per la dodicesima volta il titolo svedese, a quattrodici anni dall'ultimo campionato vinto: dopo un’ottima parte centrale di campionato che ha visto il club saldamente in testa alla classifica, le prestazioni altalenanti della parte finale hanno reso possibile la rimonta delle rivali Malmö FF, Hammarby ed AIK che a due giornate dal termine erano tutte appaiate al vertice. Durante l’ultima giornata il Djurgården andò sotto di due reti sul campo dell’ostico IFK Norrköping, quinto in classifica, risultato che fece sprofondare il club al momentaneo terzo posto; il punteggio venne, tuttavia, recuperato e portato sul 2-2 finale grazie alla rete del pareggio da parte del capocannoniere del campionato Mohamed Buya Turay, arrivata al 65º minuto. La classifica finale vide, così, trionfare il Djurgården con 66 punti, uno in più di Malmö ed Hammarby (rispettivamente secondo e terzo) e quattro dall’AIK.

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1911 al 1935, l'impianto che ospitava le gare interne del Djurgården è stato il Tranebergs Idrottsplats, localizzato nell'omonimo distretto di Traneberg. A partire dal 1936 la casa del club è stata l'Olympiastadion, stadio costruito per le Olimpiadi del 1912 che ha cessato di ospitare le partite degli "Järnkaminerna" solo nel 2013. Infatti, dal 21 luglio dello stesso anno, la squadra si è trasferita nella Tele2 Arena, impianto di nuova costruzione situato nel quartiere di Johanneshov. Lo stadio ha una capienza di 30.000 spettatori per le partite di calcio.

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del Djurgårdens IF Fotboll

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 13 agosto 2019.

N. Ruolo Giocatore
3 Svezia D Marcus Danielson (capitano)
4 Svezia D Jacob Une Larsson
5 Svezia D Elliot Käck
6 Svezia C Jesper Karlström
8 Svezia C Kevin Walker
9 Bosnia ed Erzegovina C Haris Radetinac
10 Albania C Astrit Ajdarević
11 Svezia C Jonathan Ring
12 Norvegia P Per Kristian Bråtveit
15 Svezia D Jonathan Augustinsson
16 Norvegia D Aslak Fonn Witry
N. Ruolo Giocatore
17 Svezia C Hampus Finndell
18 Zambia C Edward Chilufya
19 Svezia C Nicklas Bärkroth
20 Svezia A Emir Kujović
21 Svezia D Erik Berg
22 Svezia A Adam Bergmark Wiberg
23 Norvegia C Fredrik Ulvestad
24 Inghilterra C Curtis Edwards
30 Svezia P Tommi Vaiho
77 Sierra Leone A Mohamed Buya Turay

Rose delle stagioni[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1912, 1915, 1917, 1920, 1955, 1959, 1964, 1966, 2002, 2003, 2005, 2019
1990, 2002, 2004, 2005, 2017-2018
1910
1907, 1910, 1913, 1915
2000

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1976

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 1911-1912, 1962, 1967, 2001
Terzo posto: 1913-1914, 1952-1953, 1955-1956, 1957-1958, 1969, 1970, 1973, 1975, 1988, 2007, 2017
Finalista: 1951, 1974-1975, 1988-1989, 2012-2013
Semifinalista: 1997-1998, 2002, 2003, 2018-2019
Finalista: 1908, 1914, 1916
Finalista: 1902
Finalista: 1908, 1911
Semifinalista: 2005-2006

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (SV) Jonson räddade Dif kvar i allsvenskan, aftonbladet.se, 8 novembre 2009.
  2. ^ (SV) TV: Djurgården klart för Europa – Mrabti fixade tredjeplatsen, fotbollskanalen.se, 5 novembre 2017.
  3. ^ (SV) Djurgården vann cupfinalen mot Malmö, aftonbladet.se, 10 maggio 2018.
  4. ^ (SV) Utslagna efter tabbe och förlängingsdrama, expressen.se, 2 agosto 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Torbjörn Andersson, Kung fotboll: den svenska fotbollens kulturhistoria från 1800-talets slut till 1950, 2002, ISBN 91-7139-565-2.
  • Jonas Cederquist, Stockholms fotbollshistoria 1880–2010, 2010, ISBN 978-91-7031-222-9.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio