Idrottsförening Brommapojkarna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
IF Brommapojkarna
Calcio Football pictogram.svg
IF Brommapojkarna Logo.png
BP, Bromma
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Nero e Rosso (Strisce).svg Nero e rosso
Dati societari
Città Stoccolma
Nazione Svezia Svezia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Sweden.svg SvFF
Campionato Superettan
Fondazione 1942
Allenatore Svezia Olof Mellberg
Stadio Grimsta Idrottsplats
(8.000 posti)
Sito web www.brommapojkarna.se
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'Idrottsförening Brommapojkarna, meglio noto come IF Brommapojkarna (letteralmente "I ragazzi di Bromma"), è una società calcistica svedese con sede a Bromma, sobborgo occidentale della città di Stoccolma. Nel 2018 disputa il campionato di Allsvenskan, avendo conquistato la seconda promozione nel giro di due anni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondato nel 1942 nel quartiere di Bromma a Stoccolma, ha sempre militato nelle serie minori, ottenendo nel 2006 la prima promozione nella Allsvenskan, categoria dalla quale retrocesse dopo una sola stagione. La società ha anche partecipato al Campionato svedese di calcio a 5, e come migliore risultato ha ottenuto una finale nella stagione 2006-2007. Dopo alterne vicende, dal 2013 gioca di nuovo nella Allsvenskan, dove arriva tredicesimo.

Ciononostante, nel 2014 viene ammesso per la prima volta nella sua storia alla Europa League, grazie al secondo posto ottenuto dalla Svezia nel premio Fair Play istituito dalla UEFA. Supera nel primo turno preliminare i finlandesi del VPS e nel successivo i nordirlandesi del Crusaders, qualificandosi per il terzo turno nel quale viene sconfitto dal Torino sia all'andata (0-3) sia al ritorno (4-0), terminando, così la sua prima esperienza nelle coppe continentali. In campionato arriva una retrocessione con 5 turni di anticipo, mentre ad ottobre il capitano Pontus Segerström muore per un tumore al cervello[1]. Un'ulteriore retrocessione (la seconda nel giro di due anni) arriverà anche l'anno seguente, con la squadra ultima nel campionato di Superettan 2015. La risalita in seconda serie è stata però immediata.

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Solitamente il club gioca le proprie partite interne al Grimsta IP, che ha una capacità di 8.000 spettatori. Tuttavia, in passato, le partite interne contro le squadre maggiori di Stoccolma si sono disputate presso la più capiente Tele2 Arena visto il maggiore seguito popolare di questi club.

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

aggiornata all'11 agosto 2017

N. Ruolo Giocatore
1 Svezia P Rasmus Emanuelsson
2 Svezia C Christopher Brandeborn
3 Svezia D Kyle Konwea
4 Svezia D Carl Starfelt
5 Svezia C Jacob Ortmark
6 Svezia C Gustav Sandberg Magnusson (capitano)
7 Svezia C Markus Gustafsson
8 Svezia C Jesper Karlström
9 Italia A Luca Gerbino Polo
10 Svezia A Imad Khalili
11 Svezia A Tim Söderström
N. Ruolo Giocatore
14 Svezia D Joel Qviberg
15 Svezia D Johan Falkmar
16 Svezia C Victor Fors
17 Svezia A Viktor Gyökeres
18 Svezia A Marko Nikolić
19 Svezia A Kevin Kabran
20 Serbia P Budimir Janošević
23 Svezia D Erik Figueroa
25 Svezia A Jack Lahne
30 Svezia P Viktor Göranzon

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Svezia, Segerström ucciso da un tumore. A luglio sfidava il Torino..., gazzetta.it. URL consultato il 13 ottobre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio