Crash Bandicoot 4: It's About Time

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crash Bandicoot 4: It's About Time
videogioco
Crash Bandicoot 4 It's About Time logo.png
PiattaformaMicrosoft Windows, Nintendo Switch, PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X
Data di pubblicazionePlayStation 4, Xbox One:
Mondo/non specificato 2 ottobre 2020

Nintendo Switch, PlayStation 5, Xbox Series X:
Mondo/non specificato 12 Marzo 2021
Microsoft Windows:
Mondo/non specificato 2021

GenerePiattaforme
OrigineStati Uniti
SviluppoToys for Bob
PubblicazioneActivision
DesignLou Studdert
SerieCrash Bandicoot
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore (locale)
Periferiche di inputDualShock 4, Gamepad
Motore graficoUnreal Engine
SupportoBlu-ray disc, download
Distribuzione digitalePlayStation Network, Xbox Live
Fascia di etàACB: PG[1] · CEROA · ESRB: E 10+[2] · PEGI: 12, turpiloquio[3] · USK: 6
Preceduto daCrash Team Racing Nitro-Fueled

Crash Bandicoot 4: It's About Time è un videogioco a piattaforme sviluppato da Toys for Bob, con contributi di Beenox e Activision Shangai Studio. È l'ottavo titolo principale della serie, ma il quarto in ordine cronologico, seguito di Crash Bandicoot 3: Warped[4][5].

È stato annunciato ufficialmente il 22 giugno 2020[6] ed è uscito il 2 ottobre 2020 per PlayStation 4 e Xbox One[7].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Anni dopo gli eventi di Crash Bandicoot 3: Warped, il Dr. Neo Cortex, il Dr. Nefarious Tropy e Uka Uka tentano di fuggire dalla prigione temporale in cui sono stati esiliati dopo la distruzione del Tornado risucchia Tempo. L'ennesimo tentativo di fuga fa sì che Uka Uka apra uno strappo nel tessuto spazio-temporale[8], cosa che fa perdere i sensi alla maschera per il troppo sforzo. Cortex e N. Tropy fuggono rapidamente, abbandonando Uka Uka, e scoprono che il varco da loro usato collega il loro universo al resto del multiverso, decidendo quindi di usarlo per conquistare tutte le dimensioni. Per aver successo, la coppia crea un generatore in grado di aprire altre crepe spazio-temporali e chiedono l'aiuto del Dr. N. Gin e del Dr. Nitrus Brio per creare un esercito in previsione dell'interferenza dei loro nemici.

Nel frattempo, a N. Sanity Beach, Aku Aku percepisce lo strappo nel tessuto spazio-temporale, e sveglia quindi Crash per avvisarlo che qualcosa sta accadendo sul picco di N. Sanity dietro la spiaggia. All'arrivo incontra Lani-Loli, che Aku Aku riconosce come una delle Maschere Quantiche: quattro antiche maschere in grado di controllare spazio e tempo e che apparirebbero solo se qualcosa minaccia il multiverso e il suo equilibrio. Crash e la sua dolce sorella Coco accettano quindi di seguire Lani-Loli attraverso il multiverso, in modo da trovare le altre Maschere Quantiche e combattere il caos che Cortex e N. Tropy stanno generando.

Durante il viaggio la coppia incontra una versione alternativa di Tawna, la vecchia ragazza di Crash, mentre allo stesso tempo Dingodile, che si è ritirato per aprire un ristorante, si ritrova coinvolto nella faccenda quando quest'ultimo viene distrutto e lui viene risucchiato in un'altra dimensione da un varco quantico. Crash e Coco trovano quindi altre due Maschere Quantiche, Akano e Kapuna-Wa, sconfiggendo N. Gin e N. Brio. Dopo che Crash ha affrontato e sconfitto Cortex per la quarta volta, il malvagio Dr. N. Tropy lo tradisce e rivela che lui e il suo nuovo partner hanno intenzione di resettare il multiverso cancellando così Cortex, Crash, Coco e le maschere dall'esistenza. Cortex accetta quindi di collaborare con i bandicoot e i tre trovano infine l'ultima Maschera Quantica, Ika-Ika, incontrandosi inoltre con Dingodile e Tawna. A bordo dell’astronave del celebre pilota spaziale N. Oxide scoprono, tramite un video, che N. Tropy si trova lì assieme al suo alleato, ossia una sua stessa versione femminile alternativa proveniente dall'universo di Tawna. Quest’ultima, per non perdere di nuovo i suoi amici (le versioni di Crash e Coco del suo universo sono state eliminate proprio dalla N.Tropy alternativa) li immobilizza e prova fronteggiare i due nemici, perdendo e venendo salvata dall’intervento del resto della squadra.

Insieme, il gruppo riesce a rintracciare e sconfiggere i due N. Tropy e le Maschere Quantiche distruggono il generatore di varchi, sigillando tutte le crepe spazio-temporali.

Tuttavia, l'infido Dr. Cortex tradisce il gruppo e rapisce Kapuna-Wa, usandola per viaggiare indietro nel tempo prima degli eventi di Crash Bandicoot, in modo da avvertire il suo sé del passato ed evitare così la creazione della sua nemesi. Non riuscendo a convincere la sua versione passata né a uccidere Crash, le Maschere Quantiche lo bandiscono, infine, ai confini dell'universo. Poco dopo, Crash distrugge inavvertitamente un generatore, e così facendo impedisce al Cortex Vortex di funzionare sul se stesso del passato, causando un loop temporale stabile. Una volta tornato tutto alla normalità, Dingodile ricostruisce e riapre la sua tavola calda, Cortex si rilassa su una spiaggia ai confini dell'universo, e Crash, Coco, Tawna, Aku Aku e le Maschere Quantiche si trasferiscono tutti a N. Sanity Beach. Dopo un epilogo narrato da Crash che descrive in dettaglio il destino e il luogo in cui si trovano i personaggi del gioco, Cortex viene interrotto dall'improvvisa apparizione del malvagio Uka Uka.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Ritornano elementi tradizionali della serie, tra cui varie trappole e ostacoli da superare, nemici che possono essere sconfitti in determinati modi (come saltando su di essi) e scatole che possono essere aperte per raccogliere oggetti, alcuni dei quali sono checkpoint da dove i giocatori ricominciano a giocare quando il loro personaggio muore. A differenza degli episodi precedenti, i giocatori potranno passare da Crash a Coco in qualsiasi momento durante un livello, entrambi con lo stesso set di mosse e possono utilizzare quattro diverse maschere speciali per superare problemi più complessi. A volte, i giocatori potranno anche controllare il Dr. Neo Cortex, l'antagonista del gioco, al fine di attraversare i livelli, facendo uso di gadget per superare trappole e ostacoli[9].

Modalità moderna e retrò[modifica | modifica wikitesto]

Tra le novità inedite del gioco ci sarà la presenza di due modalità di gioco, una moderna e una retrò. A parlarne è stato il design producer Lou Studdert specificando che nella modalità moderna non saranno presenti le vite, e ogni volta che si morirà il giocatore tornerà ad un checkpoint. I frutti Wumpa diventeranno oggetti collezionabili con cui si potranno sbloccare ricompense a fine livello. Nella modalità retrò, torna la logica dei sistemi di vite e game over come nei primi titoli della saga[10].

Livelli di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco si articola in 38 livelli e 5 battaglie boss. I livelli sono suddivisi in dieci epoche diverse e ogni epoca contiene al suo interno più livelli. In ogni livello compaiono 6 gemme bianche. Ulteriori ricompense comprendono una gemma blu, rossa, verde e gialla da ottenere in specifici livelli completando particolari azioni nel gioco. Sono inoltre presenti 21 livelli flashback (all'interno di altri livelli) che raccontano i fatti accaduti prima di Crash Bandicoot (1996) e della creazione di Crash e Coco a opera del dottor Cortex.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Protagonisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Crash Bandicoot: protagonista del gioco. È un bandicoot mutante di pelo arancione che indossa un paio di jeans e scarpe rosse. È sempre pronto a sventare i piani del Dr. Cortex, suo creatore e nemico giurato.
  • Aku Aku: spirito benigno di uno stregone racchiuso in una maschera tiki. Aiuta Crash durante le sue avventure proteggendolo dagli attacchi nemici o rendendolo momentaneamente invincibile.
  • Coco Bandicoot: sorella minore di Crash. Ha un aspetto giovanile e vanta grandi conoscenze sulla tecnologia e l'informatica. A differenza del fratello sa parlare.
  • Tawna Bandicoot: avvenente femmina di bandicoot. Non è la Tawna comparsa in Crash Bandicoot di cui Crash è innamorato, ma una sua versione proveniente da una dimensione alternativa chiamata "Tawnaverso", di cui lei è la protagonista. Sarà un personaggio giocabile in alcune sezioni, dove sarà dotata di un rampino che può usare sia come arma che come liana per volteggiare e coprire lunghe distanze.
  • Dingodile: mutante ibrido creato dal Dr. Cortex, per metà dingo e metà coccodrillo. Dopo gli eventi di Warped ha deciso di abbandonare la strada del male e aprire un ristorante. Tuttavia, questo viene distrutto e Dingodile viene risucchiato da un portale multidimensionale. Sarà un personaggio giocabile in alcune sezioni, armato con una sorta di aspiratore per foglie con il quale potrà distruggere o trattenere oggetti.

Antagonisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Dr. Neo Cortex: è uno scienziato che aspira alla conquista del mondo.
  • Dr. Nefarious Tropy: scienziato alleato del dottor Cortex; è stato lui a costruire la macchina del Vortice Temporale.
  • Dr. N. Gin: scienziato e aiutante di Cortex.
  • Dr. Nitrus Brio: creatore del raggio Evolvo e assistente di Cortex.

Maschere Quantiche[modifica | modifica wikitesto]

Quattro maschere che aiuteranno Crash e Coco nel corso del gioco. Esse sono[11]:

  • Lani-Loli: maschera dello spazio, in grado di rendere immateriali alcuni oggetti od ostacoli facendone apparire contemporaneamente altri.
  • Akano: maschera della materia oscura, in grado di far ruotare violentemente il personaggio. Può essere utilizzata dopo un salto, facendo librare il personaggio in aria per planare da una piattaforma all'altra, per rompere casse rinforzate o respingere i proiettili nemici. La maschera sostituisce la tecnica del Tornado mortale acquisita in Crash Bandicoot 3: Warped.
  • Kupuna-Wa: maschera del tempo, in grado di rallentare o fermare il tempo.
  • Ika-Ika: maschera della gravità, in grado di manipolare la gravità e permettere ai personaggi di camminare su pareti e soffitti.

Personaggi minori[modifica | modifica wikitesto]

  • Uka Uka: uno spirito malvagio e temuto dall'aspetto di una maschera tiki, nonché fratello minore di Aku Aku e la vera mente dietro i piani di Cortex. Svenuto all'inizio del gioco dopo aver aperto il varco temporale che permetterà a Cortex e N. Tropy di fuggire, ritornerà nel finale dopo che Cortex viene spedito ai confini dell'universo.
  • Polar: cucciolo di orso polare, amico di Crash, presente nei livelli "Orsi a ripetizione" e "Costruzione Ponti". Viene usato da Crash e Coco come cavalcatura.
  • Nitros Oxide: alieno proveniente dal pianeta Gasmoxia, autoproclamatosi come il miglior pilota di kart dell'universo. Nel corso del gioco verrà minacciato da N. Tropy e dalla sua controparte femminile per schierare la sua flotta in difesa del generatore di varchi.
  • Cucciolo di Shnurgle: piccola creatura aliena presente nel livello "Atteggio d'emergenza", anche lui viene diviene una cavalcatura, per Crash e Coco.
  • Ripper Roo: un canguro che indossa un camice di forza, che, nonostante il suo carattere folle, sembra essere particolarmente intelligente. È presente solo nel livello "Anticonformista", dove è possibile vederlo saltellare sul tetto di una casa.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Qui di seguito sono elencati i doppiatori, originali e italiani.

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
Crash Bandicoot Scott Whyte Pino Pirovano (Epilogo)
Aku Aku Greg Eagles Renzo Ferrini
Coco Bandicoot Eden Riegel Martina Tamburello
Tawna Bandicoot Ursula Taherian Cristiana Rossi
Dr. Neo Cortex Lex Lang Silvano Piccardi
Dingodile Fred Tatasciore Andrea De Nisco
Lani-Loli Richard Steven Horvitz Matteo Zanotti
Akano Fred Tatasciore Gianni Gaude
Kupuna-Wa Cherise Boothe Elisabetta Cesone
Ika-Ika Fred Tatasciore & Zeno Robinson Gianni Gaude & Ruggero Andreozzi
Dr. N. Tropy JP Karliak Antonello Governale
Dr. N. Tropy (Femmina) Sarah Tancer Marina Thovez
Dr. N. Gin Corey Burton Oliviero Corbetta
Dr. N. Brio Roger Craig Smith
Nitros Oxide Corey Burton Luca Sandri

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 giugno 2020, varie testate giornalistiche e youtuber hanno ricevuto da Toys for Bob un puzzle da 200 pezzi, che una volta completato raffigurava una misteriosa maschera fluttuante[12]. Il giorno dopo, un sito taiwanese ha pubblicato in anticipo titolo, sinossi e sviluppatore del gioco[13]. Il 22 giugno il gioco è stato presentato ufficialmente con un trailer durante la diretta del Summer Game Fest 2020[6], inoltre durante l'evento è stato confermato che utilizzerà Unreal Engine 4 come motore grafico[14][15]. Pochi giorni dopo è stato rivelato che It's About Time sarà il gioco della serie più grande di sempre, contenendo oltre cento livelli[16].

La sceneggiatura di Crash Bandicoot 4: It's About Time è stata scritta da Mandy Benanav,[17] mentre la colonna sonora del gioco è stata composta da Walter Mair[18][19].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sito ufficiale dell'ACB, su classification.gov.au. URL consultato il 3 ottobre 2020.
  2. ^ (EN) Sito ufficiale dell'ESRB, su esrb.org. URL consultato il 3 ottobre 2020.
  3. ^ (EN) Sito ufficiale PEGI, su pegi.info. URL consultato il 3 ottobre 2020.
  4. ^ Crash Bandicoot 4: It’s About Time, pubblicato un primo teaser | Game Division, su Tom's Hardware. URL consultato il 22 giugno 2020.
  5. ^ Crash Bandicoot 4: It’s About Time, l’anteprima, su Multiplayer.it. URL consultato il 22 giugno 2020.
  6. ^ a b Non solo Crash Bandicoot 4: altre sorprese dalla diretta Summer Game Fest di oggi!, su Everyeye.it. URL consultato il 22 giugno 2020.
  7. ^ Crash Bandicoot 4: It’s About time è stato annunciato, su IlVideogioco.com, 22 giugno 2020. URL consultato il 22 giugno 2020.
  8. ^ Crash Bandicoot 4: It’s About Time arriverà su PS4 il 2 ottobre, su Il Blog Italiano di PlayStation, 22 giugno 2020. URL consultato il 23 giugno 2020.
  9. ^ (EN) Wesley Yin-Poole, Crash Bandicoot 4: It's About Time officially announced with debut trailer, su Eurogamer, 22 giugno 2020. URL consultato il 24 giugno 2020.
  10. ^ Alessandro Zangrandi, Crash Bandicoot 4 It's About Time avrà due modalità di gioco, Moderna e Retro, su GamingTalker, 23 giugno 2020. URL consultato il 24 giugno 2020.
  11. ^ Antonio Izzo, Crash Bandicoot 4 It's About Time: svelata la quinta maschera, 'Akano, in Everyeye.it, 12 settembre 2020. URL consultato il 25 settembre 2020.
  12. ^ Crash Bandicoot: youtubers ricevono un misterioso puzzle, reveal imminente?, su DrCommodore, 18 giugno 2020. URL consultato il 22 giugno 2020.
  13. ^ (EN) Crash Bandicoot 4: It’s About Time is coming October 2, su VentureBeat, 22 giugno 2020. URL consultato il 22 giugno 2020.
  14. ^ (EN) Kristen Zitani, Official PlayStation Podcast Episode 373: Crash and the Boys, su PlayStation.Blog, 31 luglio 2020. URL consultato il 1º ottobre 2020.
  15. ^ (EN) 'Crash Bandicoot 4' will be revealed tomorrow at 11AM ET, su Engadget. URL consultato il 1º ottobre 2020.
  16. ^ Crash Bandicoot 4: sarà il gioco più grande e innovativo della serie, su Tom's Hardware. URL consultato il 28 giugno 2020.
  17. ^ Mandy Benanav, So uh, you might have figured this out by now but... I'm writing the new Crash Bandicoot., su Twitter, 22 giugno 2020. URL consultato il 1º ottobre 2020.
  18. ^ (EN) Eirik Hyldbakk Furu, The Good and Bad After Playing Crash Bandicoot 4, su Gamereactor UK, 24 luglio 2020. URL consultato il 1º ottobre 2020.
  19. ^ (EN) oriXone, Crash Bandicoot 4: It’s About Time reveals the identity of its composer, su iGamesNews, 26 luglio 2020. URL consultato il 1º ottobre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]