Chiesa di Sant'Anna (Polistena)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di Sant'Anna
Chiesa di Sant'Anna (Polistena).jpg
La Chiesa di Sant'Anna è alla sommità della scalinata in questa cartolina degli anni trenta
Stato Italia Italia
Regione Calabria Calabria
Località Polistena
Religione Cattolica
Diocesi Diocesi di Oppido Mamertina-Palmi

La chiesa di Sant'Anna[1] è la più antica chiesa di Polistena, in provincia di Reggio Calabria.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Sant'Anna.

È possibile che in origine vi fosse una grotta basiliana, sulla quale successivamente è stata edificata una cappella[2], che, se legata alla chiesa della Santissima Trinità, sembrerebbe essere citata nel resoconto della visita pastorale del vescovo di Mileto, Marco Antonio Del Tufo, avvenuta nel 1586.[3].

Caduta in disuso, il marchese Giovanni Domenico Milano ne finanziò il restauro; fu intitolata a sant'Anna con la cerimonia d'inaugurazione nel 1728[4]. Quando cinquantacinque anni dopo Polistena fu colpita da un tremendo terremoto, la chiesa resistette[5]. Il paese era però distrutto e vi si contarono 2.000 morti. L'attività religiosa nella chiesa si ridusse per molti anni alla sola celebrazione della festa della santa, a luglio. Nell'archivio dell'Arciconfraternita della Santissima Trinita di Polistena è registrata una cerimonia di nuova benedizione della chiesa, e conseguente riapertura, avvenuta il 24 dicembre 1810[6].

La chiesa, come altri edifici religiosi di Polistena, fu utilizzata come luogo di sepoltura fino al 1877.

Nel biennio 1908-1909, la chiesa fu nuovamente oggetto di interventi di recupero, finanziati dal commerciante di agrumi Ignazio Martino, e su disegni del Prof. Francesco Morani fu realizzato l'altare in marmo nel 1962 in segno di devozione verso la santa. La famiglia Martino ha in seguito proseguito la sua opera devozionale e facendosi carico dei lavori urgenti di consolidamento nel 1990.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.polistenaonline.it/pubblicazioni.htm.
  2. ^ Giovanni Russo, Polistena la chiesa di S. Anna.
  3. ^ Archivio storico diocesano Mileto, visita pastoriale, v.4°,f.854.
  4. ^ Archivio di Stato - Napoli, archivio Riario Sforza- Milano, B. 12, n 71, inc. 56.
  5. ^ Domenico Valesise, Polistena, Napoli 1863, p.51.
  6. ^ Archivio dell'Arciconfraternita della Santissima Trinità di Polistena, libro dell'apertura Santissima Trinità città di Polistena, p.79.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Russo, Chiesa di Sant'Anna, Polistena febbraio 1996