Giacomo Cacciatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giacomo Cacciatore (Polistena, 26 novembre 1967) è uno scrittore e saggista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in provincia di Reggio Calabria, vive da sempre a Palermo. Laureato in Lingue e Letterature straniere, ha collaborato per anni come narratore con l'edizione siciliana de La Repubblica.

I suoi racconti, oltre che su varie riviste, fra le quali Segno e Diario, sono stati pubblicati in due raccolte (Nostra signora dei sospiri e Palermo amore e coltelli) e in alcune antologie, tra cui Portes d'Italie (Flevue Noir, 2001), 14 colpi al cuore (Arnoldo Mondadori Editore, 2002), Duri a morire (Dario Flaccovio, 2003) Fotofinish (Edizioni Ambiente, 2007/Einaudi, 2011) coautori Gery Palazzotto e Valentina Gebbia.

Con il saggio Il terrorista dei generi - Tutto il cinema di Lucio Fulci (editore Un mondo a parte, 2004) scritto insieme a Paolo Albiero, ha vinto il Premio Efebo d'Oro speciale 2005 per il miglior libro di cinema. Il suo romanzo d'esordio, L'uomo di spalle (Dario Flaccovio, 2005) – una storia edipica che al tema del rapporto tra madre e figlio unisce un omaggio-oltraggio ai vari generi letterari e cinematografici amati dall'autore – è uscito anche in Francia per i tipi della casa editrice Payot & Rivages ("L'homme de dos", traduzione di Françoise Brun).

Del 2007 è il suo secondo romanzo, Figlio di Vetro (Einaudi), una storia di "formazione" che racconta il conflitto tra un padre e un figlio sullo sfondo della Palermo degli anni settanta e delle guerre di mafia. Figlio di Vetro, finalista ai premi Domenico Rea, Città di Siderno, Alziator e Corrado Alvaro 2007, è stato pubblicato anche in Germania dall'editore Rowohlt (Der Sohn, traduzione di Judith Schwaab), in Francia da Liana Levi (Parle plus bas, traduzione di Françoise Brun) e in Spagna da 451editores (traduzione di Patricia Orts). Del 2008 è la partecipazione di Cacciatore al secondo volume dell'antologia Anime nere (Oscar Mondadori, a cura di Alan D. Altieri) intitolata Anime nere reloaded. Segue, nel 2009, la regia della docufiction "Il mago dei soldi" (Novantacento), scritto e sceneggiato con Raffaella Catalano e Gery Palazzotto. Sempre nel 2009 Giacomo Cacciatore partecipa all'antologia "Bad Prisma" (Arnoldo Mondadori Editore, collana Epix). Nel giugno del 2010 esce "Salina. La sabbia che resta" (Dario Flaccovio), romanzo scritto a sei mani con Raffaella Catalano e Gery Palazzotto, mentre il 2012 vede l'uscita di "La città incredibile" (editore Novantacento), antologia di dieci anni di suoi racconti per riviste e giornali. Dell'ottobre del 2014 è la pubblicazione del suo romanzo "La differenza", edito da Meridiano Zero. Tratta da quest'ultimo, è andata in scena, al teatro Biondo di Palermo, l'omonima riduzione teatrale diretta dallo stesso Cacciatore. Nel 2015 è uscita la seconda edizione, riveduta e ampliata, de "Il terrorista dei generi" (Edizioni Leima, Palermo). Sempre nel 2015 esce il romanzo "Se tornasse Natale" edito da Baldini&Castoldi. Nel 2016 è la volta del film "Il bambino di Vetro", diretto da Federico Cruciani e liberamente tratto da "Figlio di Vetro", che vede Cacciatore tra gli sceneggiatori. La pellicola è in concorso per il premio David di Donatello edizione 2017. In uscita a ottobre 2017 la sua prima "non fiction novel": "Uno sbirro non lo salva nessuno" (Dario Flaccovio Editore), basata su un celebre fatto di cronaca realmente accaduto a Palermo negli anni ottanta e su relativi documenti processuali. Una curiosità: Cacciatore è accreditato dal dizionario Treccani come l'inventore del neologismo "Camillerismo"

Opere letterarie[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • L'uomo di spalle, romanzo, Dario Flaccovio, Palermo 2005.
  • Figlio di vetro, romanzo, Einaudi, Torino 2007.
  • Salina. La sabbia che resta, con Raffaella Catalano e Gery Palazzotto, romanzo, Dario Flaccovio, Palermo 2010.
  • La differenza, romanzo, Meridiano Zero, Bologna 2014.
  • Se tornasse Natale, romanzo, Baldini & Castoldi, Milano 2015.
  • Uno sbirro non lo salva nessuno, Dario Flaccovio, Palermo 2017.

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Palermo, amore e coltelli. Storie minime, racconti, Ila-Palma, Palermo/San Paolo 2002.
  • L'abbaglio in 14 colpi al cuore, racconto, Mondadori, Milano 2002.
  • Tagliata per la grande città in Anime nere reloaded, racconto, Mondadori, Milano 2008.
  • Fotofinish, con Gery Palazzotto e Valentina Gebbia, racconti, Verdenero/Edizioni Ambiente, Milano 2007; Einaudi, Torino 2011.
  • Il tratto nero in Bad Prisma, racconto, Mondadori, Milano 2009
  • La città incredibile. Racconti tra il vero e il probabile, racconti, Novantacento, Palermo 2012.

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016, Il bambino di vetro, tratto da Figlio di vetro, diretto da Federico Cruciani, sceneggiato da Giacomo Cacciatore e Federico Cruciani.

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annuario dei giornalisti italiani 2012, Ordine dei Giornalisti, 2012, p. 653.
  • Catalogo dei viventi. Italiani notevoli, Marsilio, Venezia 2005.
Controllo di autoritàVIAF: (EN12617151 · ISNI: (EN0000 0001 2121 1411 · SBN: IT\ICCU\LO1V\274909 · BNF: (FRcb155406157 (data)