Dario Laruffa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Dario Laruffa (Polistena, 10 febbraio 1956) è un giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Polistena, in provincia di Reggio Calabria, padre calabrese, madre lombarda, una vita a Roma. Laurea in Sociologia, con tesi in Economia politica. Ha cominciato a fare il giornalista nel 1976, in una radio libera. Poi è stata la volta della stampata e, nel 1980, il concorso vinto per entrare in Rai.

Assunto al Gr1 dal 1982, redazione economica. Inviato speciale dal 1988, poi anche radio-telecronista e giornalista parlamentare. Al Tg2 dal 1994. Conduttore del Tg2 dal 1995 al 2017: prima dell’edizione della Notte, poi delle 13 e, dal 2003 al 2017, delle 20.30, in prima serata.

Dal 1991-1992 insegna Giornalismo radiofonico (prima) e Giornalismo economico (poi) alla Luiss di Roma e dal 2001-2002 Giornalismo economico alla Scuola di Perugia , entrambe Scuole ufficiali dell’Ordine dei giornalisti.

A partire dal G7 di Venezia (1987) ha seguito negli anni i maggiori eventi e vertici di politica economica interna e internazionale, con frequenti utilizzi per la politica italiana ed estera.

Ha coperto la prima guerra del Golfo (1991) da Londra per il Gr1; l’attacco alle torri gemelle (2001) da Londra per il Tg2; la seconda guerra del Golfo (2003) per cinque mesi da New York. Ha condotto decine di speciali ed edizioni straordinarie del Tg2.

Ha lavorato con spazi autogestiti di approfondimento nella trasmissione di intrattenimento "Mattina in famiglia" da lui condotta negli anni 2004-2005.

Ha realizzato documentari di narrazione di realtà estere: Vietnam, Cina, Albania, Svizzera, Est Europa, West Coast Usa.

Dal giugno 2000, nomina del Presidente Ciampi, è Ufficiale della Repubblica per il lavoro svolto seguendo i fatti che hanno portato all’Euro, a partire da Maastricht.

Dal dicembre del 2013 è Commendatore della repubblica, nomina del Presidente Napolitano.

Il 12 luglio 2017 viene nominato nell'Ufficio di corrispondenza Rai per gli Stati Uniti nella sede di New York.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Domenica 13 agosto 2017 il giornalista Dario Laruffa, al termine della sua ultima conduzione del Tg2, si è congedato dai telespettatori con un caloroso e affettuoso saluto.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Saint Vincent per il giornalismo televisivo con un Tg2 Dossier sulla Russia; 2007
  • Premio Lucini dell'Ordine dei giornalisti; 1984
  • Premio Personalità Europea, Comune di Roma; 2002
  • Premio Uomo dell'anno, settore informazione, Associazione laureati Bocconi; 2007
  • Ambasciatoe dello Sport nella lotta al diabete, Changing Diabetes; 2007
  • Premio Letterario città di Palmi; 2012

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— 5 aprile 2000. Di iniziativa del Presidente della Repubblica[1].

Il 27 dicembre 2013 il presidente Giorgio Napolitano ha conferito l'onorificenza di Commendatore su proposta del Presidente del Consiglio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Laruffa Dott. Dario Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana, su Quirinale.it. URL consultato l'11 novembre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]