Castel Valer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castel Valer
Tassullo - castello - 01.JPG
Castel Valer tra le mele a Tassullo
Ubicazione
Stato attualeItalia Italia
RegioneTrentino-Alto Adige
CittàTassullo
Coordinate46°19′49″N 11°02′50″E / 46.330278°N 11.047222°E46.330278; 11.047222Coordinate: 46°19′49″N 11°02′50″E / 46.330278°N 11.047222°E46.330278; 11.047222
Mappa di localizzazione: Trentino-Alto Adige
Castel Valer
Informazioni generali
TipoCastello
Altezzamax 40 m
Inizio costruzioneXIII secolo
Primo proprietarioConti di Appiano
Condizione attualeRestaurato
Proprietario attualeConte Ulrich Spaur
Visitabilesi
Sito webvisitcastelvaler.it
Informazioni militari
Funzione strategicaUn tempo difesa
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Castel Valer è un castello medioevale che si trova a Tassullo in Trentino.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Fu fondato nel 1211 dai Conti di Appiano, quando questi vivevano e regnavano in Val di Cembra. In seguito passò ai conti di Tirolo e ai Coredo (detti anche conti Concini). Nel 1368 divenne di proprietà degli Sporo (o Spaur) i cui discendenti tuttora lo abitano.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni e Battista Baschenis - 1474 - Natività - Castel Valer - Cappella di S.Valerio

Il castello si sviluppa attorno al mastio ottagonale che con i suoi 40 m è considerata la torre più alta della provincia di Trento. Fu costruito utilizzando pietre di granito assenti in val di Non, ma trasportati attraverso il Passo del Tonale dal Gruppo dell'Adamello.

Il castello è abbastanza grande contando più di 100 stanze, alcune delle quali riccamente decorate come la Sala degli Stemmi o le Sale Madruzziane. Gli edifici che le contengono vengono usualmente suddivisi in due gruppi:

  • il Castel di Sotto che è il nucleo più antico
  • il Castel di Sopra formato da edifici che risalgono al XV secolo.

Nella cappella del maniero, dedicata a San Valerio (da cui forse il nome), si trova un ciclo di affreschi dei pittori bergamaschi Giovanni e Battista Baschenis, del XV secolo.

Il castello è di proprietà privata. Dal 2017 è visitabile. Queste le indicazioni per la visita date dai proprietari all'interno del sito istituzionale:

  • L’accesso ai cani non è consentito.
  • È consentito fotografare esclusivamente all’esterno del castello.
  • Durante la visita e nelle singole stanze chiediamo gentilmente di non scattare fotografie.
  • Essendo il castello una residenza privata non è soggetto agli obblighi di legge riguardanti le barriere architettoniche.
  • Consigliamo ai gentili visitatori di dotarsi di calzature comode e un abbigliamento adatto per visitare la cappella privata tutt'ora consacrata.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gorfer A., Guida dei castelli del Trentino, Trento, 1972.
  • Tabarelli G. M. e Conti F., Castelli del Trentino, Novara, 1981.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN235698128