Castel Spine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castel Spine
Ubicazione
Stato attualeItalia Italia
RegioneTrentino-Alto Adige
CittàComano Terme
Coordinate46°00′40.75″N 10°52′31.79″E / 46.011319°N 10.875497°E46.011319; 10.875497Coordinate: 46°00′40.75″N 10°52′31.79″E / 46.011319°N 10.875497°E46.011319; 10.875497
Mappa di localizzazione: Trentino-Alto Adige
Castel Spine
Informazioni generali
TipoCastello
Inizio costruzioneXII secolo
Condizione attualePrivato
VisitabileNo
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Castel Spine è un castello medievale che si trova nel comune di Comano Terme in Provincia di Trento.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il castello fu edificato dalla Magnifica Comunità Lomasina alla fine del XII secolo come rifugio per la popolazione nel caso di guerre. Originariamente era chiamato Comendone.

Nel 1205 passò ai signori d'Arco, diventando ben presto uno dei fulcri delle lotte contro la famiglia rivale dei Campo per il controllo economico e politico delle Giudicarie.

Nel 1348 fu distrutto insieme a Castel Restor su ordine di Ludovico V di Baviera, conte del Tirolo, e solo nel 1404 per intercessione del principe vescovo di Trento, Giorgio di Liechtenstein, fu permesso ai d'Arco di ricostruirlo.

Dopo quasi 400 anni di scontri, la situazione nella zona si stabilizzò e il castello perse la sua importanza militare. Nel XVI secolo fu trasformato in una residenza di caccia, per poi essere col tempo sempre più abbandonato e abitato solamente da contadini.

Nel 1772 vi nacque Bernardino Dalponte uno dei protagonisti dell'Insorgenza tirolese tra il 1796 e il 1810.

Nel 1933 un grave incendio portò quasi alla sua completa distruzione, solo gli edifici meridionali si salvarono mentre le altre ali crollarono e non furono più ricostruite.

Nel 1954 ci furono ulteriori crolli e nel 2012 il castello fu danneggiato dal terremoto dell'Emilia.[1]

Oggi solo parte del castello è abitabile mentre il resto è ridotto a ruderi, anche se imponenti. Essendo un'abitazione privata non è aperto al pubblico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Castel Spine terremotato, aiuti per i danni, in Trentino, 11 settembre 2012. URL consultato il 4 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2014).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gorfer A., Guida dei castelli del Trentino, Trento, 1972.
  • Tabarelli G. M. e Conti F., Castelli del Trentino, Novara, 1981.