Baron Davis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Baron Davis
Baron Davis March 2012.jpg
Davis in riscaldamento con l'uniforme dei New York Knicks
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 191 cm
Peso 98 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Playmaker
Termine carriera 2016
Carriera
Giovanili
1993-1997Crossroads High School
1997-1999UCLA Bruins
Squadre di club
1999-2002Charlotte Hornets246 (3101)
2002-2005N.O. Hornets135 (2728)
2005-2008G.S. Warriors227 (4567)
2008-2011L.A. Clippers183 (2665)
2011Cleveland Cavaliers15 (208)
2011-2012N.Y. Knicks29 (178)
2016Delaware 87ers6 (77)
Nazionale
2001-2002Stati Uniti Stati Uniti9
Palmarès
Fictional Logo for Goodwill Games.svg Goodwill Games
Oro Brisbane 2001
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Baron Walter Louis Davis (Compton, 13 aprile 1979) è un ex cestista statunitense, professionista nella NBA.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Baron iniziò a giocare a basket all'età di tre anni. Più tardi divenne una star della squadra della sua scuola, Crossroads High School prima e University of California, Los Angeles poi.

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Charlotte/New Orleans Hornets[modifica | modifica wikitesto]

Baron venne selezionato dagli Charlotte Hornets come numero 3a scelta assoluta del draft NBA 1999. Debutta in una partita vinta per 100-86 contro gli Orlando Magic, in cui segnò 9 punti, accompagnati da 5 rimbalzi, 2 assist e 2 palle rubate. Giocò prevalentemente da riserva e la sua squadra raggiunse i play-off, in cui fu eliminata nel primo turno dai Philadelphia 76ers.

Nelle due stagioni seguenti, giocò tutte le 82 partite stagionali; in entrambe le stagioni la squadra raggiunse i play-off, venendo, però, eliminata in ambedue i casi al secondo turno. Nel 2002 fu inoltre selezionato per l'All-Star Game per sostituire l'infortunato Vince Carter. Viene inoltre selezionato per partecipare ai mondiali con la nazionale statunitense.[1] Le due annate successive lo videro invece spesso soggetto ad infortuni, riuscendo a giocare soltanto 50 partite nella prima e 67 nella seconda. Durante la stagione 2004-2005, dopo aver giocato 18 partite, fu ceduto ai Golden State Warriors.

Golden State Warriors[modifica | modifica wikitesto]

Baron Davis ai Golden State Warriors.

Il 24 febbraio 2005, Baron Davis venne ceduto dagli Hornets ai Warriors, in cambio di Speedy Claxton e Dale Davis, dopo alcune tensioni con lo staff degli Hornets (nel frattempo trasferitisi a New Orleans) ed alcuni fastidosi infortuni. Golden State riuscì ad avere uno dei migliori backcourt dell'NBA, con Baron e la guardia tiratrice Jason Richardson.

I Warriors, soprattutto grazie alle ottime prestazioni di Baron Davis, nel 2007 sono riusciti a qualificarsi per i play-off e ad eliminare, al primo turno, incredibilmente i Dallas Mavericks di Dirk Nowitzki, dominatori assoluti della regular season; Golden State però cede 4-1 al turno successivo agli Utah Jazz di Deron Williams e Carlos Boozer.

Los Angeles Clippers[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio 2008 firma un contratto di 5 anni con i Los Angeles Clippers prendendo a stagione 13 milioni di dollari.[2] A parte qualche infortunio riesce a giocare 65 partite di cui da titolare 60, facendo registrare un leggero calo di circa 2 punti a partita. Il 20 novembre 2009 alle fine di una partita casalinga contro i Denver Nuggets, Baron ha raggiunto e superato i 5.000 assist in carriera. Il 22 novembre, ha segnato 30 punti e messo a segno 10 assist in una partita contro i New Jersey Nets.[3]

Cleveland Cavaliers[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 febbraio 2011 Davis passa con una prima scelta non protetta del draft 2011 dai Los Angeles Clippers ai Cleveland Cavaliers per Jamario Moon e Mo Williams. Davis al suo debutto con i Cavaliers segna 18 punti, prende 4 rimbalzi e fa 5 assist in una gara contro i New York Knicks.[4]

Nonostante l'arrivo a Cleveland nel momento più nero per i Cavaliers, i quali avevano infatti il peggior record della NBA (e una imbarazzante serie, anch'essa record, di 23 sconfitte consecutive), Davis ha aiutato i Cavaliers a chiudere la stagione con diverse vittorie importanti,[5] tra cui un 102 - 90 nella vittoria contro i "big three" dei Miami Heat formati da: LeBron James (ex dei Cavaliers), Dwyane Wade e Chris Bosh,[6] assicurando così che Cleveland non avesse il peggior record alla fine della stagione.

Il 15 dicembre 2011 viene però tagliato, diventando free agent.

New York Knicks[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 dicembre 2011 firma per i New York Knicks. Al momento della firma, Davis ha avuto un'ernia al disco alla schiena che lo tiene fuori per 10 settimane. Il 20 febbraio esordisce contro i New Jersey Nets nella sconfitta per 100-92 al Madison Square Garden.

Il 12 gennaio 2016 firma un contratto con la D-League[7], in attesa di trovare una squadra con la quale fare il proprio ritorno sul parquet dopo che, nel 2012, anno in cui si ruppe il ginocchio, giocò l'ultima partita con i New York Knicks.

Il 2 marzo 2016 Davis torna nel basket professionistico firmando con i Delaware 87ers, squadra affiliata dei Philadelphia 76ers che milita in NBA D-League[8].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
  PG Partite giocate   PT  Partite da titolare  MP  Minuti a partita
 TC%  Percentuale tiri dal campo a segno  3P%  Percentuale tiri da tre punti a segno  TL%  Percentuale tiri liberi a segno
 RP  Rimbalzi a partita  AP  Assist a partita  PRP  Palle rubate a partita
 SP  Stoppate a partita  PP  Punti a partita  Grassetto  Career high
* Primo nella lega
* Record

NCAA[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
1997-1998 UCLA Bruins 32 - - 52,9 30,8 67,6 4,0 5,0 2,4 0,4 11,7
1998-1999 UCLA Bruins 27 - 30,7 48,1 34,3 59,9 3,6 3,6 2,5 0,4 15,9
Carriera 59 - 30,7 50,3 32,8 63,1 3,8 4,4 2,5 0,4 13,6

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Regular season[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
1999–2000 Charlotte Hornets 82 0 18,6 42,0 22,5 63,4 2,0 3,8 1,2 0,2 5,9
2000–2001 Charlotte Hornets 82 82 38,9 42,7 31,0 67,7 5,0 7,3 2,1 0,4 13,8
2001–2002 Charlotte Hornets 82 82 40,5 41,7 35,6 58,0 4,3 8,5 2,1 0,6 18,1
2002–2003 N.O. Hornets 50 47 37,8 41,6 35,0 71,0 3,7 6,4 1,8 0,4 17,1
2003–2004 N.O. Hornets 67 66 40,1 39,5 32,1 67,3 4,3 7,5 2,4* 0,4 22,9
2004–2005 N.O. Hornets 18 13 32,9 36,6 32,1 77,1 3,7 7,2 1,7 0,2 18,9
2004–2005 G.S. Warriors 28 19 35,3 40,1 34,1 75,5 3,9 8,3 1,8 0,4 19,5
2005–2006 G.S. Warriors 54 48 36,5 38,9 31,5 67,5 4,4 8,9 1,6 0,3 17,9
2006–2007 G.S. Warriors 63 62 35,3 43,9 30,4 74,5 4,4 8,1 2,1* 0,5 20,1
2007–2008 G.S. Warriors 82 82 39,0 42,6 33,0 75,0 4,7 7,6 2,3 0,5 21,8
2008–2009 L.A. Clippers 65 60 34,6 37,0 30,2 75,7 3,7 7,7 1,7 0,5 14,9
2009–2010 L.A. Clippers 75 73 33,6 40,6 27,7 82,1 3,5 8,0 1,7 0,6 15,3
2010–2011 L.A. Clippers 43 35 29,5 41,6 29,6 76,0 2,8 7,0 1,4 0,5 12,8
2010–2011 Cleveland Cavaliers 15 9 25,3 42,1 41,4 81,5 2,4 6,1 1,1 0,4 13,9
2011–2012 N.Y. Knicks 29 14 20,5 37,0 30,6 66,7 1,9 4,7 1,2 0,1 6,1
Carriera 835 692 34,2 40,9 32,0 71,1 3,8 7,2 1,8 0,4 16,1
All-Star 2 0 14,5 28,6 11,1 - 0,5 6,0 0,5 0,0 4,5

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2000 Charlotte Hornets 4 0 14,3 43,5 16,7 50,0 1,5 1,5 1,0 0,0 5,8
2001 Charlotte Hornets 10 10 39,7 48,0 40,0 71,4 4,4 5,8 2,8* 0,5 17,8
2002 Charlotte Hornets 9 9 44,6 37,8 33,9 59,7 7,0 7,9 3,6* 0,6 22,6
2003 N.O. Hornets 5 5 38,8 44,6 34,3 72,7 3,6 8,4 1,4 0,4 20,4
2004 N.O. Hornets 7 7 37,1 37,7 32,7 75,8 4,1 7,0 1,6 0,7 18,1
2007 G.S. Warriors 11 11 40,5 51,3 37,3 77,0 4,5 6,5 2,9* 0,6 25,3
2012 N.Y. Knicks 4 4 24,3 47,8 28,6 100,0 0,8 3,3 0,0 0,0 7,8
Carriera 50 46 37,0 44,2 35,0 70,9 4,3 6,2 2,3* 0,5 18,8
Massimi in carriera[modifica | modifica wikitesto]
  • Massimo di punti: 40 (2 volte)[9]
  • Massimo di rimbalzi: 14 (2 volte)
  • Massimo di assist: 20 vs (2 volte)
  • Massimo di palle rubate: 7 (5 volte)
  • Massimo di stoppate: 5 vs Los Angeles Clippers (16 novembre 2007)
  • Massimo di minuti giocati: 53 (2 volte)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ USA Basketball: Men's World Championship Team History – 2002, su usabasketball.com (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2007).
  2. ^ ESPN – Davis verbally agrees to go to Clippers, leave Warriors – NBA
  3. ^ Los Angeles Clippers at New Jersey Nets Box Score, November 22, 2008 | Basketball-Reference.com
  4. ^ Games | NBA.com, su nba.com. URL consultato il 22 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2011).
  5. ^ Baron Davis Game By Game Stats and Performance - New York Knicks - ESPN
  6. ^ Miami Heat vs. Cleveland Cavaliers - Box Score - March 29, 2011 - ESPN
  7. ^ Il ritorno del barone: Baron Davis firma in D-League, su Sportando, 12 gennaio 2016. URL consultato il 2 marzo 2016.
  8. ^ Baron Davis firma con i Delaware 87ers, su Sportando, 2 marzo 2016. URL consultato il 2 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  9. ^ Baron Davis - NBA Career Bests, su basketball.realgm.com. URL consultato il 27 giugno 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN88476600 · LCCN (ENno2009069408 · WorldCat Identities (ENlccn-no2009069408