Bandiera della Birmania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
န်မြန်မာနိုင်ငံအလံမာ နိုင်ငံတော်အလံ
န်မြန်မာနိုင်ငံအလံမာ နိုင်ငံတော်အလံ
Proporzioni 2:3
Simbolo FIAV Bandiera nazionale, civile e di stato
Colori RGB

     (R:254 G:203 B:0)

     (R:52 G:178 B:51)

     (R:234 G:40 B:57)

     (R:255 G:255 B:255)

Tipologia nazionale Bandiera normale o bandiera di diritto
Adozione 21 ottobre 2010
Nazione Birmania Repubblica dell'Unione della Birmania
Altre bandiere ufficiali
Insegna navale militare bandiera Insegna navale militare Bandiera navale militare Bandiera normale o bandiera di diritto 7:12
Bandiera presidenziale bandiera Bandiera presidenziale Bandiera di stato e bandiera navale di stato Bandiera normale o bandiera di diritto 2:3
Bandiera dell'Aeronautica Militare bandiera Bandiera dell'Aeronautica Militare Bandiera di guerra e bandiera navale di guerra Bandiera normale o bandiera di diritto 7:12
Bandiera dell'Esercito bandiera Bandiera dell'Esercito Bandiera di guerra e bandiera navale di guerra Bandiera normale o bandiera di diritto 9:12
Bandiera della Polizia bandiera Bandiera della Polizia Bandiera di stato, bandiera di guerra e bandiera navale Bandiera normale o bandiera di diritto 7:12

La bandiera della Birmania fu adottata il 21 ottobre 2010, per sostituire la bandiera della repubblica socialista in uso fin dal 1974. La nuova bandiera è stata introdotta insieme alle modifiche alla denominazione ufficiale del Paese e all'inno nazionale, tra cui una nuova Costituzione, prima delle elezioni generali previste per novembre 2010[1].

La bandiera ha tre strisce orizzontali di colore giallo, verde e rosso con una stella bianca a cinque punte nel mezzo. I tre colori delle strisce vogliono simboleggiare la solidarietà, la pace e la tranquillità, il coraggio e la risolutezza.

È usata come bandiera di comodo.

Bandiere storiche[modifica | modifica wikitesto]

Le bandiere storiche dei monarchi birmani avevano in primo piano un pavone verde. L'uso del pavone verde proseguì durante il periodo coloniale britannico. Il simbolo del pavone continua a comparire nella bandiera della Lega Nazionale per la Democrazia, il partito del premio Nobel Aung San Suu Kyi, che fu messo al bando dal governo socialista.

FIAV historical.svg Bandiera storica della Birmania (ca.1948 - 1974). Proporzioni: 6:11

La prima bandiera, rossa e blu con una stella bianca, risale al movimento della resistenza anti-giapponese durante la seconda guerra mondiale. Dopo l'indipendenza del 1948 su questa base venne creata una nuova bandiera, con l'aggiunta di cinque stelle piccole attorno alla stella centrale per simbolizzare l'unità dei popoli del paese.

Bandiera della repubblica socialista[modifica | modifica wikitesto]

FIAV historical.svg Bandiera della repubblica socialista del Myanmar (3 gennaio 1974 - 21 ottobre 2010). Proporzioni: 5:9 (anche 2:3 e 6:11)

La bandiera fu poi modificata il 3 gennaio 1974, all'atto della dichiarazione di una repubblica socialista in Birmania da parte di Ne Win.

Il disegno non era radicalmente diverso dalla bandiera precedente della Birmania che aveva un campo rosso con un cantone blu, nell'angolo superiore sul lato del pennone. L'immagine all'interno del cantone mutò in una ruota dentata con una pianta di riso sovrapposta; questi erano simboli socialisti e rappresentavano gli operai e i contadini. Attorno a questi erano presenti 14 stelle bianche a cinque punte, che rappresentavano gli stati della Birmania; il bianco rappresentava la purezza, il blu la pace e l'integrità, e il rosso il coraggio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nuova bandiera per Myanmar o Birmania, RaiNews24, rainews24.rai.it. URL consultato il 25 ottobre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]