Bandiera dello Yemen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
علم اليمن
علم اليمن
Proporzioni2:3
Simbolo FIAVBandiera nazionale e bandiera navale nazionale
ColoriRGB

     (R:206 G:17 B:38)

     (R:255 G:255 B:255)

     (R:0 G:0 B:0)

UsoBandiera civile e di stato
Adozione22 maggio 1990
NazioneYemen Yemen
Altre bandiere ufficiali
Stendardo presidenzialeStendardo presidenziale
Bandiera militareBandiera militare
Marina militareMarina militare
Aeronautica militareAeronautica militare

L'attuale bandiera Yemenita venne adottata il 22 maggio 1990, lo stesso giorno in cui ci fu l'unificazione dello Yemen del Nord e dello Yemen del Sud.

Il disegno a strisce, rossa, bianca e nera era presente anche sulle bandiere dei due Yemen. Tali colori sono tradizionali dei paesi arabi e si trovano ad esempio sulle bandiere di Egitto, Siria e Iraq.

Secondo la descrizione ufficiale, il rosso indica il sangue versato dai martiri per l'indipendenza e l'unità; il bianco è per il futuro radioso; il nero per il passato oscuro.[1]

Bandiere storiche[modifica | modifica wikitesto]

Bandiere dello Yemen del Nord[modifica | modifica wikitesto]

Il regno Mutawakkilita dello Yemen ottenne l'indipendenza dall'Impero ottomano nel 1911. Tra il 1918 e il 1923 ebbe, come molti altri stati arabi, una bandiera rossa alla quale nel 1923 venne aggiunta una shahādah in bianco. Dal 1927 al 1962 la bandiera è stata rossa con una sciabola e cinque stelle bianche.

Nel 1958 entrò in una federazione con la Repubblica Araba Unita, i cosiddetti Stati Arabi Uniti non avevano una bandiera ma con la trasformazione del regno nella Repubblica Araba dello Yemen questa prese dalla bandiera della Repubblica Araba Unita una delle stelle verdi ponendola sul tricolore che nel 1962 divenne la bandiera nazionale.

Regno Mutawakkilita dello Yemen[modifica | modifica wikitesto]

Repubblica Araba dello Yemen[modifica | modifica wikitesto]

Bandiere dello Yemen del Sud[modifica | modifica wikitesto]

Nel XIX secolo gli Stati arabi situati nelle regioni meridionali dell'attuale Yemen entrarono nell'influenza britannica. Nel 1959 la parte orientale, fino ad allora denominata Protettorato di Aden, divenne il Protettorato dell'Arabia Meridionale, mentre la parte occidentale, la Federazione degli Emirati Arabi del Sud, in seguito fu chiamata Federazione dell'Arabia Meridionale.

Entrambi dichiararono la loro indipendenza dal Regno Unito il 30 novembre del 1967 costituendo la Repubblica Democratica Popolare dello Yemen.

Colonia di Aden, Federazione degli Emirati Arabi del Sud e Federazione dell'Arabia Meridionale[modifica | modifica wikitesto]

Protettorato dell'Arabia Meridionale[modifica | modifica wikitesto]

Repubblica Democratica Popolare dello Yemen[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Whitney Smith, Flag of Yemen, su britannica.com. URL consultato il 12 marzo 2020.
    «Since May 22, 1990, Yemen has used only the simple tricolour: black is said to stand for the dark days of the past, while white represents a bright future and red the blood of the struggle to achieve independence and unity.».

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]