Adult Legion

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adult Legion
fumetto
No immagini.png
Titolo originale Adult Legion
Autori
Editore DC Comics
1ª edizione marzo 1967 – aprile 1967
Periodicità mensile
Albi 2 (completa) Storia presente in Action Comics n. 354 e n. 355
Rilegatura spillato
Genere

"Adult Legion" è una storia pubblicata dalla DC Comics, e presentata in Adventure Comics n. 354 e n. 355 (marzo - aprile 1967). Fu scritta da Jim Shooter, illustrata da Curt Swan e colorata da George Klein. La storia presenta l'incontro tra Superman e i membri, ora adulti, della Legione dei Super Eroi, e prefigura numerosi colpi di scena che si sarebbero verificati negli anni a seguire.

La storia incluse la prima menzione a Brin Londo come Timber Wolf, e i primi riferimenti a Chemical King, Reflecto e Shadow Lass (che comparve come Shadow Woman)[1].

Trama[modifica | modifica sorgente]

Superman venne contattato dalla Legione dei Super Eroi, la squadra del XXX secolo a cui egli si unì da giovane come Superboy. Dopo aver raggiunto il quartier generale della Legione (ora molto più grande di prima), il super eroe camminò per una hall piena di enormi statue commemorative in onore ai Legionari deceduti, inclusi Ferro Lad, Chemical King, Reflecto e Shadow Woman. In un'altra hall dedicata ai Legionari sposati, osservò numerosi membri coniugati: Shrinking Violet e Ord Quelu (l'ex Duplicate Boy), Saturn Woman e Lightning Man, Light Lady e Timber Wolf (una volta nota come Lone Wolf), e Night Woman e Cosmic Man. Dopo che Brainiac 5 fece fare a Superman un tour del quartier generale della Legione, l'Uomo d'Acciaio rivide Ultra Man, Phantom Woman, Polar Man ed Element Man, così come gli ex Colossal Boy, Matter Eater Lad, Star Boy, Dream Girl, Bouncing Boy e Duo Damsel.

La squadra rimase perplessa quando il loro quartier generale venne violato, con ogni cosa presente nel laboratorio, nell'arsenale e nell'hangar dello spazioporto distrutta. Dopo altre due irruzioni, il sabotatore venne catturato e riconosciuto come Douglas Nolan, il fratello gemello di Ferro Lad, che di lui condivideva l'abilità di tramutare il suo corpo in ferro vivente. La Legione giunse subito alla conclusione che stava agendo sotto controllo mentale di Saturn Queen, e che la Legione dei Supercriminali la stava attaccando da lontano.

Superman fece ritorno al XX secolo, dopo di che i Super-Criminali rapirono Brainiac 5. I Legionari riuscirono ad evitare numerose trappole, ma furono invece catturati da Echo, Saturn Queen, Lightning Lord, Beauty Blaze e Cosmic King. Inaspettatamente, giunsero due figure in armatura, che sconfissero i criminali e liberarono i Legionari. Presto si rivelarono come i discendenti di Lex Luthor e di Mr. Mxypltzkm due dei più grandi nemici di Superman. I Legionari, grati del supporto imminente, votarono a favore per farli entrare nella Legione all'unanimità.

Conseguenze[modifica | modifica sorgente]

Per anni, le storie successive della Legione consistettero della visione del futuro della Adult Legion. Bouncing Boy erano sposati[2], e presto furono seguiti da Lihtning Lad e Saturn Girl[3]. Lone Wolf divenne Timber Wolf e si unì alla Legione[4], e Chemical King prevenne il verificarsi della Settima Guerra Mondiale[5]. Tuttavia, si scoprì infine che la Adult Legion qui descritta abitava una Terra parallela[6], dando così libertà agli scrittori di ignorare la continuità delle storie della Legione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La copertina di Adventure Comics n. 354 (marzo 1967) contiene il primo riferimento a Quantum Queen (una dei Wanderers)
  2. ^ Superboy and the Legion of Super-Heroes n. 200 (gennaio/febbraio 1974)
  3. ^ All-New Collectors' Edition n. C-55 (1978)
  4. ^ Adventure Comics n. 372 (settembre 1968)
  5. ^ Superboy and the Legion of Super-Heroes n. 228 (giugno 1977)
  6. ^ Legion of Super-Heroes vol. 2, n. 300 (giugno 1983)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics