Adolfo Ruiz Cortines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Adolfo Ruiz Cortines
Adolfo Ruiz Cortines.png

47º Presidente del Messico
Durata mandato 1º dicembre 1952 –
30 novembre 1958
Predecessore Miguel Alemán Valdés
Successore Adolfo López Mateos

Segretario degli Interni
Durata mandato 30 giugno 1948 –
13 ottobre 1951
Presidente Miguel Alemán Valdés
Predecessore Ernesto P. Uruchurtu
Successore Ernesto P. Uruchurtu

Governatore di Veracruz
Durata mandato 1º dicembre 1944 –
30 giugno 1948
Predecessore Jorge Cerdán Lara
Successore Ángel Carvajal Bernal

Dati generali
Partito politico Partito Rivoluzionario Istituzionale
Adolfo Ruiz Cortines
Adolfo Ruiz Cortines - 2.png
30 dicembre 1890 – 3 dicembre 1973
Nato aVeracruz
Morto aCittà del Messico
Dati militari
Paese servitoMessico Messico
Forza armataEsercito costituzionale messicano
Esercito messicano
Anni di servizio1914 - 1926
GradoMaggiore
ComandantiJacinto B. Treviño
Francisco Muriel
GuerreRivoluzione messicana
CampagneRivoluzione costituzionalista
Ribellione di Agua Prieta
BattaglieBattaglia di El Ébano
Campagna di Tehuantepec
voci di militari presenti su Wikipedia

Adolfo Ruiz Cortines (Veracruz, 30 dicembre 1890Città del Messico, 3 dicembre 1973) è stato un politico e militare messicano.

È stato Presidente del Messico dal 1º dicembre 1952 al 1º dicembre 1958.

Quando Robles Domínguez fu nominato governatore dello Stato di Guerrero, Ruiz Cortines fu un ufficiale degli ordini nel quartier generale della Southern Division. Partecipò alla battaglia di El Ébano a San Luis Potosí contro i Villisti Manuel Chao e Tomás Urbina, sotto il comando di Jacinto B. Treviño, di cui era segretario privato. Era un pagatore della brigata del generale Francisco Muriel. Nel 1920 aderì al Piano di Agua Prieta e quando il governo Carrancista scomparve, salvò e consegnò il tesoro nazionale al presidente Adolfo de la Huerta. Adolfo Ruiz Cortines è stato l'ultimo presidente a partecipare alla Rivoluzione messicana.

Biografía[modifica | modifica wikitesto]

Nasce il 30 dicembre 1890 a Veracruz.

Nel 1915, si unì all'esercito costituzionale messicano per combattere contro Pancho Villa. Nel 1920, si unì alla ribellione di Agua Prieta. Quando il governo carrancista scomparve, salvò e consegnò il tesoro nazionale al presidente Adolfo de la Huerta.

Adolfo Ruiz Cortines è stato l'ultimo presidente messicano a partecipare alla Rivoluzione messicana.

Nel 1948, ha chiesto la sua posizione di governatore per esercitare l'ufficio di segretario degli interni, del suo amico il presidente Miguel Alemán, che nel 1951 lo ha presentato alla presidenza della Repubblica dal Partito Rivoluzionario Istituzionale (PRI).

Governo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1952 divenne presidente della Repubblica. Fu presidente tra il 1952 e il 1958. Nel 1953 concesse il diritto di voto alle donne e nella settimana santa del 1954, il suo segretario della finanza, Antonio Carrillo Flores decretò la svalutazione del peso e non ne avrebbe ripetuto una fino al 1976 durante la presidenza di López Portillo.

Nel 1954, l'imperatore Hailé Selassié visitò il Messico, in visita di stato, in segno di gratitudine perché il Messico sostenne l'Etiopia durante l'invasione italiana in Etiopia nel 1935 sotto la guida di Benito Mussolini.

Il 24 ottobre 1954, il ministro delle relazioni giapponesi Katsuo Okazaki arrivò a Città del Messico, da Washington, per poi andare nel suo paese. Durante la sua visita a Katsuo Okazaki si distinse con Ordine dell'Aquila azteca.[non chiaro]

Nel 1958, in una Manifestazione guidata da Othon Salazar, finì in una sanguinosa repressione poliziesca nell'aprile del '58 e con l'imprigionamento di Salazar a Lecumberri.

L'ex presidente Lázaro Cárdenas, ha avuto un conflitto con Ruiz Cortines per aver partecipato ai funerali di Frida Kahlo nel 1954, per aver sostenuto la guida del presidente di Egitto, Gamal Abd el-Nasser. Nel 1958, Cardenas viaggiò in Cina e nell'Unione Sovietica, dove fu ricevuto da Mao Zedong, Zhou Enlai e Nikita Chruščëv. Ma sostenne anche Fidel Castro, al quale ha scritto: "È un giovane intellettuale con un temperamento veemente". '' Con Sangue del Wrestler ''.[non chiaro]

Nel matrimonio delle ferrovie, accondiscese alle richieste, ma in realtà ereditò il problema dal suo successore, con il quale sarebbe esploso il grande sciopero delle ferrovie del 1959.[non chiaro]

Post-presidenza[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver lasciato la presidenza ad Adolfo López Mateos, si ritirò nella vita privata. L'8 dicembre 1961, gli ex presidenti Roque González Garza, Emilio Portes Gil, Pascual Ortiz Rubio, Abelardo Luján Rodríguez, Lázaro Cárdenas, Miguel Alemán e Ruiz Cortines furono invitati a lavorare nel governo di López Mateos.

È stato nominato delegato di Financial National, carica a cui ha rifiutato di ricevere un pagamento. Nel 1962, si ritirò nel nativo Veracruz, dove morì con la sua austerità con la quale aveva vissuto praticamente lontano da amici e familiari nel 1973.

Jacobo Zabludosky ha trasmesso la notizia della sua morte in televisione. Il presidente Luis Echeverría ha orchestrato gli onori del funerale. Al suo funerale partecipò il presidente degli Stati Uniti d'America, Richard Nixon. Fu sepolto a Pateón de Dolores a Città del Messico.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze messicane[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro dell'Ordine dell'Aquila Azteca - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine dell'Aquila Azteca

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Classe speciale della Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca (Repubblica Federale Tedesca) - nastrino per uniforme ordinaria Classe speciale della Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca (Repubblica Federale Tedesca)
— 11 giugno 1954

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN55045567 · ISNI (EN0000 0000 3620 345X · LCCN (ENn85092509 · GND (DE123058449 · WorldCat Identities (ENn85-092509