Tredicesima mensilità

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La tredicesima mensilità (più comunemente conosciuta come tredicesima), in origine conosciuta anche come gratifica natalizia, è una mensilità aggiuntiva natalizia erogata come retribuzione ai lavoratori dipendenti di numerosi paesi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La "Tredicesima" in Italia per tutti i lavoratori venne introdotta in due fasi: la prima, con l’accordo interconfederale per l’industria del 27 ottobre 1946, che la garantì anche a tutti i lavoratori del settore industria. La seconda, con il Decreto del Presidente della Repubblica del 28 luglio 1960 n. 1070 che fu estesa a tutti i lavoratori. Il regime fascista introdusse invece una gratificazione come regalo di Natale riservata esclusivamente ad alcuni lavoratori dipendenti delle industrie ai sensi del CCNL Industria - Impiegati del 5 agosto 1937 (art. 13). Contestualmente, si consolidava l'obbligo di straordinari fino a 12 ore lavorative al giorno non rifiutabili dal lavoratore.[1]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Viene erogata in busta paga nel mese di dicembre ai lavoratori dipendenti con contratto a tempo determinato o indeterminato, nel periodo antecedente alle festività natalizie.
Essendo antecedente al periodo natalizio ha una grande importanza sull'andamento dei consumi nel mese di dicembre e sulle spese per i regali. È spesso utilizzata dai lavoratori anche per coprire alcune spese periodiche di elevato importo (es. rate del mutuo, assicurazione auto, ecc.)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://ilgiornaledelriccio.wordpress.com/2015/12/28/tredicesima-mensilita-chi-dobbiamo-veramente-ringraziare/


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]