Adolfo López Mateos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Adolfo López Mateos
Lopez Mateos.jpg

48º Presidente del Messico
Durata mandato 1º dicembre 1958 –
30 novembre 1964
Predecessore Adolfo Ruiz Cortines
Successore Gustavo Díaz Ordaz

Dati generali
Partito politico Partito Rivoluzionario Istituzionale
Adolfo López Mateos (1963).

Adolfo López Mateos (Atizapán de Zaragoza, 26 maggio 1909Città del Messico, 22 settembre 1969) è stato un politico messicano, presidente del Messico dal 1º dicembre 1958 al 1º dicembre 1964.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque nel 1909 a una famiglia della classe media. Nel 1929 sostenne la candidatura di José Vasconcelos e nel 1946 il diplomatico Isidro Fabela lo nominò senatore dello stato del Messico. Nel 1952 Adolfo Ruiz Cortines lo nominò segretario del lavoro. Nel 1957 fu nominato candidato per la presidenza dal Partito Rivoluzionario Istituzionale.

Presidenza[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1958 divenne presidente della Repubblica. Fu presidente tra il 1958 e il 1964. Un mese dopo, Fidel Castro prese il potere a Cuba. L'ex presidente Lázaro Cárdenas ebbe una controversia con il presidente López Mateos per aver partecipato il 26 luglio 1959 al primo anniversario della Rivoluzione cubana, ma ha cercato di andare nel 1961, durante Invasione della baia dei Porci.

Agli scioperi dei ferrovieri del gennaio del 1959, reagì con autoritarismo reprimendo i movimenti di protesta, adducendo motivi di ordine pubblico e pace sociale.

I sindacalisti Demetrio Vallejo e Valentín Campa furono imprigionati. Successivamente anche leader studenteschi, sindacali e degli insegnanti furono incarcerati per motivi politici. Nel suo gabinetto ha presentato Ernesto P. Uruchurtu, Gustavo Díaz Ordaz il "Chango" e Antonio Ortiz Mena per il Ministero delle Finanze.

Il muralista David Alfaro Siqueiros fu incarcerato per aver criticato il presidente Adolfo López Mateos e il leader dei contadini di Emiliano Zapata, Rubén Jaramillo fu ucciso dall'esercito nel 1962. Il nome del generale Joshua Gómez Huerta, capo dello stato maggiore del presidente, fu gestito dal Casó.

Durante la sua presidenza, nazionalizzò l'industria elettrica e nel febbraio del 1959 fondò la Commissione nazionale dei libri di testo gratuiti.

Adolfo López Mateos con la regina Giuliana dei Paesi Bassi nel 1963.

Compì numerosi viaggi in tutto il mondo: Stati Uniti d'America, Canada, Venezuela, Argentina, Brasile, Francia, Jugoslavia, India, Giappone, Indonesia e Filippine.

John Fitzgerald Kennedy presidente degli Stati Uniti e Charles de Gaulle presidente della repubblica francese visitarono il Messico rispettivamente nel 1962 e nel 1964.

Post-presidenza[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1964, consegnò il potere a Gustavo Díaz Ordaz. Nel 1967 a seguito di diversi aneurismi cerebrali cadde in coma da cui non si svegliò e dopo due anni in stato vegetativo morì nel 1969. Il presidente Gustavo Díaz Ordaz decretò i funerali di Stato, a cui assistettero Luis Echeverría (segretario degli Interni) e Alfonso Corona del Rosal oltre al presidente statunitense Richard Nixon.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro dell'Ordine dell'Aquila Azteca - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine dell'Aquila Azteca

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN48198515 · ISNI (EN0000 0001 1061 2447 · LCCN (ENn85130782 · GND (DE138408653 · BNF (FRcb16044682m (data) · ULAN (EN500354145