Wanda Hendrix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wanda Hendrix nel film Il principe delle volpi (1949)

Wanda Hendrix, nome completo Dixie Wanda Hendrix (Jacksonville, 3 novembre 1928Burbank, 1º febbraio 1981), è stata un'attrice cinematografica e televisiva statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata a Jacksonville (Florida) da Max Sylvester Hendrix e Mary Eliza Bailey, Wanda Hendrix iniziò la carriera subito dopo aver conseguito il diploma, frequentando il Jacksonville Little Theatre, dove fu notata da un talent scout della Warner Brothers.

Appena diciassettenne, fece il suo debutto cinematografico nel film Agente confidenziale (1945), accanto a Charles Boyer e Lauren Bacall, e nella seconda metà degli anni quaranta ebbe ruoli sempre più consistenti in pellicole di diverso genere, come il drammatico Smarrimento (1947), con Kent Smith e Ann Sheridan, il poliziesco Fiesta e sangue (1947), al fianco di Robert Montgomery, le commedie Benvenuto straniero! (1947), accanto a Bing Crosby, e I cari parenti (1948), in cui recitò con John Lund e Barry Fitzgerald.

Nel 1949 raggiunse l'Italia per recitare quale protagonista femminile nell'avventura in costume Il principe delle volpi, accanto a star del calibro di Tyrone Power e Orson Welles. Il suo ruolo fu quello della bella Camilla Verano, moglie del governatore di una città che il bieco Cesare Borgia (Welles) intende conquistare e che si innamora di Andrea Orsini (Power), prima uomo di fiducia di Borgia, poi suo acerrimo nemico.

Nel 1950 interpretò il ruolo della baronessa Giulia de Greffi ne La spia del lago, al fianco di Alan Ladd, dopodiché apparve nel western Sierra (1950), nel quale lavorò accanto a Audie Murphy, il veterano della seconda guerra mondiale divenuto star del cinema western, con cui all'epoca era sposata. Nello stesso anno recitò a fianco di Edmond O'Brien nella commedia L'ammiraglio di Walla Walla (1950).

Nella prima metà degli anni cinquanta, la carriera cinematografica della Hendrix aveva già imboccato la parabola discendente. Le sue apparizioni sul grande schermo in quel periodo furono prevalentemente legate a film d'avventura e western a basso budget, come Il ribelle dalla maschera nera (1952), Giustizia di popolo (1952), Il mare dei vascelli perduti (1954), Gli sterminatori della prateria (1954), e polizieschi come L'ultima resistenza (1953) e FBI operazione Las Vegas (1954).

Dalla seconda metà del decennio, l'attrice si dedicò prevalentemente alla televisione, per la quale lavorò a fasi alterne per il resto della sua carriera. Già apparsa in alcune note serie antologiche come The Ford Television Theatre (1952-1953) e Climax! (1957), la Hendrix recitò in singoli episodi di telefilm quali Carovane verso il West (1958), e Bat Masterson (1960), per tornare al cinema nella prima metà degli anni sessanta con i western Johnny Cool, messaggero di morte (1963) e Duello a Thunder Rock (1964).

Nell'ultimo periodo della carriera, l'attrice apparve ancora in un episodio di Io e i miei tre figli (1967), popolare serie per ragazzi interpretata da Fred MacMurray, nella sit com Vita da strega (1971) e nella serie poliziesca Sulle strade della California (1974), che segnò il suo definitivo addio alle scene.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Il primo matrimonio della Hendrix con l'attore Audie Murphy durò poco più di un anno, dal febbraio 1949 all'aprile 1950, e fu compromesso dalle precarie condizioni psichiche di Murphy, all'epoca ancora sofferente per un disturbo post traumatico da stress conseguente al servizio attivo prestato nella fanteria U.S.A. durante la seconda guerra mondiale, servizio durante il quale Murphy si era distinto per l'eroico comportamento che ne aveva fatto il più celebre eroe di guerra americano e il soldato più decorato del Texas[1].

Dopo il divorzio da Murphy, la Hendrix si risposò nel 1954 con James Langford Stack Jr., fratello dell'attore Robert Stack, dal quale divorziò nel 1958. Il terzo matrimonio con l'italoamericano Steve Lamonte, executive di una compagnia petrolifera, durò dal 1969 al 1980.

Colpita da una grave forma di polmonite, l'attrice morì a Burbank (California) il 1º febbraio 1981, all'età di 52 anni.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il cinema, grande storia illustrata, De Agostini, 1982, Vol. V, pag. 120

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]