Audie Murphy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Audie Murphy con la divisa da pluridecorato

Audie Leon Murphy (Kingston, 20 giugno 1924Brush Mountain, 28 maggio 1971) è stato un attore, scrittore, musicista, produttore cinematografico, sceneggiatore cinematografico e militare statunitense dell'United States Army, servita dal 1942 al 1945[1].

È stato autore nel 1949 del romanzo autobiografico All'inferno e ritorno (To Hell and Back), da cui è stato tratto l'omonimo film del 1955 diretto da Jesse Hibbs e, successivamente, un brano del gruppo metal svedese 'Sabaton' del 2014.

Membro dal 1950 al 1966 della Guardia Nazionale del Texas, fu anche musicista e compositore di musica country.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nella cittadina texana di Kingston, figlio di Emmett Berry e Josie Bell Murphy (nata Killian, di origini irlandesi)[2][3][3][4], mezzadri[1], crebbe vivendo in diverse fattorie nelle località di Farmersville, Greenville e Celeste[2]. Era il sesto di dodici fratelli[4][3], molti dei quali morti ancora in giovane età[5][3]. I suoi fratelli si chiamavano Corinne, Charles Emmett (Buck), Vernon, June, Oneta, J.W., Richard, Eugene, Nadine, Billie e Joseph Murphy.

Frequentò la scuola primaria a Celeste[3] ma dovette presto abbandonare gli studi per cominciare a lavorare dopo che il padre, nel 1936, decise di lasciare la famiglia. Fece il raccoglitore di cotone a un dollaro al giorno presso qualsiasi fattoria fosse disposta a ospitarlo[3]. Nel frattempo, si esercitò nel tiro con il fucile, praticando la caccia soprattutto per procacciare cibo per i suoi familiari[5]. Uno dei suoi amici e compagno di caccia, Dial Henley, racconterà in seguito di come il giovane Audie fosse abile nel tiro, tanto da non sbagliare un colpo, sia che tirasse a un coniglio sia a un uccello in volo. Questa sua particolare abilità si rivelerà determinante nelle azioni di guerra che compirà in Europa durante il secondo conflitto mondiale.

Negli anni trenta Murphy lavorò in un magazzino con garage annesso di Greenville e in un laboratorio per la riparazione di apparecchi radio[2][3]. Aveva sedici anni quando sua madre morì[2][3], il 23 maggio 1941. D'accordo con la sorella maggiore Corrinne, sistemò i tre fratelli più giovani in un orfanotrofio (si sarebbe preso cura di loro in prima persona, successivamente, al termine della seconda guerra mondiale[3]).

Carriera militare[modifica | modifica wikitesto]

Lapide a A. L. Murphy al Cimitero nazionale di Arlington, Virginia

Arruolato in fanteria subito dopo aver terminato le scuole primarie, Murphy combatté come soldato in ventisette battaglie della seconda guerra mondiale, partecipando allo sbarco in Sicilia nel luglio 1943 e alla campagna militare di Anzio che portò alla liberazione di Roma.

Congedato con il grado di maggiore, in Francia Murphy aveva preso parte nell'agosto del 1944 all'Operazione Anvil-Dragoon. Nel gennaio dell'anno successivo combatté a Holtzwihr, in Alsazia[5] (le fasi di tale campagna sono narrate in maniera dettagliata nella parte finale del libro autobiografico All'inferno e ritorno).

Murphy è accreditato della distruzione sul campo di battaglia di sei tank tedeschi e dell'uccisione di oltre duecentoquaranta soldati della Wehrmacht, oltre al ferimento e alla cattura di molti altri. Alla fine del conflitto mondiale divenne una vera e propria leggenda della III Infantry Division[6], sorta di icona e di eroe nazionale.

Per la sua attività bellica ricevette la Medal of Honor, oltre ad altre trentadue medaglie di cui cinque attribuitegli dalla Francia e una dal Belgio.

Carriera cinematografica[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della seconda guerra mondiale Murphy si avvicinò alla carriera cinematografica, debuttando nel 1948 in ruoli minori nei film Texas, Brooklyn and Heaven e Codice d'onore, al fianco di Alan Ladd, per in interpretare poi il giovane ribelle in Gioventù spavalda, di Kurt Neumann, il suo primo ruolo da protagonista, nel 1949. Nello stesso anno sposò l'attrice Wanda Hendrix, da cui divorzierà dopo un solo anno di matrimonio. Nel 1951 sposò in seconde nozze Pamela Archer, cui resterà legato fino alla morte.

Come attore cinematografico Murphy è stato interprete fra gli anni cinquanta e sessanta di quarantaquattro film, fra cui alcuni film di guerra o di contenuto comunque esotico (con il citato All'inferno e ritorno) e trentatré western.

Fra le pellicole da lui interpretate figurano Gli inesorabili, Passaggio di notte, Agguato nei Caraibi (tratto dal romanzo di Ernest Hemingway Avere e non avere), Il selvaggio e l'innocente e The Kid from Texas sulla figura del bandito Billy the Kid. Per molti dei suoi film si occupò della stesura della sceneggiatura e alla produzione.

È negli anni cinquanta che Murphy divenne una star cinematografica interpretando film sotto la direzione di registi famosi come John Huston o Budd Boetticher. Tuttavia il suo contratto con gli studi Universal lo porterà essenzialmente a interpretare ruoli da pistolero in numerosi western e b-movie.

Nel 1955 partecipò alla realizzazione del film All'inferno e ritorno, diretto da Jesse Hibbs, tratto dall'omonimo romanzo di memorie che aveva scritto sei anni prima. Il film registrò un discreto successo di pubblico, anche se la critica non fu unanimemente benevola nei confronti della pellicola, tacciata di proporre la guerra come pura avventura. Nel medesimo periodo, Murphy fornì quella che è considerata la sua interpretazione migliore nel film Un americano tranquillo (1958), film girato sotto la regia di Joseph L. Mankiewicz.

Seguì per l'attore un periodo meno fortunato, con partecipazione a produzioni minori e di valore mediocre. All'inizio degli anni sessanta si orientò allora verso la televisione, interpretando per il network CBS il ruolo del detective Tom Smith nella serie televisiva Whispering Smith.

Dopo alcune disavventure giudiziarie legate a un dissesto finanziario causato dal cattivo esito della produzione di alcuni film, con la salute malferma per l'abuso di medicinali e sostanze stupefacenti, Murphy si avviava al destino di star decaduta. Poco prima di morire, tentò invano di risollevare la propria carriera con la produzione e l'interpretazione del protagonista nel film A Time for Dying, una versione senile del bandito Jesse James. La regia del film fu affidata a Budd Boetticher, ma la lavorazione non venne portata a termine a causa di problemi di post produzione (una versione di 67 minuti fu distribuita solo nel 1982).

Morì in un incidente aereo, precipitando con il suo velivolo da turismo a Brush Mountain, presso Catawba (o Roanoke), in Virginia, di ritorno da un viaggio d'affari. Per i suoi meriti di pluridecorato fu sepolto con solenni funerali nel cimitero nazionale di Arlington[2][3]. La sua tomba è la più visitata dopo quella del presidente John F. Kennedy[1][6][7].

Il suo nome è iscritto fra quello delle celebrità della Hollywood Walk of Fame.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Tali riconoscimenti ne hanno fatto il fante più decorato d'America.

Onorificenze statunitensi[modifica | modifica wikitesto]

Medal of Honor - nastrino per uniforme ordinaria Medal of Honor
Distinguished Service Cross - nastrino per uniforme ordinaria Distinguished Service Cross
Silver Star (2) - nastrino per uniforme ordinaria Silver Star (2)
Legionario della Legion of Merit - nastrino per uniforme ordinaria Legionario della Legion of Merit
Bronze Star Medal (2) - nastrino per uniforme ordinaria Bronze Star Medal (2)
Purple Heart (3) - nastrino per uniforme ordinaria Purple Heart (3)
Outstanding Civilian Service Medal - nastrino per uniforme ordinaria Outstanding Civilian Service Medal
Good Conduct Medal - nastrino per uniforme ordinaria Good Conduct Medal
Presidential Unit Citation - nastrino per uniforme ordinaria Presidential Unit Citation
Medaglia della campagna americana - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia della campagna americana
Medaglia della campagna europeo-africana-mediorientale con una stella d'argento e quattro di bronzo - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia della campagna europeo-africana-mediorientale con una stella d'argento e quattro di bronzo
Medaglia della vittoria della Seconda Guerra Mondiale - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia della vittoria della Seconda Guerra Mondiale
Medaglia delle armate d'occupazione con distintivo per la Germania - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia delle armate d'occupazione con distintivo per la Germania
Armed Forces Reserve Medal - nastrino per uniforme ordinaria Armed Forces Reserve Medal

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere della Legion d'onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere della Legion d'onore (Francia)
Croix de guerre francese (1939-1945) con palma - nastrino per uniforme ordinaria Croix de guerre francese (1939-1945) con palma
Médaille de la France libérée - nastrino per uniforme ordinaria Médaille de la France libérée
Croix de guerre belga (1939-1945) con palma - nastrino per uniforme ordinaria Croix de guerre belga (1939-1945) con palma

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia con titoli relativi alla distribuzione sul mercato italiano[8]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

  • Pino Locchi in : Bill il selvaggio, Sierra, Duello al Rio d'argento, Il dominatore del Texas, Il tenente dinamite, La mano vendicatrice , All'inferno e ritorno, Passaggio di notte, La pallottola senza nome, Il selvaggio e l'innocente, Il sentiero della rapina, Duello fra le rocce, Apache in agguato, Il collare di ferro, I pistoleri maledetti, Pistole roventi, La squadra infernale, Sette strade al tramonto
  • Giuseppe Rinaldi in : Al di là del fiume, La storia di Tom Destry
  • Massimo Turci in : Fermati cow-boy!, Agguato nei Caraibi
  • Cesare Barbetti in: Gli inesorabili
  • Riccardo Cucciolla in: La prova del fuoco
  • Gianfranco Bellini in : 40 fucili al Passo Apache
  • Emilio Cappuccio in : Sfida nella valle dei Comanche (ridoppiaggio)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c "Biographical Sketch of A. L. MURPHY, June 20, 1926 - May 28, 1971", 20 agosto 2006.
  2. ^ a b c d e Fonte: Imdb.com/bio.
  3. ^ a b c d e f g h i j "Audie Murphy", E. J. Addington, WhenMagazine: WhenMag-3c.
  4. ^ a b "Handbook of Texas Online" su TSHA-fmu13.
  5. ^ a b c "Audie Murphy Memorial": AMurphy-awards.
  6. ^ a b "Historical Information - Audie Murphy", Arlington National Cemetery: ANC-AMurphy.
  7. ^ "Sergeant Audie Murphy Club - SMA/Autreve Chapter", U.S. Army Medical Department Center & School Portal, Fort Sam Houston, San Antonio (Texas): USArmy-SAMC.
  8. ^ Fonte. Filmzam.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 54327167 LCCN: n/85/346844