Il principe delle volpi (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il principe delle volpi
Tyrone power black swan 4.jpg
Tyrone Power, il protagonista del film
Titolo originale Prince of Foxes
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1949
Durata 107 min
Colore B/N
Audio mono
Rapporto 1,37 : 1
Genere storico
Regia Henry King
Soggetto Samuel Shellabarger
Sceneggiatura Milton Krims, Samuel Shellabarger
Produttore Sol C. Siegel
Casa di produzione 20th Century Fox
Fotografia Leon Shamroy
Musiche Alfred Newman
Scenografia Mark-Lee Kirk, Vittorio Valentini, Lyle Wheeler

Arredatore: Elso Valentini

Costumi Vittorio Nino Novarese
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Il principe delle volpi (Prince of Foxes) è un film del 1949 diretto da Henry King, tratto dal romanzo del 1947 Il principe delle volpi, di Samuel Shellabarger, ambientato in un immaginario Medioevo italiano e adattato per la Fox da Milton Krims.

Il film fu girato prevalentemente nell'Italia centrale: a Siena con immagini della Sala del Mappamondo del Palazzo Comunale, San Marino, San Gimignano e Monteriggioni. Il film presenta diverse sequenze realizzate neI Castello di Gradara(PU) nelle Marche. Invece la Ferrara del Cinquecento fu ricostruita a Cinecittà. Una ulteriore scena è stata inoltre girata lungo il canale Mortacino a Terracina (LT) (Fonte: www.terracinablog.com).

Splendido bianconero di Leon Shamroy (candidato all'Oscar). O. Welles fu assoldato ad alto prezzo (100 000 dollari) durante una delle tante interruzioni del suo Otello.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Ritratto di Cesare Borgia

Per amore, Andrea Orsini non si adegua agli intrighi di Cesare Borgia, suo padrone e generale, e passa al nemico. Fatto prigioniero, riesce a fuggire e a guidare la riscossa contro il tiranno. È il 1500 e Cesare Borgia, il "principe" eslatato da Niccolò Machiavelli nel suo trattato, ha pieni poteri sulla Toscana e sui territori del Centro Italia. Infatti Cesare, come i suoi fratelli e sorelle, è il figlio del corrotto e ricco Rodrigo Borgia, salito al trono pontificio come Papa Alessandro VI, il quale, pur sapendo tutti i misfatti e gli omicidi che compie il figlio per il desiderio di potere, lo lascia fare ed inoltre occulta tutte le prove che potrebbero incastrarlo. Ora per Cesare l'ultima tappa da raggiungere è il Ducato di Ferrara, dove governa Alfonso d'Este, figlio del grande Ercole I. Alfonso si era sposato con Lucrezia Borgia, sorella incesta di Cesare, ed ora lui per avere in pugno il trono estense non avrebbe dovuto fare altro che uccidere con una congiura Alfonso. Ma Andrea Orsini, assoldato da Cesare per l'attacco, disobbedisce e fugge a Venezia, dove si innamora di una nobildonna: Camilla Baglione e cerca di rubare un prezioso quadro. Intanto il dica Alfonso assume come guardia del corpo e sicario Mario Belli. Fuggito da Venezia perché riconosciuto da delle spie, Orsini giunge nei pressi di Ferrara dove ritrova i suoi genitori e scopre le sue povere origini, sebbene sia stato chiamato per anni col nome "Orsini". Ora la sua nuova missione, per conto di Don Esteban, rivale di Borgia, è di infiltrarsi nella corte estense e scoprire i piani di Alfonso. Cesare Borgia sospetta di un nuovo tradimento di Andrea, ora ridefinito "Lo Zoppo", e assolda segretamente Mario Belli per compiere una nuova spedizione in Emilia-Romagna. Infatti ora i piani sono cambiati e anche Camilla Baglione interviene in aiuto del suo amato Andrea contro Cesare Borgia. Accade che durante uno scontro i sicari Belli e Andrea diventano collaboratori e successivamente il loro rapporto di amicizia si intensifica sempre di più, finché l'uno non cospira contro Don Esteban per rubargli i soldi e l'altro cerca di uccidere Cesare Borgia. Ma i rispettivi piani falliscono e chi ci va di mezzo è la povera Camilla che viene catturata da Cesare Borgia, dopo una cena trasformatasi in congiura, organizzata alla perfezione da Borgia come tante altre volte in cui aveva ucciso dei suoi collaboratori anni fa. Camilla viene rinchiusa in prigione e condannata a morte, ma Andrea e Belli formano un'alleanza e si scontrano coi due padroni nella guerra decisiva per sconfiggere l'Emilia-Romagna. Don Esteban viene ucciso da Andrea Lo Zoppo, mentre Borgia si ritira anche lui sconfitto. Alla fine della storia Andrea e Camilla possono coronare il loro sogno d'amore sposandosi, mentre Cesare Borgia finirà sempre più lentamente in miseria fino a perdere la sua ultima guerra.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]