WTA Tour Championships 2009

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
WTA Tour Championships 2009
Sport Tennis pictogram.svg Tennis
Data 27 ottobre - 1 novembre
Edizione 39ª (singolare) / 34ª (doppio)
Località Qatar Doha
Campioni
Singolare
Stati Uniti Serena Williams
Doppio
Spagna Nuria Llagostera Vives / Spagna María José Martínez Sánchez
Left arrow.svg 2008 2010 Right arrow.svg

Il WTA Tour Championships 2009 (conosciuto anche come Sony Ericsson Championships – Doha 2009) si è giocato a Doha, in Qatar dal 27 ottobre al 1 novembre. È stata la seconda volta che il Khalifa International Tennis Complex ha ospitato il WTA Tour Championships di fine anno.
Il Masters femminile, dotato di un montepremi di 4.550.000 dollari, ha visto in campo a partire le migliori otto giocatrici della stagione. Come sempre sono state divise in due gironi (che prevedono la formula del round robin) - caratterizzati dai colori della bandiera del Qatar: nel Gruppo Bianco sono state inserite Dinara Safina, Caroline Wozniacki, Viktoryja Azaranka e Jelena Janković; del Gruppo Marrone hanno fatto parte Serena Williams, Venus Williams, Elena Dementieva e Svetlana Kuznetsova. Le riserve sono state la russa Vera Zvonareva e la polacca Agnieszka Radwańska.

Qualificati[modifica | modifica sorgente]

Singolare[modifica | modifica sorgente]

Race Ranking Singolare (22 ottobre 2009)
Rk Nome Punti Tour Data Qualificazione
1 Russia Dinara Safina 7731 18 5 agosto
2 Stati Uniti Serena Williams 7576 17 19 agosto
3 Russia Svetlana Kuznetsova 5772 18 5 ottobre
4 Danimarca Caroline Wozniacki 5475 24 14 settembre
5 Russia Elena Dementieva 5415 19 14 settembre
6 Bielorussia Viktoryja Azaranka 4451 16 9 ottobre
7 Stati Uniti Venus Williams 4397 16 9 ottobre
8 Serbia Jelena Janković 3555 18 22 ottobre
Dinara Safina testa di serie numero 1

La prima a qualificarsi per il torneo è stata Dinara Safina che ha avuto la certezza di essere a Doha il 25 agosto. Dinara Safina ha avuto un ottimo rendimento nell'inizio della stagione:ha raggiunto la finale nel torneo ASB Classic battuta da Elena Dementieva 6–3 2–6 6–1.Subito dopo è seguita un'altra finale (la sua seconda in un torneo del Grande Slam), quella dell'Australian Open 2009 dove è stata battuta da Serena Williams per 6–0 6–3. Safina è diventata poi la numero uno del mondo dopo che Serena Williams aveva perso molti punti rinunciando a partecipare al torneo di Charleston. Dinara ha raggiunto la terza finale della stagione nel Porsche Tennis Grand Prix ma ancora una volta ha perso da Svetlana Kuznetsova per 6–4 6–3. Successivamente ha vinto 2 titolo consecutivi, aggiudicandosi gli Internazionali d'Italia battendo in finale la Kuznetsova 6–3 6–2 e il Mutua Madrilena Madrid Open battendo Caroline Wozniacki 6–2 6–4.[1] La Safina ha raggiunto un'altra finale dello Slam al Roland Garros e ancora una volta è stata battuta dalla Kuznetsova 6–4 6–2.Nello Slam successivo:il Torneo di Wimbledon ha raggiunto le semifinali dove è stata battuta nettamente da Venus Williams col punteggio di 6–1 6–0. Subito dopo si è riscattata aggiudicandosi il Banka Koper Slovenia Open[2] e raggiungendo la finale a Cincinnati ma lì è stata battuta da Jelena Janković 6–4 6–2.Agli US Open non è stata protagonista e dopo aver superata a fatica il 1° e il 2º turno è stata battuta da Petra Kvitová per 6–4 2–6 7–6(5)[3].Questa è la seconda apparizione della Safina al torneo di fine anno del WTA Tour.

Serena Williams vincitrice di Wimbledon

La seconda a qualificarsi è stata Serena Williams. Serena è stata la vincitrice dell'Australian Open e del torneo di Wimbledon, vincendo l'11º major della carriera, mentre a Flushing Meadows si è fermata in semifinale di fronte alla trionfatrice Kim Clijsters. Considerando i soli tornei Wta la statunitense ha fatto registrare una finale, persa a Miami, e un bilancio di 22 vittorie e 11 sconfitte (contro le 23 vittorie e solo 2 sconfitte nei grandi eventi).

Si sono qualificate al torneo anche 2 russe:Svetlana Kuznetsova ed Elena Dementieva. La prima al Master 2008 non vinse neanche una partita, ma quest'anno nel trionfo al Roland Garros ha mostrato di poter raggiungere livelli veramente molto alti e di saper battere chiunque quando gioca in scioltezza.

Elena Dementieva, numero cinque del seeding, che con la sua nona apparizione in questo torneo ha fatto il record di presenze tra le giocatrici in attività. Nonostante la medaglia d'oro a Pechino e i numerosi trofei vinti:17, la Dementieva ha sempre solo sfiorato risultati di prestigio. Ricordiamo le 2 finali di Slam perse malamente a Parigi e New York. Quest'anno la moscovita è arrivata tra le prime quattro in Australia e a Wimbledon nella semifinale ha perso contro Serena Williams dopo 2 ore e 49 minuti e un match point non sfruttato.

Jelena Janković all'inizio del 2009 era numero uno del mondo mentre per questa edizione è riuscita a catturare l'ultimo posto utile. In questa stagione la serba ha fatto davvero poco: ha avuto gli unici acuti con le vittorie a Cincinnati e a Marbella, mentre negli Slam ha come miglior piazzamento gli ottavi in Australia e a Parigi.

Venus Williams, numero 7 del tabellone, è la campionessa in carica ma le ultime uscite ha subito dure sconfitte contro Pavyuchenkova al primo e al secondo turno rispettivamente nei tornei di Tokyo e Pechino.Venus è scesa dal quarto al settimo posto in classifica, proprio per colpa dei punti conquistati al Master 2008 che sono scaduti.Ha conquistato solo due tornei, Dubai e Acapulco, per altro entrambi a febbraio, e negli Slam solo a Wimbledon,le ha regalato solo la finale.

A completare la lista sono:Caroline Wozniacki, diciannovenne di Odense, dopo il grande traguardo della finale conquistata a New York ha dovuto fare i conti con una condizione fisica precaria che l’ha costretta a due ritiri e una sconfitta al primo turno negli ultimi quattro tornei.Viktoryja Azaranka, ventenne di Minsk, dopo aver impressionato a inizio anno con i trionfi a Brisbane, Memphis e soprattutto a Miami, non è più riuscita a giocare il suo migliore tennis.Le due proveranno a vincere il torneo da 'debuttanti', cosa che riuscì solo a Serena Williams nel 2001 e Maria Sharapova nel 2004.

Doppio[modifica | modifica sorgente]

Race Ranking Doppio (22 ottobre 2009)
Rk Nome Punti Tour Data Qualificazione
1 Zimbabwe Cara Black
Stati Uniti Liezel Huber
9100 20 9 settembre
2 Stati Uniti Venus Williams
Stati Uniti Serena Williams
6750 5 29 settembre
3 Spagna Nuria Llagostera Vives
Spagna María José Martínez Sánchez
6396 19 5 ottobre
4 Australia Rennae Stubbs
Australia Samantha Stosur
5048 15 12 ottobre

Il 9 settembre Cara Black e Liezel Huber, le detentrici del titolo, sono state le prime ad essersi qualificate per il master.Loro sono al 1º posto del ranking del doppio dal 2007, insieme hanno raggiunto i quarti di finale agli Australian Open perdendo dalle finaliste Daniela Hantuchová e Ai Sugiyama. Sono arrivate in semifinale sia al Roland Garros perdendo dalle campionesse Anabel Medina Garrigues e Virginia Ruano Pascual che a Wimbledon dove sono state battute dalle sorelle Williams.Hanno raggiunto la loro prima finale dello slam nel 2009 agli US Open ma sono state battute ancora una volta dalle sorelle Williams.Escludendo i tornei dello Slam, Cara e Liezel hanno conquistato l'Open GDF Suez e il Dubai Tennis Championships, hanno vinto anche il Mutua Madrilena Madrid Open, l'AEGON Classic e torneo di Cincinnati. La loro è l'unica squadra ad aver vinto almeno un titolo su 3 differenti superfici.

Il secondo team a qualificarsi è stato quello formato dalle sorelle Williams, Serena Williams e Venus Williams che partecipano per la 1ª volta al torneo di doppio di fine anno.Durante l'anno le 2 sorelle hanno accumulato il record di 24 vittorie e una sola sconfitta, quella al Roland Garros contro Nadia Petrova e Bethanie Mattek-Sands. Loro hanno vinto 3 dei 4 tornei dello Slam dell'anno: Gli Australian Open battendo Daniela Hantuchová e Ai Sugiyama,il torneo di Wimbledon battendo Stosur e Stubbs e gli US Open battendo Cara Black e Liezel Huber. Hanno vinto anche il Bank of the West Classic, l'unico titolo non appartenente allo slam del loro palmares del 2009.

La terza squadra a qualificarsi è quella formata da Nuria Llagostera Vives e María José Martínez Sánchez.Loro non hanno avuto un buon rendimento nei tornei dello slam:sono uscite nel primo turno al Roland Garros e ai quarti negli altri 3.Insieme hanno vinto il maggior numero di titoli tra le doppiste,in totale sono 6:la Copa Sony Ericsson Colsanitas,l'Abierto Mexicano Telcel la Rogers Cup e il Pilot Pen Tennis, il Barcelona Ladies Open e gli Internazionali Femminili di Palermo.

L'ultima coppia a qualificarsi è stata quella formata da Samantha Stosur e Rennae Stubbs.Loro sono la sola coppia partecipante a questo torneo che non ha vinto nessun titolo nel 2009.Sono state finaliste all'AEGON International, nella Rogers Cup, e a Wimbledon. Sono state semifinaliste agli US Open e hanno raggiunto il terzo turno agli Australian Open e nel Roland Garros.

Montepremi[modifica | modifica sorgente]

Il montepremi totale ammonta a 4.5 milioni di dollari.

Turno Singolare Doppio1 Punti
Vincitrice 1,550 000 $375 000 +450
Finalista $780 000 $187 500 +360
Round Robin (3 vittorie) $400 000 $93 7502 480
Round Robin (2 vittorie) $300 000 - 320
Round Robin (1 vittoria) $200 000 - 160
Round Robin (0 vittorie) $100 000 - 0
Alternates $50 000 -
  • 1 Montepremi per tutta la squadra.
  • 2 Montepremi per le semifinaliste.

Round Robin[modifica | modifica sorgente]

Giorno 1[modifica | modifica sorgente]

Nel 1º giorno la prima partita è stata quella tra Viktoryja Azaranka,rivelazione del WTA Tour 2009, e Jelena Janković che aveva iniziato l’anno al primo posto delle classifiche. La bielorussa, al suo esordio in un Master, è partita benissimo strappando subito la battuta alla serba, sempre più in crisi. L’Azarenka con 2 break si è aggiudicata la prima frazione per 6-2. Nel secondo la Jankovc ha provato a fare qualcosa di più ma è stata tradita dal suo dritto. La bielorussa ha tolto 3 volte il servizio alla serba per chiudere la partita per 6-2 6-3. Nella seconda partita della giornata Serena Williams si è imposta in due set sulla russa Svetlana Kuznetsova. L’americana che se a Doha riuscirà a fare meglio di Dinara Safina tornerà al primo posto in classifica ha vinto il primo set al tie-break per 8-6. Nel secondo Serena ha recuperato da 3-1 sotto per andare a vincere per 7-5 grazie al break ottenuto all’undicesimo game. Brutta sconfitta invece per la maggiore delle sorelle Williams. Infatti Venus, scivolata al settimo posto nel ranking WTA, ha ceduto in tre frazioni ad Elena Dementieva. L’americana nel primo set è volata via facilmente sul 4-1 per chiudere la frazione per 6-3. Venus si è ritrovata addirittura avanti 6-3 3-1 ma qui si è spenta. La Dementieva è riuscita a recuperare e vincere al tie-break la frazione per 8-6. Nonostante alla fine 15 doppi falli la russa ha dominato il terzo set chiudendo, dopo oltre 2 ore e mezzo di gioco la sfida con lo score di 3-6 7-6 6-2.

Khalifa International Tennis and Squash Complex
Gruppo Vincitrice Perdente Punteggio
Gruppo Bianco Bielorussia Viktoryja Azaranka [6] Serbia Jelena Janković [8] 6–2, 6–3
Gruppo Marrone Russia Elena Dementieva [5] Stati Uniti Venus Williams [7] 3–6, 7–6(6), 6–2
Gruppo Marrone Stati Uniti Serena Williams [2] Russia Svetlana Kuznetsova [3] 7-6(6), 7-5

Giorno 2[modifica | modifica sorgente]

La seconda giornata del Masters di Doha ha visto l'esordio di Caroline Wozniacki e Dinara Safina. Nel gruppo bianco la danese ha battuto in tre set (1-6, 6-4, 7-5) Viktoryja Azaranka. La Wozniacki sbaglia tanto e la bielorussa la punisce con un rovescio letale che le vale il break. Prova a reagire la danese, ma la bielorussa con il secondo break del match si porta sul 4-1 e vola dritta verso il 6-1 finale. Cambia atteggiamento nel secondo parziale la Wozniacki con un break in apertura, e, al termine di un duro botta e risposta, è proprio lei a portare a casa il set imponendosi per 6-4. Verdetto rimandato al terzo set, che sorride proprio alla Wozniacki la quale, sotto di un break e con un fastidioso dolore alla coscia sinistra, è stata capace di ribaltare la situazione. 7-5 è il risultato dell'ultima frazione di gioco a favore della danese che ha la meglio sull'Azarenka dopo tre ore di gioco. Non è iniziata nel migliore dei modi, invece, l'avventura della numero 1 del mondo Dinara Safina. La russa, infatti, è costretta a ritirarsi dopo appena due giochi durante il suo primo match che la vedeva affrontare la serba Jelena Janković. Un infortunio alla schiena ha impedito alla sorella di Marat di proseguire l'incontro, fermo sull'1-1.Finisce in lacrime la stagione della Safina che può così dire addio alla prima posizione mondiale. Tra le due sorelle Williams:Venus e Serena, rispettivamente numero 7 e numero 2 del mondo è stata Serena ad aver avuto la meglio al termine di tre combattutissimi set. La maggiore delle Williams si aggiudica il primo parziale 7-5, strappando il servizio alla sorella proprio sul 6-5. A un primo set equilibrato fa da contraltare un secondo parziale in cui Venus è apparsa in calo e non ha opposto particolare resistenza. La seconda frazione di gioco si è conclusa 6-4 a favore di Serena e tutto è stato rimandato al terzo parziale. La minore delle Williams brekka subito la sorella, ma arriva immediatamente il contro break di Venus. Serena, però, s'invola immediatamente sul 4-1 e quando ormai tutto sembra deciso, la numero 7 del mondo recupera alla grande e aggancia la sorella portandosi sul 5-5 e sprecando addirittura un match point sul 6-5. Non mancano le emozioni nel tie break che decide l'incontro, conclusosi 7-4 a favore di Serena.

Khalifa International Tennis and Squash Complex
Gruppo Vincitrice Perdente Punteggio
Gruppo Bianco Danimarca Caroline Wozniacki [4] Bielorussia Viktoryja Azaranka [6] 1–6, 6–4, 7–5
Gruppo Bianco Serbia Jelena Janković [8] Russia Dinara Safina [1] 1–1 rit.
Gruppo Marrone Stati Uniti Serena Williams [2] Stati Uniti Venus Williams [7] 5-7, 6-4, 7-6(4)
1° Match alle 15:00 CEST

Giorno 3[modifica | modifica sorgente]

Nel 3º giorno c'è stato il secondo successo in tre set per la danese Caroline Wozniacki, numero 4 del ranking, che dopo aver superato la bielorussa Azarenka si è ripetuta nella seconda sfida contro la russa Zvonareva, entrata nel Gruppo Bianco a seguito del forfait della Safina. La diciannovenne di Odense domina il primo set imponendosi 6-0, ma soffre poi il ritorno della avversaria che porta il secondo parziale fino al tie-break, per aggiudicarsi il gioco decisivo 7-3. La partita si decide quindi al terzo, con il match che rimane in equilibrio fino al 4-4, quando la Wozniacki, nonostante un dolore alla coscia sinistra, riesce a trovare l'accelerazione decisiva che vale il break e il seguente 6-4. Serena Williams nel Gruppo Marrone ha completato il suo percorso netto battendo anche la russa Elena Dementieva nel terzo e ultimo match del suo girone. Partita tutto sommato semplice per Serena, che si aggiudica il primo set 6-2 e va subito avanti di un break nel secondo parziale. La Dementieva, però, non molla e ruban a sua volta il servizio all'avversaria, ma alla fine è costretta alla resa: sul 5-4 a favore della Williams, infatti, la russa paga per l'ennesima volta la sua carenza al servizio, permettendo a Serena di chiudere il match 6-4 con un game a zero. Venus Williams ottiene la sua prima vittoria al Master di Doha battendo Svetlana Kuznetsova al termine di tre set. La sorella maggiore delle Williams, parte con il piede giusto, dominando il primo parziale con un secco 6-2, ma confermando poi le sue classiche difficoltà di tenuta e permettendo alla sua avversaria di rientrare con il 7-6 del secondo set, deciso dal 7-3 del tie-break a favore della russa. Se nelle due partite precedenti la Williams non era più riuscita a riprendere in mano il match, questa volta Venus riesce a mantenere la concentrazione fino alla fine, fattore che le permette di trovare l'accelerazione giusta sul 4 pari del terzo, chiudendo il match 6-4.

Khalifa International Tennis and Squash Complex
Gruppo Vincitrice Perdente Punteggio
Gruppo Bianco Danimarca Caroline Wozniacki [4] Russia Vera Zvonareva [ALT] 6-0 6(3)-7 6-4
Gruppo Marrone Stati Uniti Serena Williams [2] Russia Elena Dementieva [5] 6-2, 6-4
Gruppo Marrone Stati Uniti Venus Williams [7] Russia Svetlana Kuznetsova [3] 6-2, 6(3)-7, 6-4
1° Match alle 15:00 CEST

Giorno 4[modifica | modifica sorgente]

Nella 4ª giornata Jelena Janković si qualifica per le semifinali: nel Gruppo Bianco la serba ha sconfitto con un doppio 6-2 la danese Caroline Wozniacki. Il match è stato senza dubbio condizionato dalla forma precaria di Caroline, che nella precedente partita era uscita dal campo in lacrime e con i crampi dopo la battaglia vinta contro Vera Zvonareva. Svetlana Kuznetsova ha vinto 6-3 6-2 contro Elena Dementieva nel Gruppo Marrone. La numero tre del mondo serve bene e non concede nemmeno una palla break, al contrario dell'avversaria, che colleziona sette doppi falli e nemmeno un ace e regala alla Kuznetsova otto break point, salvandone cinque. Il successo per Svetlana non conta nulla, perché era già eliminata, ma in questo modo la russa fa un favore a Venus Williams. La statunitense passa infatti come seconda del gruppo. Caroline Wozniacki è stata poi salvata dal ritiro della Azarenka che si era trovata a condurre 6-4 5-2 contro Agnieszka Radwańska. La polacca ha sostituito la Zvonareva, subentrata all’infortunata Dinara Safina e costretta a rinunciare per un problema alla caviglia. La bielorussa, dopo aver ceduto il secondo set, si è ritirata per un dolore alla coscia sinistra quando la Radwanska conduceva 4-1 nella terza e decisiva partita. Quello della Azarenka è stato il terzo ritiro dall’inizio del torneo.

Khalifa International Tennis and Squash Complex
Gruppo Vincitrice Perdente Punteggio
Gruppo Bianco Serbia Jelena Janković [8] Danimarca Caroline Wozniacki [4] 6-2, 6-2
Gruppo Marrone Russia Svetlana Kuznetsova [3] Russia Elena Dementieva [5] 6-3, 6-2
Gruppo Bianco Polonia Agnieszka Radwańska [ALT] Bielorussia Viktoryja Azaranka [6] 4-6, 7-5, 4-1 rit.
1° Match alle 15:00 CEST

Finali[modifica | modifica sorgente]

Giorno 5[modifica | modifica sorgente]

Nel 5º giorno c'è stato il re-make della semifinale del 2008, Venus Williams ha battuto Jelena Janković 5-7 6-3 6-4, seppur condizionata da un problema al ginocchio sinistro. Proprio sfruttando questo problema, Jelena Janković era riuscita a superare il Gruppo Bianco, e dopo essersi aggiudicata il set d'apertura sembrava destinata a conquistare la finale. A quel punto Venus ha deciso di cambiare tattica, provando ad accorciare gli scambi e forzando al servizio: 11 doppi falli complessivi sono stati il prezzo da pagare, non troppo alto, visto l'esito del match. Caroline Wozniacki dopo i crampi contro Vera Zvonareva, ha avuto un problema agli addominali. L'infortunio ha impedito alla danese di esprimersi al meglio soprattutto al servizio, come dimostrano i quattro break subiti nei cinque turni di battuta del primo set. Avanti 1-0 nel secondo, dopo il break a Serena Williams, Caroline ha deciso di abbandonare il match consegnando la vittoria alla sua avversaria. Nelle semifinali del doppio Cara Black e Liezel Huber hanno battuto Samantha Stosur e Rennae Stubbs 3-6, 7-6(3), [10-8] e nell'altra la coppia spagnola formata da Nuria Llagostera Vives e María José Martínez Sánchez ha avuto la meglio sulle sorelle Williams per 2-6, 6-4, [10-8].

Khalifa International Tennis and Squash Complex
Gruppo Vincitrice Perdente Punteggio
Semifinali doppio Zimbabwe Cara Black [1]
Stati Uniti Liezel Huber [1]
Australia Samantha Stosur [4]
Australia Rennae Stubbs [4]
3-6, 7-6(3), [10-8]
Semifinali singolare Stati Uniti Venus Williams [7] Serbia Jelena Janković [8] 5-7, 6-3, 6-4
Semifinali singolare Stati Uniti Serena Williams [2] Danimarca Caroline Wozniacki [4] 6-4, 0-1 rit
Semifinali doppio Spagna Nuria Llagostera Vives [3]
Spagna María José Martínez Sánchez [3]
Stati Uniti Serena Williams [2]
Stati Uniti Venus Williams [2]
2-6, 6-4, [10-8]
1° Match alle 12:00 CEST

Giorno 6[modifica | modifica sorgente]

Serena Williams ha battuto la sorella Venus, campionessa in carica. nella finale in poco meno di un'ora e mezza di gioco con il punteggio di 6-2 7-6 e succede nell'albo d'oro proprio alla sorella. Venus ha fatto quel che ha potuto, trascinando la sorella al tie break nel secondo set dopo aver perso il primo 6-2.Serena ha dominato soprattutto con il servizio: 5 ace e il 67% di prime palle, l'89% dei punti realizzati sulla prima e l'82% sulla seconda, uniti alle zero palle break concesse. Venus, oltre ad una minore efficacia al servizio, ha pagato anche i numerosi errori da fondo campo e non è stata all'altezza di Serena..Con la vittoria nel Sony Ericsson Championships, Serena Williams ha suggellato nel migliore dei modi la prima posizione del ranking Wta. Era la 23ª volta in carriera che le sorelle di Compton si ritrovavano di fronte in un match ufficiale. Nel 2009 Venus ha perso tutte e cinque le sfide contro la sorella: semifinali di Dubai e Miami, finale di Wimbledon, round robin e finale del Masters. Nel doppio il titolo è andato alla coppia spagnola formata da Nuria Llagostera Vives e María José Martínez Sánchez che hanno battuto in finale le detentrici del titolo Cara Black e Liezel Huber per 7-6(0) 5-7 [10-7].

Khalifa International Tennis and Squash Complex
Gruppo Vincitrice Perdente Punteggio
Finale singolare Stati Uniti Serena Williams [2] Stati Uniti Venus Williams [7] 6-2, 7-6(4)
Finale doppio Spagna Nuria Llagostera Vives [3]
Spagna María José Martínez Sánchez [3]
Zimbabwe Cara Black [1]
Stati UnitiLiezel Huber [1]
7-6(0) 5-7 [10-7]
1° Match alle 16:00 CEST

Campioni[modifica | modifica sorgente]

Singolare[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi WTA Tour Championships 2009 - Singolare.

Stati Uniti Serena Williams ha battuto in finale Stati Uniti Venus Williams, 6–2, 7–6(4)

Doppio[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi WTA Tour Championships 2009 - Doppio.

Spagna Nuria Llagostera Vives / Spagna María José Martínez Sánchez hanno battuto in finale Zimbabwe Cara Black / Stati Uniti Liezel Huber 7-6(0) 5-7 [10-7]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Safina Wins 2nd Straight Title at WTA Madrid in Tennis-X, 17 maggio 2009.
  2. ^ (EN) Dinara Safina wins Slovenia Open final in 3 sets in Yahoo! Sports, 27 luglio 2009.
  3. ^ (EN) Petra Kvitova Ousts Dinara Safina From US Open in Thaindian News, 6 settembre 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

tennis Portale Tennis: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di tennis