Volvo S40

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Volvo S40
1st-S40.jpg
Descrizione generale
Costruttore Svezia  Volvo
Tipo principale Berlina 3 volumi
Altre versioni Station wagon
Produzione dal 1995 al 2013
Sostituisce la Volvo Serie 400
Sostituita da Volvo V40
Esemplari prodotti 352.910[1]
Euro NCAP (1997[2]) 5 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.468 mm
Larghezza 1.880 mm
Altezza 1.503 mm
Passo 2.710 mm
Massa da 1.399 a 1.426 kg
Altro
Assemblaggio Gand, Belgio
Auto simili Audi A3 Sportback
Ford Focus
Lancia Delta
Peugeot 408
Volkswagen Jetta
Škoda Octavia
Toyota Corolla
Volvo S40 (Old).JPG

Le Volvo S40, V40 e V50 sono autovetture di classe media prodotte da Volvo. Ci sono state due serie di questa vettura, la prima delle quali è stata lanciata nel 1995, mentre la seconda è datata 2004. Dal 2014 la S40 non viene più prodotta.

Prima serie (1995–2004)[modifica | modifica wikitesto]

lato e frontale della Volvo V50

Le prime S40 (berlina) e V40 (station wagon) venivano costruite nei Paesi Bassi nello stabilimento NedCar (ex DAF), in base ad una joint venture tra Mitsubishi Motors Corporation e Volvo, prima che quest'ultima venisse acquistata da Ford. Era infatti basata sulla stessa piattaforma della Mitsubishi Carisma. Nonostante la piattaforma condivisa, la S40/V40 e la Carisma si differenziavano notevolmente, dato che dei circa 5.000 componenti della vettura, 4.000 risultavano differenti per le due vetture. Dei rimanenti, circa 650 venivano prodotti da Volvo e 350 da Mitsubishi.

Furono auto innovative per l'epoca perché per la prima volta la Volvo offriva di serie gli airbag laterali su una sua vettura. Rispetto alla precedente 460 la S40 abbandonava le linee squadrate della sua predecessora ed adottava linee arrotondate e eleganti e sportive allo stesso tempo; la V40 fu la prima station wagon compatta di casa Volvo.

Nel 2000 S40 e V40 ricevettero un restyling ("Fase II") in cui vennero introdotte numerose migliorie, tra cui l'iniezione diretta sui motori diesel, nuove geometrie delle sospensioni, miglioramento dello sterzo e un leggero ridisegnamento del frontale, dei gruppi ottici posteriori e di alcuni particolari esterni ed interni.

Le S40 e V40 erano equipaggiate con motori turbo-diesel 1.9 (di origine Renault) e con motori a benzina 1.6, 1.8, 2.0. Questi ultimi anche sovralimentati mediante turbocompressore (2.0T e T4). Versione con motore 1.8 era prodotta anche come BiFuel, con impianto GPL direttamente dalla casa madre. Con tasto LPG sulla plancia centrale, strumento con lancetta per visualizzazione livello gas al posto di termometro, e la spia verde LPG nel quadro strumenti. A causa del serbatoio in forma di ciambella ubicato nel baule, veniva fornita senza ruota di scorta.

La prima versione di quest'auto è stata sottoposta nel 1997 al crash test dell'EuroNCAP ottenendo 4 stelle di valutazione[2].

Le due vetture ebbero molto successo (soprattutto la V40), grazie ad un'elevata qualità unita ad un prezzo piuttosto concorrenziale.

Seconda serie (2003–2013)[modifica | modifica wikitesto]

S40 seconda serie

Introdotta alla fine del 2003, la seconda generazione della S40 è basata su piattaforma Ford C1 (sulla quale sono basate anche, ad esempio Ford Focus e Mazda 3) e viene costruita nello stabilimento di Gand in Belgio. La versione station wagon assunse il nome di V50. Sebbene il telaio e la maggioranza delle componenti della vettura siano stati sviluppati da Volvo, le sospensioni sono state sviluppate da Ford, i motori diesel da Ford-PSA (Peugeot) e i cambi da Mazda. Nel corso del 2006 è stata introdotta la motorizzazione cinque cilindri diesel di origine Volvo. Nel giugno 2007 il modello ha subito un leggero restyling che ha interessato i gruppi ottici anteriori e posteriori e i fascioni paracolpi di entrambe le versioni, berlina e station wagon. La V50 è proposta sul mercato con tre allestimenti: kinetic, momentum e summum. Per quanto riguarda la sicurezza automobilistica, anche la seconda serie della S40 è stata sottoposta ai test dell'EuroNCAP nel 2004 raggiungendo la valutazione globale di 5 stelle[3].

Nel 2012 la vettura è stata sostituita dalla Volvo V40, nuova berlina 2 volumi.

Motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Modello Disponibilità Motore Cilindrata
(cm³)
Potenza Coppia Massima
(Nm)
Emissioni CO2
(g/Km)
0–100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(Km/l)
2.0 dal 2004 Benzina 1999 107 Kw (145 Cv) 185 176 9.5 210 13.5
2.5 T5 dal 2007 Benzina 2521 169 Kw (230 Cv) 320 211 7.2 235 11.1
1.6 D DRIVe dal 2004 Diesel 1560 85 Kw (115 Cv) 270 99 11.4 195 26.3
1.6 D2 dal 2004 Diesel 1560 84 Kw (115 Cv) 270 114 11.4 195 23.3
2.0 D3 dal 2007 Diesel 1984 110 Kw (150 Cv) 350 134 9.5 210 19.6
2.0 D4 dal 2007 Diesel 1984 130 Kw (177 Cv) 400 134 8.7 220 19.6

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) media.volvocars.com
  2. ^ a b (EN) Test EuroNCAP del 1997
  3. ^ (EN) Test EuroNCAP del 2004

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili