Vichy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il governo francese istituito dai tedeschi in Francia nella seconda guerra mondiale, vedi Governo di Vichy.
Vichy
comune
Vichy – Stemma
(dettagli)
Vichy – Veduta
Localizzazione
Stato Francia Francia
Regione Blason de l'Auvergne.svg Alvernia
Dipartimento Blason département fr Allier.svg Allier
Arrondissement Vichy
Cantone Vichy-Nord
Vichy-Sud
Territorio
Coordinate 46°07′N 3°25′E / 46.116667°N 3.416667°E46.116667; 3.416667 (Vichy)Coordinate: 46°07′N 3°25′E / 46.116667°N 3.416667°E46.116667; 3.416667 (Vichy)
Altitudine 249 m s.l.m.
Superficie 5,85 km²
Abitanti 25 585[1] (2009)
Densità 4 373,5 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 03200
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 03310
Nome abitanti Vichyssois
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Vichy
Sito istituzionale

Vichy è un comune francese di 25.585 abitanti situato nel dipartimento dell'Allier della regione dell'Alvernia. I suoi abitanti si chiamano Vichyssois.

La cittadina è nota per essere stata la capitale del governo collaborazionista dello Stato francese anche noto come Repubblica di Vichy, sorto durante la seconda guerra mondiale nella Francia meridionale.

Dal nome della cittadina nasce la storica marca di dermo-cosmetica Vichy Laboratoires, brand del Gruppo leader nella cosmetica l'Oréal.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

La presenza di sorgenti termali favorì la fondazione dell'antico borgo fin dal tempo dei Gallo-Romani. Durante i primi due secoli dell'era cristiana, Vichy conobbe anche una prosperità economica e termale. Il toponimo "Vipiacus" comparve verso la fine del III secolo.

Nel Medio Evo, Vichy appartiene a duchi di Borbone fino al 1527, quando viene unito al Regno di Francia.

Nel XVII secolo comincia a svilupparsi il turismo termale da parte dei nobili che trovano le acque di Vichy "miracolose".

Nel 1799, Maria Letizia Ramolino, madre di Napoleone, fece una cura insieme al figlio Luigi.

Nella prima metà del XIX secolo con l'aumentare dei turisti fu incrementata la capacità di accoglimento dello stabilimento termale.

Durante il secondo impero Vichy conosce un grande sviluppo. Diviene una stazione alla moda, frequentata anche dall'imperatore Napoleone III.

XX secolo[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Governo di Vichy.

Vichy accoglie 40.000 turisti nel 1900, quasi 100.000 alla vigilia della prima guerra mondiale, ma lo sviluppo sarà interrotto dalla guerra.

Tra le due guerre vi fu una ripresa del termalismo, ma la città divenne famosa, suo malgrado, in seguito all'armistizio ivi firmato il 22 giugno 1940. La zona non occupata dai tedeschi prese il nome di Stato Francese e si insediò nella città il successivo 1º luglio, in ragione della sua relativa vicinanza con Parigi e della capacità alberghiera. Quello stesso giorno il neocostituito governo prese possesso di numerosi hôtel, e 600 parlamentari raggiunsero la città per la riunione delle Camere, nella cui seduta dei successivi 9 e 10 luglio venne votata la fine della terza Repubblica, l'abolizione del regime repubblicano e l'istituzione del nuovo Stato Francese, con alla testa il maresciallo Philippe Pétain. Solamente 80 deputati votarono contro la risoluzione.

A partire da quella data, Vichy fu, per quattro anni, capitale di quella parte di Francia collaborazionista dei nazisti.

Gli anni cinquanta e sessanta saranno i periodi più fasti per Vichy, che vide sfilare personalità e teste coronate.

La città è oggi conosciuta anche per il motivo per stoffe a quadretti detto appunto "quadretti Vichy". Reso celebre da Brigitte Bardot, che lo sfoggiò su una famosa copertina della rivista Elle e lo scelse nella variante bianco e rosa confetto per le sue nozze con l’attore Jacques Charrier, questo motivo quadrettato è normalmente utilizzato nei tessuti di cotone per grembiuli e camicie(bianco e blu, bianco e celeste, bianco e rosa,...) prodotti particolarmente proprio nella città francese di Vichy.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia