Tu che m'hai preso il cuor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tu che m'hai preso il cuor
Artista Claudio Villa
Gianni Morandi
Autore/i Franz Lehar - Ludwig Herzer - Fritz Löhner-Beda (versione in lingua italiana: Edizioni Suvini Zerboni)
Genere romanza
Esecuzioni notevoli Vedi: Interpreti
Data 1929

Tu che m'hai preso il cuor è il titolo di una romanza tratta dall'operetta Il paese del sorriso (Das Land des Lächelns) musicata da Franz Lehár su libretto di Ludwig Herzer e Fritz Löhner-Beda (per l'Italia Edizioni Suvini Zerboni), andata in scena per la prima volta al Metropol-Theater di Berlino il 10 ottobre 1929 con Richard Tauber[1].

Evergreen[modifica | modifica sorgente]

In versione originale il titolo è Dein ist mein ganzes Herz, mentre in lingua inglese è conosciuta con quello di You are my heart's delight.

Soprattutto per il ritornello, il brano gode di notorietà con vita a sé stante tanto da essere entrato — come standard — nel repertorio della musica popolare. È stato inciso in numerose versioni sia da cantanti lirici e che interpreti di musica leggera. Come brano avulso dal contesto operettistico è interpretato prevalentemente da artisti maschili.

Contenuto[modifica | modifica sorgente]

Il brano è, nella sua versione originale, un duetto d'amore per soprano e tenore che impersonano in scena i protagonisti dell'operetta di Lehar: la giovane occidentale Lisa ed il principe cinese Sou-Chong. I due innamorati, disposti a inseguirsi tra Vienna e la Cina, sfidano le difficoltà derivanti dalle diverse culture ma alla fine non riusciranno a trovare l'amore eterno.

Versione italiana[modifica | modifica sorgente]

Nella poetica in lingua italiana che si rifà agli stilemi dell'opera lirica in voga negli anni venti, il refrain del tenore - che funziona nell'economia del testo come intermezzo declamato - restituisce appieno il senso del sentimento amoroso che unisce i due giovani protagonisti e fa di questo brano uno dei classici delle canzoni per innamorati:

« Ti vedo tra le rose
ti dico tante cose
se il vento lieve t'accarezza
un profumar di giovinezza
mi fai tremar
La notte sogno tremando di te
quale incantesimo il mio cuor

sul tuo cuor
mentre si schiudono le pupille tue d'or. »

Versione originale in tedesco[modifica | modifica sorgente]

Dein ist mein ganzes Herz!
Wo du nicht bist, kann ich nicht sein.
So, wie die Blume welkt,
wenn sie nicht küsst der Sonnenschein!
Dein ist mein schönstes Lied,
weil es allein aus der Liebe erblüht.
Sag mir noch einmal, mein einzig Lieb,
oh sag noch einmal mir:
Ich hab dich lieb!

Wohin ich immer gehe,
ich fühle deine Nähe.
Ich möchte deinen Atem trinken
und betend dir zu Füssen sinken,
dir, dir allein! Wie wunderbar
ist dein leuchtendes Haar!
Traumschön und sehnsuchtsbang
ist dein strahlender Blick.
Hör ich der Stimme Klang,
ist es so wie Musik.

Dein ist mein ganzes Herz!
Wo du nicht bist, kann ich nicht sein.
So, wie die Blume welkt,
wenn sie nicht küsst der Sonnenschein!
Dein ist mein schönstes Lied,
weil es allein aus der Liebe erblüht.
Sag mir noch einmal, mein einzig Lieb,
oh sag noch einmal mir:
Ich hab dich lieb!

Eseguito spesso nei concerti con musiche da operette, il motivo è stato utilizzato anche per accompagnare spot pubblicitari.

Interpreti internazionali[modifica | modifica sorgente]

Interpreti italiani[modifica | modifica sorgente]

Lirici[modifica | modifica sorgente]

Pop[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Approfondimento su Inscena.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica