Short Seaford

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Short Seaford
IWM-ATP-14556C-Seaford.jpg
Descrizione
Tipo idropattugliatore marittimo
Equipaggio 8-11
Costruttore Regno Unito Short Brothers
Data primo volo 1944
Utilizzatore principale Regno Unito Royal Air Force
Esemplari 8 (+ 2 prototipi[1])
Sviluppato dal Short Sunderland
Altre varianti Short Solent
Dimensioni e pesi
Lunghezza 27,0 m (88 ftin)
Apertura alare 34,38 m (112 ft 9½ in)
Altezza 11,35 m (37 ft 3 in)
Superficie alare 156,7 (1 687 ft²)
Peso a vuoto 20 412 kg (45 000 lb)
Peso carico 34 020 kg (75 000 lb)
Propulsione
Motore 4 radiali Bristol Hercules XIX
Potenza 1 720 hp (1 283 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max 389 km/h (242 mph, 210 kt) a 150 m (500 ft)
Velocità di crociera 249 km/h (155 mph, 138 kt)
Velocità di salita 4,5 m/s (880 ft/min)
a 3 050 m (10 000 ft) in 18 min
Autonomia 4 988 km (3 100 mi, 2 696 nm)[2][3]
Tangenza 4 267 m (14 000 ft)
Armamento
Mitragliatrici 2 Browning M1919 calibro .303 in (7,62 mm)
6 Browning M2 calibro 12,7 mm (.050 in)
Cannoni 2 Hispano calibro 20 mm
Bombe fino a 2 250 kg (4 960 lb) tra bombe e cariche di profondità
Note dati relativi alla versione S.45 Seaford

i dati sono estratti da War Planes of the Second World War (Vol. 5)[4]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Lo Short Seaford era un idropattugliatore marittimo quadrimotore a scafo centrale prodotto dall'azienda britannica Short Brothers negli anni quaranta.

Derivato dal Sunderland Mark IV, diede a sua volta origine a diversi sviluppi dotati di diverse denominazioni, sia per utilizzo militare che civile.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Civili[modifica | modifica wikitesto]

Regno Unito Regno Unito

Militari[modifica | modifica wikitesto]

Regno Unito Regno Unito

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rickard
  2. ^ Barnes 1967, p. 368
  3. ^ London 2003, pp. 264-265
  4. ^ Green 1968, p. 107

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Christopher Henry Barnes, Derek N. James, Shorts Aircraft since 1900, London, Putnam, 1989, ISBN 0-85177-819-4.
  • (EN) William Green, War Planes of the Second World War, Volume Five: Flying Boats, London, Macdonald & Co.(Publishers) Ltd. [1962], 1968, ISBN 0-356-01449-5.
  • (EN) Peter London, British Flying Boats, Sutton Publishing, 2003, ISBN 0-7509-2695-3.
  • (EN) Bob Ogden, Aviation Museums and Collections of North America, Air-Britain, 2007, ISBN 0-85130-385-4.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]