Salvatore Landolina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Salvatore Landolina (Sanluri, 12 settembre 1944) è un attore e doppiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Frequenta la civica scuola del Piccolo Teatro di Milano diretta da Paolo Grassi dal 1967 al 1970. Debutta nel 1971 al fianco di Ferruccio Soleri, leggendario Arlecchino, nello spettacolo Arlecchino, l’amore, la fame con Graziella Galvani. La sua esperienza continua alla Piccola Scala con La misura, il mistero di Gianfranco Bettetini e Angelo Paccagnini. Nel 1972 inizia la collaborazione con la Loggetta di Brescia diretta da Renato Borsoni dove interpreta tra l’altro Don Milani e Brescia 1920. Con la Fantastica visione di Giuliano Scabia e con Roberto Vezzosi, inizia un lungo sodalizio artistico con Massimo Castri prendendo parte con ruoli da protagonista a suoi numerosi spettacoli: come La tempesta di William Shakespeare con Ruggero Dondi, Clara Zovianoff, Sergio Reggi, Carlo Boso, Tullia Piredda e Daniela Gara, Vestire gli ignudi di Luigi Pirandello con Ruggero Dondi, Aldo Engheben, Tullia Piredda, Annamaria Lisi e Clara Zovianoff, Edipo re di Seneca con Ruggero Dondi, Patrizia Zappa Mulas e Virginio Gazzolo. Risale proprio a quel periodo un'amicizia di lunga durata con Ruggero Dondi il cui primo esito fu uno spettacolo di Castri (autore e regista) Il Bianco, l’Augusto e il Direttore, in cui, affiancato da Dondi nel ruolo del Bianco e da Pieremilio Gabusi in quello del Direttore, poi sostituito da Ermes Scaramelli, interpreta un esilarante Augusto. Con il Gruppo della Rocca prende parte al Tumulto dei Ciompi per la regia di Roberto Guicciardini con Alvaro Piccardi, Paila Pavese e Mario Mariani. Mentre al Teatro dell'Elfo: Amanti scritto e diretto da Gabriele Salvatores con Corinna Agustoni. Al piccolo Teatro di Milano recita ne l’Intermezzo di J. Giraudoux con Giulia Lazzarini, Ferruccio De Ceresa, Camillo Milli, Massimo Foschi e Franco Graziosi per la regia di Carlo Battistoni.

Al Teatro delle Erbe Costituzione di un capitale di base di G.Turano con Milvia Marigliano e Pedro Sarubbi Ruzzi con la regia di Alberto Ferrari. Nella stagione 1991-1992 si trova allo Stabile di Genova con Nathan il saggio di Gotthold Ephraim Lessing con Eros Pagni, Ugo Maria Morosi, Mario Cei, Virgilio Zernitz e Dorotea Aslanidis per la regia di Guido de Monticelli. Nel 2006, dopo 14 anni di assenza dalle scene, torna al teatro in una rivisitazione del regista Leo Muscato del celebre testo shakesperiano Romeo e Giulietta, nati sotto contraria stella in una produzione Leart. Qui è un Romeo un po' attempato, buffo e commovente nel suo disperato amore per Giulietta (interpretata da Dondi). È affiancato da Marco Gobetti, Ernesto Mahieux, Giordano Mancioppi, Pierfrancesco Loche, Paolo Bessegato, Giulio Baraldi, Dario Buccino. Lo spettacolo conoscerà circa 300 repliche sino al febbraio 2012. Sempre con la Leart ha interpretato "Krogstad" in Casa di bambola di Heinrich Ibsen con la regia di Leo Muscato, affiancato da Lunetta Savino, Ruggero Dondi, Paolo Bessegato e Carlina Torta. Ha preso parte a diversi film per il cinema e per la TV, fra cui Ho fatto splash e Ladri di saponette di Maurizio Nichetti, Happy family di Gabriele Salvatores, La valle dei pioppi di Salvatore Nocita e Servo d’amore di Sandro Bolchi. Negli anni ’80 ha interpretato il personaggio di Marrabbio in quattro serie di Kiss me Licia e sempre in quegli anni interpreta, tra l’altro, il'"cattivo" di Sentieri Roger Thorpe. Ha inoltre avuto una lunga attività come direttore di doppiaggio.

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • "Arlecchino, l'amore, la fame con Graziella Galvani e Ferruccio Soleri
  • "La misura, il mistero di Gianfranco Bettettini e Angelo Paccagnini
  • "Don Milani di Mina Mezzadri
  • "Brescia 1920 di Nuccio Ambrosino
  • "Dal ’30 al ’40 la pecora la canta di Nuccio Ambrosino con Clara Zovianoff e Cesare Ferrario
  • “Fantastica visione di Giuliano Scabia e con Roberto Vezzosi
  • “È arrivato Pietro Gori, anarchico pericoloso e gentile con Sergio Reggi
  • Costruttori d’imperi di Boris Vian con Pietro Domenicaccio, Clara Zovianoff e Tullia Piredda.
  • La tempesta di W. Shakespeare con Ruggero Dondi, Clara Zovianoff, Sergio Reggi, Carlo Boso, Tullia Piredda e Daniela Gara
  • Un uomo è un uomo di Bertolt Brecht con Flavio Bonacci, Gigi Castejon, Clara Zovianoff, Ermes Scaramelli, Alberto Ricca e Lino Robi
  • Vestire gli ignudi di Luigi Pirandello con Ruggero Dondi, Aldo Engheben, Tullia Piredda, Annamaria Lisi e Clara Zovianoff
  • Edipo re di Seneca con Ruggero Dondi, Patrizia Zappa Mulas e Virginio Gazzolo
  • Così è se vi pare di Luigi Pirandello con Luisa Rossi, Virginio Gazzolo, Patrizia Zappa Mulas, Ruggero Dondi, Sonia Gessner, Anna Goel, Elena Callegari e Carla Chiarelli
  • Il Bianco, l’Augusto e il Direttore con Ruggero Dondi, Pieremilio Gabusi, poi Ermes Scaramelli.
  • Tumulto dei Ciompi per la regia di Roberto Guicciardini con Alvaro Piccardi, Paila Pavese e Mario Mariani
  • Amanti di Gabriele Salvatores con Corinna Agustoni
  • Il bugiardo di Carlo Goldoni con Ugo Pagliai, Paola Gassman, Elena Sofia Ricci, Francesca Mazza e Donatello Falchi con la regia di Alvaro Piccardi
  • Il Grande, il Piccolo di Botho Strauss con Giulia Lazzarini e Franco Graziosi con la regia di Carlo Battistoni
  • Il Conte di Carmagnola di Alessandro Manzoni con Massimo Foschi, Renato De Carmine, Secondo De Giorgi, Marisa Minelli regia di Lamberto Puggelli
  • Costituzione di un capitale di base di G.Turano con Milvia Marigliano e Pedro Sarubbi Ruzzi con la regia di Alberto Ferrari
  • La crociata dei bambini di Marcel Schwob con Tino Schirinzi, Alarico Salaroli regia di Giuseppe Di Leva
  • Romeo e Giulietta, nati sotto contraria stella di William Shakespeare, con la regia di Leo Muscato, produzione Leart. Con Ruggero Dondi (Giulietta), Salvatore Landolina (Romeo), Ernesto Mahieaux (Mercuzio, Frate Lorenzo, Madonna Capuleti), Pierfrancesco Loche, Paolo Bessegato, Giulio Baraldi (Balia, Benvolio), Marco Gobetti (Padre Capuleti) Giordano Mancioppi (Direttore di scena, Paride, Tebaldo), Dario Buccino (Musico)
  • Casa di bambola di Heinrich Ibsen con la regia di Leo Muscato, affiancato da Lunetta Savino, Ruggero Dondi, Paolo Bessegato e Carlina Torta

Cinema e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

  • Gary Conway in "Liberty & Bash" (Jordan)
  • George Wendt in "Dennis colpisce ancora" (Poliziotto)
  • John Finn in "Safe Sex - Tutto in una notte" (Ben Kimble)
  • Richard Fancy in "Agguato nell'isola della morte" (Charles Matthews)
  • Milo O'Shea in "Il garzone del macellaio" (Padre Sullivan)
  • Film TV e Miniserie
  • Telefilm
    • Brian Kelly in "Flipper" (Porter Ricks)
  • Soap opera e telefilm
  • Cartoni animati
    • Ed in "T-Rex"
    • Joe in "Video Power"
    • Palmiro in "Tiritere e ghirigori per due topi in mezzo ai fiori"
    • Sampiemousse in "Anatole"
    • Harvey Dent/Due-Facce in "Batman"
    • Duefacce in "Batman, cavaliere della notte"
    • Sciagura in "Il pericolo è il mio mestiere"
    • Bau il cane in "Fox Busters - Galline alla riscossa"
    • Malko in "All'arrembaggio Sandokan"
    • Indigeno in "Pippo e Menelao"
    • Arthur Young in "Tommy la stella dei Giants"
    • Ambrogio in "City Hunter"
    • Jim (capo dei Guerrieri Neri) in "Automodelli-Mini 4WD"
    • Isp. Matsuda in "Moon Mask Rider"
    • Benzinaio in "Le voci della savana"
  • Direzione di doppiaggio
    • Film:
      • "Testimone silenzioso", "DarkWolf"
    • Film TV:
      • "Bang, bang, sei morto!"
      • "Whitewash: The Clarence Brandley Story",
      • "44 Minutes: The North Hollywood Shoot-Out"
    • Telefilm:
      • "Niente è troppo per un cowboy"
    • Telenovelas:
    • "Marcia nuziale"

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]