Massimo Foschi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Quinto Foschi conosciuto come Massimo Foschi (Forlì, 2 gennaio 1938) è un attore e doppiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Una delle sue prime apparizioni come doppiatore risale al film Quarto potere di Orson Welles, dove doppiava parecchi personaggi di contorno. Tra i suoi doppiaggi più memorabili ricordiamo Rutger Hauer in Ladyhawke (1986), Gregory Peck ne Il presagio (1976), Alan Rickman in Trappola di cristallo (1987), Laurence Olivier in Khartoum e Lance Henriksen in Aliens - Scontro finale.

Ma il suo lavoro più famoso resterà la interpretazione vocale nei panni di Dart Fener (Darth Vader) nella versione originale nella prima trilogia di Guerre stellari (Una nuova speranza del 1977, L'Impero colpisce ancora del 1980 e Il ritorno dello Jedi del 1983); dove, grazie ad una modulazione robotica meno invadente della controparte originale (doppiata da James Earl Jones) riusciva ad infondere ancora più carisma al personaggio. Nel 2005 è tornato a doppiare Dart Fener il quale appare brevemente nelle scene finali di Star Wars Episodio III - La vendetta dei Sith, mentre nel 2011 e nell'anno successivo, ha doppiato Donald Sutherland, in due ruoli di rilievo, nei film The Eagle e Hunger Games.

Massimo Foschi è anche attore teatrale e cinematografico.

Prosa televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Il teatro[modifica | modifica wikitesto]

Massimo Foschi è anche e soprattutto un attore teatrale, e sono numerosissimi i lavori a cui ha partecipato, tra i quali ricordiamo:

Ha collaborato spesso con Lamberto Puggelli e il Teatro di Roma nonché con quelli di Milano, specialmente il Manzoni. Da diversi anni legge le opere di Omero insieme a Ottavia Piccolo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]