Roy Dupuis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roy Michael Joseph Dupuis

Roy Michael Joseph Dupuis, conosciuto più semplicemente come Roy Dupuis (New Liskeard, 21 aprile 1963), è un attore cinematografico e attore televisivo canadese.

È noto, in ambito internazionale, per il ruolo dell'agente antiterroristico Michael Samuelle, interpretato nella serie tv Nikita. Nel suo paese, il Canada, è noto soprattutto per aver interpretato il leggendario giocatore di hockey su ghiaccio Maurice Richard e il generale Roméo Dallaire nel film Shake Hands with the Devil.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Roy Dupuis è nato da genitori di origine quebecchese. Dalla sua infanzia all'età di undici anni ha vissuto ad Amos, Abitibi in Québec. I tre anni successivi ha vissuto in Ontario a Kapuskasing dove ha imparato la lingua inglese. Suo padre era un commesso viaggiatore e sua madre un'insegnante di pianoforte, ha un fratello più giovane, Roderick, e una sorella più vecchia, Roxanne. All'età di quattordici anni, quando i suoi genitori divorziarono, si è spostato con la madre a Laval in Québec ed ha terminato la scuola superiore. Dopo il diploma ha iniziato gli studi alla Scuola Nazionale del teatro in Canada (École nationale de théâtre du Canada) dove si è laureato nel 1986.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dupuis ha interpretato diversi ruoli sia a teatro, che in serie televisive ed anche in parecchie pellicole cinematografiche.

Fra i suoi ruoli teatrali di maggior successo possiamo ricordare quello di Romeo nella commedia di William Shakespeare Roméo et Juliette e quello di Sam Shepard in True West. I ruoli che hanno fatto crescere la sua fama sono quelli interpretati nelle serie televisive come Les filles de Caleb(1990-1992) e Million Dollar Babies (1994), quest'ultimo l'ha reso noto anche al pubblico americano. Il suo debutto negli Stati Uniti avvenne poi con il ruolo di Becker nel film Screamers - Urla dallo spazio (1995) e successivamente con il ruolo di John Strauss nel film Hemoglobin (Bleeders) (1997). Il ruolo che lo portò all'apice della fama internazionale fu quello di Michael nella serie televisiva Nikita[1][2], serie che lo ha impegnato per cinque anni e che lo ha anche tenuto lontano dai suoi affetti. Della stessa serie ha diretto l'episodio 5x06 Il male degli uomini nel 2001.

Nel 2003 ha vinto il Metrostar Award come miglior ruolo maschile per la sua interpretazione nella serie televisiva Le dernier chapitre (The Last Chapter) e Le dernier chapitre II (The Last Chapter II: The War Continues), filmati simultaneamente sia in lingua francese che inglese e trasmessi da Radio Canada e CBC.

Nel 1987 ottenne un ruolo del tutto sperimentale nel film Anémique ispirato alla pellicola del 1926 Anémique Cinéma e trasmesso dalla televisione canadese. Si tratta di un breve filmato in bianco e nero di soli sette minuti senza alcun dialogo, con solo un sottofondo musicale attribuito a Randall Kay su una ripetizione circolare di immagini di dischi a spirale e testo sovrapposta ed alternata ad una giovane coppia che si bacia.

Ma fra i suoi migliori ruoli possiamo nominare la sua prima interpretazione da protagonista nel film Being at Home with Claude (1992) diretto da Jean Beaudin dove veste i panni di Yves, un omosessuale che commette un omicidio passionale, e quella nel film J'en suis dove ancora interpreta la parte di un omosessuale nel 1996, ruoli che Dupuis calza con bravura attingendo al suo lato più femminile.

Da ricordare poi il suo ruolo, accanto alla sua compagna, Céline Bonnier nel film Monica la Mitraille 2004, diretto da Pierre Houle e quello del pianista jazz nel film Jack Paradise 2004, in preparazione del quale Roy Dupuis ha imparato il preciso movimento delle mani come pianista jazz seguendo il pianista James Gelfand, il vero compositore delle musiche del film. Un grande ruolo anche nel film Manners of Dying (2004) diretto da Jeremy Peter Allen dove interpreta il condannato a morte Kevin Barlow come quello in Mémoires Affectives (2004) diretto da Francis Leclerc e la collaborazione di Marcel Beaulieu, che ha recentemente ricevuto il premio Jutra, dove ha interpretato un uomo Alexandre Tourneur afflitto da amnesia a causa di un incidente stradale.

Nel film Maurice Richard: The Rocket diretto da Charles Binamé, uscito nel novembre 2005. Roy Dupuis ha interpretato, per la terza volta, il ruolo di Maurice Richard, famoso giocatore di hockey franco-canadese, un'icona per il Canada. Con questo film Dupuis ha vinto il premio Genie 2007[3]. Nel dicembre 2005 Roy Dupuis ha terminato il film That Beautiful Somewhere basato sulla novella del 1992 di Loon, film girato completamente in North Bay Ontario, diretto da Robert Boudreau[4] e presentato in anteprima alla 30ª edizione del Festival des film du monde a Montreal (dal 24 agosto al 4 settembre 2006)[5] ed anche alla 17ª edizione del Cinéfest Sudbury International Film Festival in Ontario, Canada (dal 16 al 24 settembre 2006)[6].

Nel giugno 2006 Dupuis ha recitato nel ruolo principale del generale Roméo Dallaire nel film drammatico Shake Hands with the Devil, diretto da Roger Spottiswoode che parla del genocidio avvenuto in Ruanda nel 1994 durante la guerra civile[7]. Il film, che ha ottenuto parecchi premi, è stato proiettato in anteprima al 32esimo Festival International du Film de Toronto (dal 6 al 15 settembre) ed è poi uscito in sala nel settembre 2007[8][9]. Nell'ottobre 2006 ha poi iniziato accanto all'attrice Susan Sarandon le riprese del film Emotional Arithmetic, diretto da Paolo Barzman ed uscito in sala in aprile 2008[10][11]. Nel febbraio 2007 ha preso parte ad un piccolo cortometraggio diretto da Francis Leclerc intitolato Revenir filmato e trasmesso durante l'undicesima edizione del Festival Regard a Saguenay, (Québec)[12].

A giugno 2007 iniziò le riprese del film Un été sans point ni coup sûr, diretto ancora una volta dal regista ed amico Francis Leclerc. Il film è tratto dall'omonimo romanzo di Marc Robitaille e prodotto da Barbara Shrier, produttrice anche del film Mémoires Affectives, uscito in sala nella primavera 2008[13][14]. Nel 2007 lavorò, ancora accanto alla compagna Céline Bonnier, al film Truffe diretto da Kim Nguyen, storia di pura invenzione ambientata in una Montreal del 2017. Il film aprì il Festival Fantasia il 3 luglio 2008[15] ed è uscito in sala il 22 agosto 2008. Lavorò ancora al film L'instinct de mort che racconta la storia di Jacques Mesrine il nemico pubblico francese degli anni settanta chiamato anche l'uomo dai 100 volti, uscito in sala ad ottobre 2008[16] ed ancora da agosto 2007 lavorò al film The Timekeeper[17], di Louis Bélanger, un adattamento del romanzo di Trevor Ferguson, girato in lingua inglese con riprese esterne interamente realizzate nella riserva naturale di Port-Cartier[18] e a Sept-Îles, uscito per le sale nell'agosto 2009.

Nel 2008 Roy Dupuis è anche tornato a recitare in teatro in un pezzo dell'autrice britannica Sarah Kane, Blasted, messo in scena da Jean-Marc Dalpé e prodotto da Sibyllines[19][20] e poi da settembre 2008 ha lavorato al film Je me souviens (Némésis), diretto da André Forcier, uscito a marzo 2009, lavori che lo hanno visto entrambi ancora una volta accanto alla compagna Céline Bonnier[21][22]. Nel 2008 ha lavorato anche al film Les Doigts crochés, diretto da Ken Scott uscito ad agosto 2009 ma proiettato in anteprima il 27 luglio 2009 al Festival Juste pour rire[23].

Nel giugno 2009 Roy Dupuis ha iniziato la lavorazione di una nuova serie tv Les Rescapés scritta da Frédéric Ouellet e diretta da Claude Desrosiers. La serie, che decreta il suo ritorno al piccolo schermo assieme alla compagna Céline Bonnier, verrà trasmessa da Radio Canada nel settembre 2010. È già stato dichiarato che seguirà una seconda serie[24][25][26].

A fine 2009 ha partecipato alla serie televisiva Contact, l'encyclopédie de la création, serie sviluppata da Stéphan Bureau in collaborazione con Télé-Québec che offre uno sguardo unico sui creatori e pensatori contemporanei. L'episodio con Roy Dupuis è stato trasmesso il 26 marzo 2010 su Télé Québec[27][28].

Ad inizio 2010 sono iniziate le riprese di Cut Throats Nine, un remake dell'horror-western italo-spagnolo Condenados a vivir del 1972, diretto da Rodrigo Gudiño che si aspetta di completarlo e presentarlo entro l'inverno 2010[29][30][31].

In progetto per il 2010 anche un altro film Roche-Papier-Ciseaux che dovrebbe iniziare le riprese a fine anno. Si tratterebbe del primo lungometraggio del regista Yan Lanouette Turgeon, frutto della coscrittura con lo sceneggiatore André Gulluniche[32][33].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale compagna di Roy Dupuis è l'attrice Céline Bonnier. La loro relazione è nata a seguito della loro collaborazione nel film Million Dollar Babies del 1994 e sempre tenuta deliberatamente riservata dai due attori, che difficilmente compaiono come coppia in pubblico.

Negli anni hanno lavorato assieme in diversi progetti: Séraphin: un homme et son péché del 2002, The Last Chapter del 2002, Monica la Mitraille del 2004 e Les États-Unis d'Albert del 2005, Truffe del 2008, in una produzione teatrale Blasted del 2008 e recentemente hanno collaborando in un nuovo film Je me souviens (Némésis) uscito a marzo 2009.

Gli sport che ha praticato sono l'hockey su ghiaccio, il paracadutismo ed il golf. I suoi hobby includono l'astronomia e la fisica. Da ragazzo aveva anche imparato a suonare il violoncello. Una sua recente passione è la navigazione su barca a vela, ne possiede due che sta preparando e rifornendo per grandi viaggi nell'oceano aperto, come da lui dichiarato nel documentario autobiografico del 2005; Les Règles du jeu: Roy Dupuis (The Name of the Game: Roy Dupuis). Proprio per questa sua grande passione ha dichiarato di voler intraprendere con la compagna un lungo viaggio in mare aperto per girare magari un documentario naturalistico[34].

Impegno sociale[modifica | modifica wikitesto]

Sino al 2006 Roy Dupuis ha sostenuto ed appoggiato la Fondazione Mira, una fondazione che opera per l'integrazione delle persone diversamente abili con l'aiuto dei cani che vengono addestrati singolarmente ed individualmente. Attualmente Roy ha concentrato tutte le sue energie e fondi a sostegno della Rivers Foundation della quale è il co-fondatore e presidente. Rivers Foundation è un'organizzazione ambientale Canadese la cui missione è quella di proteggere i fiumi del Québec ed il loro habitat naturale dalla costruzione di centrali elettriche promuovendo contemporaneamente fonti energetiche alternative come quella eolica.

Da settembre 2009, Roy Dupuis, accanto ad altre figure note, per mezzo di Rivers Foundation ed in collaborazione con Avec Energie, sta promuovendo una campagna di sensibilizzazione pubblica verso un consumo più cosciente dell'enerigia elettrica da parte della popolazione così da ottenerne una riduzione dei consumi a salvaguardia i grandi fiumi canadesi[35][36].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Roy Dupuis ha partecipato quattro volte al talk-show Tout le monde en parle diretto da Manon Brisebois e condotto da Guy A. Lepage. La puntata del 17 ottobre 2004 nella quale Roy Dupuis ha parlato della sua vita ed ha partecipato al divertente gioco "niente si e no", alla puntata del 23 ottobre 2005 nella quale ha invece parlato della sua interpretazione di Maurice Richard nel film Maurice Richard, alla puntata del 30 settembre 2007 nella quale ha parlato della sua interpretazione del Gen. Dallaire nel film Shake Hands with the Devil ed alla puntata del 31 dicembre 2008 in edizione speciale.
  • In un'intervista rilasciata a Usa interview il 14 luglio 2001 Roy Dupuis riferendosi al ruolo di Michael, interpretato nella serie tv Nikita, per il quale ormai era stato identificato internazionalmente, ringrazia tutti coloro che sono stati in grado di scoprire l'uomo Roy Dupuis dietro al personaggio:
« Mi piacerebbe ringraziare loro, i miei fan, per aver visto l'invisibile »
(Roy Dupuis)

Premi e Nomination[modifica | modifica wikitesto]

Métrostar Awards[modifica | modifica wikitesto]

Gémeaux Awards[modifica | modifica wikitesto]

Genie Awards[modifica | modifica wikitesto]

Jutra Awards[modifica | modifica wikitesto]

Tokyo international film festival[modifica | modifica wikitesto]

Atlantic Film Festival Awards[modifica | modifica wikitesto]

Ruoli teatrali[modifica | modifica wikitesto]

Ruoli televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Femme Nikita.
  2. ^ La Femme Nikita - Book and Negative.
  3. ^ (EN) Rocket’s Red Glare.
  4. ^ (FR) That Beautiful Somewhere.
  5. ^ (FR) Roy Dupuis au FFM.
  6. ^ (FR) Cinéfest Sudbury - Une programmation alléchante.
  7. ^ (EN) Dupuis goes from The Rocket to Rwanda.
  8. ^ (FR) Roy Dupuis en clôture du Festival international du film de Toronto.
  9. ^ (FR) Pluie de stars à Toronto.
  10. ^ (EN) Lewis does the Arithmetic.
  11. ^ (FR) Roy Dupuis dans un film sur l'Holocauste.
  12. ^ (FR) La 12e édition du festival REGARD sur le court métrage au Saguenay.
  13. ^ (FR) Partie parfaite.
  14. ^ (FR) Stand-by: on tourne!.
  15. ^ (FR) Truffe - Hochelaga fantastica.
  16. ^ (FR) Roy Dupuis, complice de Jacques Mesrine.
  17. ^ (FR) Roy Dupuis enchaîne les rôles de méchant.
  18. ^ (FR) Roy Dupuis tourne près de Port-Cartier.
  19. ^ (FR) Sibyllines Théâtre de création - Blasté.
  20. ^ (FR) Être d'introspection.
  21. ^ (FR) Je me souviens - L'étranger.
  22. ^ (FR) La résurrection d'André Forcier.
  23. ^ (FR) La 14e édition du Festival du film de Juste pour rire.
  24. ^ (FR) LES RESCAPÉS - Une suite déjà prévue.
  25. ^ (FR) Guylaine Tremblay et Roy Dupuis en têtes d'affiche.
  26. ^ (FR) Le Jean Coutu de Chambly à la télé.
  27. ^ (FR) Roy Dupuis: Une force de la nature.
  28. ^ (FR) Roy Dupuis: Une force de la nature extraits vidéo.
  29. ^ (EN) Harvey Keitel Joins International Cast of Rue Morgue Cinema’s Flagship Film.
  30. ^ (EN) Cutting throats on Rue Morgue – Interview with Rodrigo Gudiño, director of “Cut Throats Nine”.
  31. ^ (EN) CUT-THROATS NINE Snags Keitel, Mikkelsen, Dupuis.
  32. ^ (FR) Un premier long métrage pour Yan Lanouette Turgeon.
  33. ^ (FR) Samian et Roy Dupuis réunis au grand écran?.
  34. ^ (FR) L'homme libre prendra le large.
  35. ^ (FR) Avec énergie.
  36. ^ (EN) Fondation Rivieres strikes back.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 106552473