Jean-François Richet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jean-François Richet (Parigi, 2 luglio 1966) è un regista e sceneggiatore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce alla regia con il film État des lieux (1995), che viene nominato al Premio César per la migliore opera prima e vince il Premio Cyril Collard.

Il successivo Ma 6-T va crack-er (1997), sulla rivolta delle banlieues, va oltre il celebrato L'odio (1995) di Mathieu Kassovitz, raccontando il disagio e la rabbia dall'interno, in modo più istintivo e meno programmatico.[1] Il film è presentato nella Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes 1997.

Nel 2005 tenta l'avventura americana, realizzando il remake di Distretto 13 - Le brigate della morte (1976) di John Carpenter, Assault on Precinct 13.

Nel 2008 realizza un ambizioso progetto sulla vita del gangster Jacques Mesrine, il dittico Nemico pubblico N. 1 - L'istinto di morte e Nemico pubblico N. 1 - L'ora della fuga, con Vincent Cassel nel ruolo del protagonista, che gli vale il Premio César per il miglior regista.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mauro Gervasini, Casseurs: Invasion USA in FilmTV, 29 novembre 2005.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 85112190 LCCN: no2005061265