Ratko Perić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ratko Perić
vescovo della Chiesa cattolica
Ratko Peric 2010 cropped.JPG
Coat of arms of Ratko Perić.svg
Kroz nevolje u kraljevstvo Božje
Titolo Mostar-Duvno
Incarichi attuali Vescovo di Mostar-Duvno
Amministratore apostolico di Trebigne-Marcana
Incarichi ricoperti Vescovo coadiutore di Mostar-Duvno
Nato 2 febbraio 1944, Rovišće
Ordinato presbitero 29 giugno 1969
Nominato vescovo 29 maggio 1992 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo 14 settembre 1992 dal cardinale Franjo Kuharić

Ratko Perić (Rovišće, 2 febbraio 1944) è un vescovo cattolico croato, ordinario della diocesi di Mostar-Duvno e amministratore apostolico della diocesi di Trebigne-Marcana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ratko Perić nasce a Tuk, villaggio del di Rovišće (vicino a Bjelovar). Dopo gli studi a Zagabria e Roma, viene ordinato sacerdote il 29 giugno 1969 a Prisoje.

Conseguito il dottorato presso la Pontificia Università Urbaniana nel 1971, si dedica all'insegnamento nei seminari cattolici di Sarajevo e di Zagabria e, per parecchi anni, alla Pontificia Università Gregoriana di Roma.

Dal 1980 al 1992 è rettore dell'Istituto Universitario Pontificio Croato di San Gerolamo a Roma.

Il 29 maggio 1992 papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo coadiutore di Mostar-Duvno. Poiché la cattedrale di Mostar era stata profondamente danneggiata durante la guerra di Jugoslavia, riceve la consacrazione episcopale a Neum, il 14 settembre dello stesso anno. Il 24 luglio 1993 succede nella medesima sede.

È ex officio Amministratore apostolico permanente della diocesi di Trebigne-Marcana.

È noto per il minimo incoraggiamento ai pellegrinaggi diretti a Međugorje, località che ricade nella sua giurisdizione vescovile, e si è espresso contro l'autenticità delle apparizioni[1] ritentendo, per discernimento personali, che non constino di natura soprannaturale, mentre la Chiesa Cattolica, ancora, non può ancora né ritenerle false né accoglierle come veritiere, visto che per Diritto Canonico, fino a quando un fenomeno di aspetto esteriore "soprannaturale" non si è concluso completamente, Essa ritiene di non poterlo classificare. Ciononostante, Perić segue completamente la linea del predecessore a Mostar e della Conferenza Episcopale Jugoslava (oggi divisa nelle conferenze episcopali nazionali)[2].

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MEDJUGORJE : SEGRETI, MESSAGGI, VOCAZIONI, PREGHIERE, CONFESSIONI, COMMISSIONI.
  2. ^ A proposito di apparizioni - YouTube

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Mostar-Duvno Successore BishopCoA PioM.svg
Pavao Žanić dal 24 luglio 1993 in carica
Predecessore Amministratore apostolico di Trebigne-Marcana Successore BishopCoA PioM.svg
Pavao Žanić dal 24 luglio 1993 in carica

Controllo di autorità VIAF: 41098872 LCCN: n96000741