Régie autonome des transports parisiens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
RATP
Logo
Stato Francia Francia
Tipo Azienda pubblica
Fondazione 1948
Sede principale Parigi
Persone chiave Pierre Mongin, presidente
Settore Trasporto pubblico
Prodotti
Dipendenti 44.860 (2005)
Sito web www.ratp.fr

La Régie Autonome des Transports Parisiens (Ente autonomo dei trasporti parigini, abbreviato in RATP) è la società pubblica posta sotto l'autorità del Syndicat des transports d'Île-de-France che gestisce i servizi di trasporto di massa a Parigi e nel suo hinterland. Le sue divisioni operative includono la metropolitana, una parte del RER, un'estesa rete di autobus e tre linee tranviarie.

La RATP fu creata il 21 marzo 1948 con la fusione della Compagnie du chemin de fer métropolitain de Paris (CMP), che gestiva la metropolitana, e la Société des Transports en Commun de la Région Parisienne (STCRP), che gestiva il servizio di autobus.

Prima di questa fusione, la CMP assorbì la Société du chemin de fer électrique souterrain Nord-Sud de Paris nel 1930 e la Ligne de Sceaux nel 1937. La STCRP fu creata il 1º gennaio 1921 dalla fusione di circa una mezza dozzina di gestori di linee automobilistiche e tranviarie della zona di Parigi. Quando la STCRP si fuse nella RATP, tutte le sue linee di tram furono convertite in linee automobilistiche.

La rete di trasporti della RATP[modifica | modifica sorgente]

Autobus della RATP

La rete di trasporti gestita dalla RATP comprende:

  • Autobus: 3.403 km di linee che servono tutta la regione (569 km solo all'interno delle mura di Parigi),
  • Tram: 7 linee di cui una linea urbana (T3); una linea parzialmente urbana (T2); le altre extraurbane. La linea T2 è stata prolungata fino al Ponte Garigliano che consente l'interscambio con la linea T3 e la linea RER C. Per altre notizie collegarsi al sito RATP.
  • Metropolitana: 16 linee (di cui una linea automatica, Météor: la linea 14) per un percorso totale di 211 km (di cui 168 all'interno di Parigi) e 297 stazioni,
  • RER: linea A (tranne a Ovest sul ramo Nanterre-Préfecture - Cergy et Poissy), linea B (tranne a nord della Gare du Nord), linea D (fra Gare du Nord e Gare de Lyon), per un totale di 115 km.
  • Funicolare di Montmartre (100 m).
  • Trans-Val-de-Marne (TVM), (linea di bus su corsia preferenziale).

Traffico realizzato nel 2002 (in milioni di passeggeri):

  • Traffico totale: 2.666,3, di cui:
    • Metropolitana: 1.283,3 (48 %),
    • Autobus: 915,9 (34 %),
    • RER A e RER B: 410,0 (15 %),
    • Tram: 52,2 (2 %)

Nel 2006, il numero totale di viaggiatori è stato di 2.865 milioni, in aumento del 1,9 % rispetto al 2005.

Fra i progetti più ambiziosi della RATP figura il "Métrophérique": un progetto di metropolitana che circondi Parigi, lungo la petite couronne. Questo progetto punta, quindi, a completare l'Orbital e l'Orbival, due altri progetti sviluppati dalla regione Île de France, per meglio servire la periferia parigina. In ogni caso, questi progetti dovrebbero essere discussi nel corso del 2007 e attendono a tutt'oggi il finanziamento, ovviamente misto, da parte della regione, dei départements interessati, dello stato e della RATP.

Il gruppo RATP[modifica | modifica sorgente]

La RATP, tramite la controllata RATP Dev, oltre che a Parigi opera in altre trenta città francesi ed in dodici stati esteri.

Presidenti e direttori generali della RATP[modifica | modifica sorgente]

  • Christian Blanc: 1989-1992
  • Francis Lorentz: 1992-1994
  • Jean-Paul Bailly: 1994-2002
  • Anne-Marie Idrac (ora presidente della SNCF): 2002-2006
  • Pierre Mongin: dal 2 luglio 2006

La politica della RATP[modifica | modifica sorgente]

Stazione Église d'Auteuil 08/01/2004

Se negli anni ottanta, si stimava che circa un terzo dei parigini prendeva la metropolitana senza pagare, la RATP ha iniziato negli anni novanta una politica di "riconquista del territorio" e di redditività della rete: moltiplicazione del numeri di controllori, creazione di gruppi di Sicurezza: i GIPR (Groupe d'Intervention et de Protection des Réseaux, Gruppi d'intervento e di protezione della rete), poi i GPSR (Groupe de Protection et de Sécurité des Réseaux, Gruppi di protezione e di sicurezza della rete) e i CSA (Contrôle, Sécurité, Assistance; Controllo, sicurezza, assistenza).

Numerose associazioni dei consumatori hanno protestato contro questa politica securitaria e commerciale. Nel 1995, una di queste, il TRAUM, ha denunciato la creazione dei GIPR come un modo per cacciare i senzatetto dal metro. Un'altra associazione di consumatori è apparsa nel 2001: la RRATPP (Réseau pour l'Abolition des Transports Payants; Rete per l'abolizione dei trasporti a pagamento) che, come lo indica il suo nome, milita per la gratuità dei trasporti. Queste associazioni dei consumatori denunciano anche i metodi violenti degli agenti della RATP con cui interpellano i frodatori.

Maison de la RATP nel XII arrondissement di Parigi

I gruppi di vigili della RATP sono stati spesso accusati di abuso di potere e di azioni violente.

Infine, dal 2003, si è sviluppata una nuova forma di contestazione contro la pubblicità nella metropolitana. I "publiphobes" ("publifobi") hanno così organizzato a varie riprese delle azioni contro i pannelli pubblicitari, strappando i manifesti o ricoprendoli di graffiti.


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (FR) Gaillard, M. (1991). Du Madeleine-Bastille à Météor: Histoire des transports Parisiens, Amiens: Martelle. ISBN 2-87890-013-8. (francese)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]