Linea 1 (metropolitana di Parigi)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Linea 1 Metro-M.svgParis m 1 jms.svg
Linea della metropolitana di Parigi
Inaugurazione 1900
Ultima estensione 1992
Gestore RATP
Materiale rotabile MP 05
Stazioni 25
Lunghezza 16,6 km
Distanza media
tra stazioni
692 m
Passeggeri
al giorno
all'anno
Fonte: [1]
561.000 (2004)
161 milioni (2004)
Pianta della linea

La linea 1 della metropolitana di Parigi, contraddistinta dal colore giallo, è stata la prima linea ad essere inaugurata sulla rete di trasporto rapido della capitale della Francia, Parigi. La linea, la cui prima sezione è stata inaugurata nel 1900, collega oggi La Défense – Grande Arche con Château de Vincennes. Con una lunghezza di 16,5 km, costituisce la via di trasporto est-ovest, importantissima per la città di Parigi. Escludendo le linee RER, è la linea sotterranea più utilizzata, con 161 milioni di viaggiatori nel 2004 e 561.000 utenti al giorno in media.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel novembre 1898, Parigi decise di intraprendere le opere preliminari per una rete metropolitana, con la costruzione di una prima linea sotterranea. I lavori durarono venti mesi, sotto la direzione dell'ingegnere Fulgence Bienvenüe e furono finanziati da diverse società. Il 19 luglio 1900 la linea fu inaugurata tra Porte Maillot e Porte de Vincennes, per collegare i vari siti dell'Esposizione Universale. All'inaugurazione, erano state terminate e quindi furono aperte solo otto stazioni; le altre dieci furono gradualmente aperte tra il 6 agosto e il 1 settembre 1900. La linea seguiva l'asse est-ovest di Parigi; queste diciotto stazioni furono interamente costruite sotto il controllo dell'ing. Fulgence Bienvenüe, e la maggioranza di esse è lunga 75 metri e larga 4,10. Nel marzo 1934 fu attuata la prima estensione verso la periferia est.

Cronologia[modifica | modifica sorgente]

  • 19 luglio 1900: inaugurazione tra Porte de Vincennes e Porte Maillot. Furono aperte solo 8 delle 18 stazioni.
  • 6 agosto — 1 settembre 1900: apertura delle altre 10 stazioni della linea.
  • 24 marzo 1934: estensione ad est da Porte de Vincennes al Castello di Vincennes.
  • 15 novembre 1936: ricostruzione della stazione Porte Maillot per permettere un'ulteriore estensione verso ovest.
  • 29 aprile 1937: estensione verso ovest da Porte Maillot a Pont de Neuilly.
  • 1963: riconversione dei binari per poter utilizzare treni su gomma. Allo stesso tempo, furono ingrandite le stazioni per poter far operare treni a sei carrozze in luogo di quelli da 5.
  • 1 aprile 1992: estensione della linea verso ovest da Pont de Neuilly al distretto finanziario La Défense.

Nuove tecnologie e futuro[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Automatizzazione della linea 1 della metropolitana di Parigi.

Dal 26 dicembre 2012 la linea è stata convertita ad un sistema di guida totalmente automatico (simile a quello della Linea 14).[2] Si tratta dunque della prima linea fortemente utilizzata ad essere convertita senza l'interruzione del traffico, e con materiale rotabile sia automatico (MP 05) che manuale (MP 89 CC) in servizio contemporaneamente fino alla completa automatizzazione.

È in fase di considerazione un'estensione verso ovest della linea 1 da La Défense verso il centro di Nanterre. L'estensione verso est a Rigollots e poi a Val de Fontenay è anche in fase di studio.

Treno della linea 1 presso il ponte di Neuilly

Stazioni che hanno cambiato nome[modifica | modifica sorgente]

  • 27 maggio 1920: la stazione Alma diventa Giorgio V.
  • 5 maggio 1931: la stazione Reuilly diventa Reuilly-Diderot.
  • 20 maggio 1931: Champs-Élysées diventa Champs-Élysées - Clémenceau.
  • 26 aprile 1937: Tourelle diventa Saint-Mandé - Tourelle.
  • 6 ottobre 1942: Marbeuf diventa Marbeuf - Rond-Point des Champs-Élysées
  • 30 ottobre 1946: Marbeuf - Rond-Point des Champs-Élysées diventa Franklin D. Roosevelt.
  • 25 maggio 1948: Obligado diventa Argentine.
  • 1970: Étoile diventa Charles-de-Gaulle - Étoile.
  • 1989: Palais Royal diventa Palais-Royal - Musée du Louvre dopo che l'entrata al museo viene spostata nell'edificio della Piramide del Louvre. Allo stesso tempo, la stazione Louvre diventa Louvre - Rivoli.
  • 1997: Grande Arche de la Défense diventa La Défense.
  • 26 luglio 2002: Saint-Mandé - Tourelle diventa Saint-Mandé.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Stazione Gare de Lyon

A causa delle tecniche di costruzione poco avanzate della prima decade del XX secolo, la linea 1 è quella più vicina alla superficie; molte stazioni hanno una struttura in acciaio composta da archi e pilastri che sostengono il soffitto. La linea fu costruita utilizzando il metodo "scava-e-copri", e, di conseguenza, segue il tracciato delle strade soprastanti. Ciò fu fatto per facilitare la costruzione ed evitare le cantine o i sotterranei degli edifici adiacenti. La stazione della Bastiglia si trova sopra il tunnel di ingresso del canal Saint-Martin, appena sotto il marciapiede della piazza della Bastiglia.

Diversamente dai treni più vecchi delle altre linee, le carrozze della linea 1 sono intercomunicanti, per poter permettere ai viaggiatori di spostarsi tra le carrozze. Questo ha ridotto il numero di posti a sedere e viceversa, ha aumentato la capienza delle vetture.

Nonostante sia quasi interamente sotterranea (eccetto la stazione Bastiglia e l'attraversamento della Senna sul ponte di Neuilly), la linea 1 è interamente coperta dalla rete telefonica mobile.

Cartina geograficamente accurata[modifica | modifica sorgente]

Percorso geograficamente accurato della linea 1.

Turismo[modifica | modifica sorgente]

La linea 1 passa presso diversi luoghi di interesse:

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ STIF statistical analysis STIF 24 novembre 2007
  2. ^ Inaugurazione di una nuova sezione della linea 14, InfraSite.net, 2 luglio 2007. URL consultato il 6 luglio 2007.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]