Canal Saint-Martin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una delle chiuse del canale

Il Canal Saint-Martin è un canale lungo 4,55 km (di cui 2 km al coperto), che corre interamente all'interno dei quartieri orientali di Parigi, collegando la Senna, attraverso il bacino dell'Arsenale, con il Bacino della Villette e più oltre con il Canal de l'Ourcq.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione del canale iniziò nel 1805 ma l'inaugurazione avvenne solo nel 1825: le difficoltà principali nel portare a termine l'opera non furono di tipo ingegneristico, ma derivate dalla già fitta urbanizzazione della zona attraversata: basti pensare che la parte finale del canale verso l'Arsenal passa sotto le fondamenta della Bastiglia.

Il canale - di poca portata - era originariamente destinato a rifornire la città di acqua potabile. Poi, essendo sorti lungo le sue rive insediamenti industriali (vetrerie, mulini, magazzini) fu destinato alla navigazione commerciale.

Sotto il Secondo Impero la riorganizzazione urbanistica di Hausmann richiese la costruzione di un ponte fisso per la creazione dell'attuale Boulevard Voltaire: nel 1860-1862 il canale fu così spostato a monte e fatto passare in galleria, perdendo però tutti i porti. Nel 1906 fu coperto anche il tratto del Temple e periodicamente si riaffacciò il progetto di coprire anche la parte rimasta a cielo aperto per farvi scorrere traffico automobilistico (negli anni '70 si pensò di farne una strada a scorrimento veloce).
L'idea fu attivamente ostacolata, tuttavia, dai residenti e da vari comitati. Tra il 1999 e il 2002 tutto il canale fu finalmente bonificato e restaurato: ne è nato uno spazio di passeggio e di relax particolarissimo ed estremamente piacevole.

Il canale supera un dislivello di 25 metri attraverso 9 chiuse e 2 ponti girevoli.
Attualmente non convoglia più traffico commerciale (quasi scomparso anche sulla Senna), ma esclusivamente traffico turistico, per 363 giorni l'anno.
La parte coperta corre sotto piazza della Bastiglia, boulevard Richard-Lenoir e boulevard Jules-Ferry.
Il tratto a cielo aperto corre lungo il Quai de Valmy e il Quai de Jemmapes.

Come arrivare[modifica | modifica wikitesto]

Dalle stazioni del métro République, Jaurès o Goncourt.

Il Canale Saint Martin nell'arte[modifica | modifica wikitesto]

Vista del canale Saint-Martin a Parigi (Alfred Sisley, Parigi - Museo d'Orsay, 1870)
  • Il Canale Saint Martin ha ispirato Alfred Sisley che ne ha dipinto la Vue du canal Saint-Martin à Paris.

Il canale Saint-Martin nella fiction[modifica | modifica wikitesto]

Immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

parigi Portale Parigi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di parigi