Piper PA-34 Seneca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piper PA-34 Seneca
Piper PA-34 Seneca II al Bristol International Airport, Bristol, Inghilterra.
Piper PA-34 Seneca II al Bristol International Airport, Bristol, Inghilterra.
Descrizione
Tipo Aereo di linea
Equipaggio 2 piloti
Costruttore Stati Uniti Piper Aircraft
Data primo volo 25 aprile 1967
Data entrata in servizio 1971
Utilizzatore principale Germania Lufthansa
Esemplari 4 500 (venduti)
Costo unitario USD 799.000 (miglior prezzo del 2009
Altre varianti PA-34-180 Twin Six
PA-34-200 Seneca I
PA-34-200T Seneca II
PA-34-220T Seneca III
PA-34-220T Seneca IV
PA-34-220T Seneca V
Dimensioni e pesi
Lunghezza 8,71 m
Apertura alare 11,86 m
Peso max al decollo 2 150 kg
Passeggeri 4-5
Propulsione
Motore 2 Teledyne Continental LTSIO
Potenza 200 hp (147 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità di crociera 337 km/h
Autonomia 1 830 km
Tangenza 7 620 m

i dati sono estratti da:
1000 Aerei apparecchi di ogni epoca e genere[1]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Il Piper PA-34 Seneca è un aereo bimotore leggero commuter prodotto da Piper Aircraft dal 1971 e tuttora in produzione (nel 2009). È utilizzato principalmente per viaggi d'affari e viene impiegato per l'addestramento di base e avanzato di piloti; la Lufthansa lo usa per i voli di preparazione degli allievi volti a ottenere la licenza ATPL (licenza di pilota di linea).

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Nel corso degli anni il PA-34 Seneca è stato modificato più volte fin dal suo primo volo. Esso è infatti lo sviluppo del Piper PA-323M, aereo da turismo trimotore.

PA-34-180 Twin Six[modifica | modifica sorgente]

Con la decisione di abbandonare il progetto trimotore provato con il PA-32-3M, il PA-34 è stato sviluppato come un progetto bimotore. Il prototipo ha avuto due motori Lycoming O-360 da 180 hp e un carrello di atterraggio anteriore fisso. Il secondo prototipo volò il 30 agosto 1968, ancora con due motori Lycoming O-360 da 180 hp, ma aveva il carrello di atterraggio retrattile e una coda verticale più alta. Il terzo prototipo, più vicino alla produzione di serie, è volato il 20 ottobre 1969, dotato di motori Lycoming IO-360-A1 da 200 hp.

PA-34-200 Seneca I[modifica | modifica sorgente]

Certificato il 7 maggio 1971 e introdotto alla fine del 1971, il PA-34-200 Seneca I è alimentato da due Lycoming IO-360-C1E6. Il motore di destra ha nella sigla di denominazione la "L" ad indicare la rotazione sinistrorsa dell'albero motore. Sono stati costruiti un totale di 934 PA-34-200 Seneca I.

PA-34-200T Seneca II[modifica | modifica sorgente]

In risposta alle lamentele riguardo alle caratteristiche di maneggevolezza del velivolo, Piper ha introdotto il PA-34-200T Seneca II. Il velivolo è stato certificato il 18 luglio 1974. La "T" nella denominazione del modello nuovo riflette l'introduzione della versione turbocompressa del sei cilindri Continental TSIO-360E o EB, per migliorare le prestazioni soprattutto ad altitudini più elevate. Il Seneca II ha mantenuto la soluzione con i motori rotanti in senso opposto del precedente Seneca I. Come optional furono resi disponibili sedili particolari, definiti dal produttore "posti a sedere club". Sono stati costruiti un totale di 2 588 Seneca II.

PA-34-220T Seneca III[modifica | modifica sorgente]

Nel 1981 è stato introdotto il PA-34-220T Seneca III dopo aver completato la certificazione il 17 dicembre 1980. Il cambiamento nella denominazione del modello riflette un aggiornamento del motore (venne installata la versione Continental TSIO-360-KB) .

PA-34-220T Seneca IV[modifica | modifica sorgente]

Nel 1994 la Piper Aircraft ha introdotto il modello Seneca IV dopo aver conseguito la certificazione il 17 novembre 1993. Questo modello è simile al Seneca III, ma offre piccoli miglioramenti, come il cofano con motore ottimizzato per le migliorate prestazioni e una velocità di crociera aumentata. Anche in questo caso furono utilizzati motori contro-rotanti Continental TSIO-360-KB. Sono stati costruiti un totale di 71 Seneca IV.

PA-34-220T Seneca V[modifica | modifica sorgente]

Ancora una volta il velivolo è stato riprogettato per aumentare le prestazioni, gli switch della cabina di guida sono stati trasferiti dal pannello all'headliner ed è stato installato un motore leggermente diverso, il Continental TSIO-360-RB.

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

(lista parziale)

Civili[modifica | modifica sorgente]

Costa Rica Costa Rica

Militari[modifica | modifica sorgente]

Bolivia Bolivia
Rep. Dominicana Rep. Dominicana
Ecuador Ecuador
Haiti Haiti
Panamá Panamá

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Berger 2008, pag. 152.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Berger, Rolf. 1000 Aerei apparecchi di ogni epoca e genere. Milan: Giunti Demetra, 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]