Palidoro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg

Palidoro è una località del comune di Fiumicino. Fino al 1992, prima della formazione del nuovo comune, costituiva la quarantasettesima zona dell'Agro romano, indicata con Z. XLVII, dell'allora comune di Roma.

Confini[modifica | modifica sorgente]

La località confina a nord con i comuni di Ladispoli e Cerveteri, a ovest con il mar Tirreno, a sud con la località Maccarese Nord (già zona di Roma Z. XLIII), a sud-est con la località Torrimpietra (già zona di Roma Z. XLVI) e a est con Roma Capitale (zona Z. XLIX Santa Maria di Galeria).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Qui, in località Torre di Palidoro, il 23 settembre 1943, il vice brigadiere Salvo D'Acquisto, con atto eroico, si offrì volontario alla fucilazione da parte dei tedeschi per salvare 22 persone che sarebbero state fucilate per rappresaglia.

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

Nel calcio Palidoro è rappresentata dalla squadra Palidoro Calcio, che milita nel girone E di Seconda Categoria. Fu fondata nel 1992.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • M. Grazia Fida, Oltre la storia. Il martire di Palidoro. Memorie del martirio e della morte del vice brigadiere Salvo D'Acquisto, Piacenza, Nuova Editrice Berti, 2011, ISBN 978-88-7364-206-0.
  • Gruppo Archeologico del Territorio Cerite, Castel Campanile, un insediamento medievale nell'antico territorio cerite, 2012.
Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma