Opel Zafira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Opel Zafira
Storia Opel Zafira.jpg
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Opel
Tipo principale monovolume
Produzione dal 1999
Sostituisce la Opel Sintra
Serie Zafira A: 1999-2005
Zafira B: dal 2005
Zafira Tourer: dal 2011
Altre caratteristiche
Della stessa famiglia Opel Astra

La Opel Zafira è una monovolume di fascia media, prodotta in tre serie a partire dal 1999 dalla Casa automobilistica tedesca Opel.

Introduzione[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una monovolume basata su pianale e meccanica della generazione dell'Opel Astra. La Zafira è stata voluta negli ultimi anni del secolo scorso per proporre un modello più compatto e pratico rispetto alla sfortunata e più grande Opel Sintra lanciata poco tempo prima, ma che già dimostrava di non poter essere competitiva con le grandi monovolumi dell'epoca.
Si scese quindi di un gradino, anche in maniera tale da affrontare un modello di successo come la Mégane Scénic. La prima generazione della Zafira, che sfruttava pianale e meccanica dell'Astra G, è stata lanciata nel 1999. Anche questo modello avrà un buon successo commerciale, tanto da proseguire con la sua carriera e dare vita ad altre due generazioni di Zafira.

Le serie della Zafira[modifica | modifica sorgente]

Zafira A[modifica | modifica sorgente]

Vista anteriore
Vista posteriore
Vista anteriore post-restyling
Vista posteriore post-restyling
Opel Zafira front 20071002.jpg
Opel Zafira rear 20071002.jpg
Opel zafira a.JPG
Opel Zafira rear 20080811.jpg

Zafira B[modifica | modifica sorgente]

Vista anteriore
Vista posteriore
Vista anteriore restyling
Vista posteriore post-restyling
Opel Zafira 08-7-2005 silver vr.jpg
Opel Zafira 08-7-2005 silver hr.jpg
Opel Zafira B Facelift front 20090923.jpg
Opel Zafira B Facelift Erdgas rear.jpg

Zafira Tourer (o Zafira C)[modifica | modifica sorgente]

Vista anteriore
Opel Zafira Tourer (front quarter).jpg

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]