Opel OHC Four

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il nome Opel OHC Four identifica una grande famiglia di motori a scoppio e diesel prodotti dal 1977 al 2000 dalla Casa automobilistica tedesca Opel.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

I motori OHC Four della Opel costituiscono un'altra pietra miliare nell'evoluzione motoristica della Casa tedesca, in quanto propongono alcune importanti novità. Prima di tutto con i motori OHC Four esordisce la testata in lega di alluminio, ed inoltre anche la distribuzione subisce degli aggiornamenti con l'introduzione dell'albero a camme in testa con bilancieri, ma sistemato superiormente alle valvole e non più lateralmente ad esse come nei motori CIH Four. I motori OHC Four non erano però solo monoalbero, ma in alcune versioni erano anche bialbero.
In generale, le caratteristiche dei motori Opel OHC Four sono:

  • architettura a 4 cilindri in linea;
  • basamento in ghisa;
  • testata in lega di alluminio;
  • distribuzione ad asse a camme (singolo o doppio) in testa;
  • testata a valvole in testa (due o quattro);
  • albero a gomiti su 5 supporti di banco.

I motori OHC Four sono stati proposti prevalentemente con alimentazione a benzina: tuttavia sulla base di questi motori sono nate anche due versioni a gasolio da 1.6 e da 1.7 litri.
È stata l'ultima famiglia di motori prima dell'avvento dei motori Ecotec di fascia media. Non solo, ma alcuni degli ultimi motori appartenenti alla famiglia OHC Four sono stati in seguito spostati da questa famiglia a quella dei motori Family I, appunto già inclusi nel gruppo dei motori Ecotec, e che hanno sostituito di fatto i motori OHC Four. Durante il passaggio da una famiglia all'altra, questi motori (un 1.4 ed un 1.6) hanno subito pochissime modifiche. Addirittura, nel caso del 1.4, di modifiche non ne sono state apportate affatto. Ciò dà un'idea del livello progettuale di queste motorizzazioni, specialmente nelle loro ultime e più moderne evoluzioni.
Tra le varie famiglie di motori Opel, quella dei motori ‘’OHC Four’’ è stata quella più articolata di tutte, più che altro per le numerose varianti relative ad ogni livello di motorizzazione.
Di seguito viene riportata una descrizione delle varie versioni dei motori OHC Four: si tenga presente che la maggior parte di queste motorizzazioni è stata montata anche sulle "cugine" inglesi dei modelli Opel menzionati, vale a dire sulle Vauxhall. Inoltre, in virtù dell'appartenenza del marchio Opel al Gruppo GM, gli ultimi 1.6 sono serviti come base alla sudcoreana Daewoo per realizzare una sua piccola famiglia di motori.

Motori OHC Four a benzina[modifica | modifica sorgente]

I motori OHC Four a benzina hanno rappresentato la quasi totalità della famiglia OHC Four della Opel. Essi ricoprivano un gamma che andava da 1.2 a 1.8 litri. Sulla base del 1.6, una delle motorizzazioni intermedie, è stata ricavata anche la più piccola delle motorizzazioni a gasolio appartenenti alla famiglia.

Versione da 1.2 litri[modifica | modifica sorgente]

Le Opel Corsa A montavano anche il 1.2 OHC Four in entrambe le configurazioni.

L'evoluzione del 1.2 OHC Four della Opel si è sviluppata in maniera insolita. Infatti, non si è avuto un solo 1.2, ma due, con caratteristiche dimensionali differenti, ma cilindrata identica. Quest'ultima era sempre di 1196 cc, un valore che ricorda quello del 1.2 OHV proposto in contemporanea, il quale, però, non ha parentele con il 1.2 OHC.
Per comodità e maggior chiarezza, possiamo parlare di 1.2 a corsa lunga e di 1.2 a corsa corta.

Il primo 1.2 a debuttare, nel 1982, è stato quello a corsa corta. Esso aveva misure di alesaggio e corsa pari a 77.8x62.9 mm. Il secondo in ordine cronologico è stato il 1.2 a corsa lunga, nato per offrire una miglior coppia motrice. Quest'ultimo è nato semplicemente riducendo l'alesaggio del 1.3 originario da 75 a 72 mm, mentre la corsa è rimasta invariata a 73.4 mm.

In totale, il 1.2 OHC Four è stato proposto in sette varianti, quattro a corsa corta e tre a corsa lunga. I primi sono stati alimentati a carburatore ed i secondi ad iniezione.

Principali varianti[modifica | modifica sorgente]

Di seguito viene proposta una tabella contenente una breve descrizione delle tre varianti principali.

Motore OHC Four 1.2
Variante Alesaggio/
corsa(mm)
Rapporto di
compressione
Alimentazione Catalizzatore
Sì/No
Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Applicazioni Anni di produzione
12ST 77.8x62.9 9.2 Carburatore No 55/6000 90/2200 Opel Corsa A 1.2 S 1982-90
Opel Kadett D 1.2 ST 1982-84
Opel Kadett E 1.2 ST 1984-91
C12NZ 72x73.4 9.1 Iniezione
elettronica
45/5000 88/2400 Opel Corsa A 1.2i 1990-92
Opel Corsa B 1.2i 1993-94
Opel Combo B 1.2i 1994-2000
X12SZ 72x73.4 10 Iniezione
elettronica
45/4600 88/2800 Opel Corsa B 1.2i 1994-98
Altre varianti[modifica | modifica sorgente]

Sono esistite altre varianti del 1.2 OHC Four: una di queste è la 12NV, che ha trovato applicazione sulla Corsa A e che erogava 52 CV a 5800 giri/min. Vi sono state poi le unità A12ST ed S12ST, accreditate rispettivamente di 50 e 54 CV, con coppie massime di 88 e 90 N·m, e che hanno trovato impiego su alcuni modelli di Corsa A e Kadett E. Tutte e tre queste motorizzazioni erano prive di catalizzatore.
Senza catalizzatore era anche un'ulteriore variante minore, denominata 12NZ. L'unità 12NZ è stata realizzata per quei Paesi in cui non vi era l'obbligo del catalizzatore, ed infatti tale motore ne è privo. Le caratteristiche di tale motore sono simili a quelle dell'unità C12NZ. Anche le doti di erogazione sono simili. Questo motore ha trovato applicazione nella Corsa B.

Versione da 1.3 litri[modifica | modifica sorgente]

L'Opel Manta B è stata uno dei primo modelli a montare il 1.3 OHC Four

Il 1.3 OHC Four è stato in ordine cronologico il primo propulsore a debuttare tra quelli appartenenti alla nuova famiglia di motori.
Al contrario del 1.2 e del 1.6 OHC Four, il 1.3 ha avuto un'evoluzione più semplice, articolata in una sola motorizzazione, come del resto capita normalmente in qualunque evoluzione di una motorizzazione.
Era caratterizzato da misure di alesaggio e corsa pari a 75x73.4 mm, misure che permettevano una cilindrata di 1297 cc. È stato proposto in ben nove varianti, tutte monoalbero e a due valvole per cilindro, le cui applicazioni sono state abbastanza trasversali, nel senso che questo 1.3 è stato montato su modelli di fascia bassa, media o medio-alta.

Principali varianti[modifica | modifica sorgente]

Di seguito vengono descritte le caratteristiche di ogni variante.

Motore OHC Four 1.3
Variante Rapporto di
compressione
Alimentazione Catalizzatore
Sì/No
Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Applicazioni Anni di produzione
13S 9.2 Carburatore No 75/5800 101/3800-4600 Opel Kadett D 1.3 S 1979-84
Opel Kadett E 1.3 S 1984-89
Opel Manta B 1.3 S 1977-86
Opel Ascona B 1.3 S 1980-81
Opel Ascona C 1.3 S 1982-86
13N 8.2 Carburatore No 60/5800 96/3800 Opel Kadett D 1.3 1979-81
Opel Kadett E 1.3 1984-89
Opel Ascona B 1.3 1979-81
Opel Ascona C 1.3 1982-86
Opel Manta B 1.3 1978-81
13NB 8.2 Carburatore No 60/5800 96/3200 Opel Corsa A 1.3 1986-90
Opel Kadett E 1.3 1986-89
13SB 9.2 Carburatore No 70/5800 101/3800-4200 Opel Corsa A 1.3 S 1982-89
C13N 9 Iniezione
elettronica
60/5600 96/3400 Opel Corsa A 1.3i 1985-89
Opel Kadett E 1.3i 1985-89
Altre varianti[modifica | modifica sorgente]

Vi sono state inoltre altre quattro varianti del 1.3 OHC Four, utilizzate perlopiù solo in alcuni mercati.

Il primo di questi è l'unità A13S: questo motore, proposto in alcuni mercati, è una variante leggermente depotenziata del motore 13S ed è simile al motore 13SB. Una delle differenze sostanziali stava nel carburatore adottato, che era un GMF Varajet II, mentre il rapporto di compressione è rimasto a 9.2:1. La potenza massima era di 70 CV a 5800 giri/min, mentre la coppia massima raggiungeva 97 N·m fra 3800 e 4600 giri/min. Questo motore è stato montato sulle Ascona C e Kadett D ed E.

La seconda variante, denominata S13N, montava un carburatore Solex 35PDSI, aveva un rapporto di compressione di 8.2:1 ed erogava 60 CV a 5800 giri/min con un picco di coppia di 94 N·m fra 3400 e 3800 giri/min. Le applicazioni sono limitate alle Opel Kadett D ed E.

Una terza variante era denominata S13S ed aveva un rapporto di compressione di 9.2:1, mentre il carburatore montato era un GMF Varajet II. Inizialmente questo motore erogava 68 CV a 5800 giri/min, poi saliti a 71, sempre allo stesso regime. Il picco di coppia era di 98 N·m fra 3800 e 4600 giri/min e le applicazioni riguardano le Kadett D ed E e la Ascona C.

Infine, la quarta ed ultima variante era denominata 13SH. Questo motore è stato prodotto solo in poche unità: si tratta di una versione rivisitata del 13S. Il capostipite dei motori OHC Four è passato sotto le mani esperte dei tecnici della Irmscher, che hanno montato l'alimentazione ad iniezione elettronica Bosch LE-Jetronic. Il rapporto di compressione è invece rimasto immutato. Questo motore erogava una potenza massima di 83 CV a 5800 giri/min, con un picco di coppia pari a 108 N·m a 4200 giri/min.
La sola applicazione di questo motore è stata sulle Opel Corsa A.

Versione da 1.4 litri[modifica | modifica sorgente]

L'Astra F è uno dei più classici esempi di applicazione di un 1.4 OHC Four

Il 1.4 OHC Four è stato introdotto nel 1988 in concomitanza con il lancio dell'allora nuova Opel Vectra, che tra l'altro sarebbe stata il modello di fascia maggiore tra quelli che avrebbero utilizzato questo 1.4.
Questo motore è nato dalla rialesatura del 1.3 della stessa famiglia: l'alesaggio è infatti passato da 75 a 77.6 mm, mentre la corsa è rimasta invariata, ottenendo così una cilindrata totale di 1389 cc. Il successo di questo propulsore è stato enorme e le sue caratteristiche di basso inquinamento e e consumi contenuti, hanno fatto sì che nel 1996 l'ultima variante venisse inclusa senza modifiche nella nuova famiglia di motori che avrebbe sostituito gli OHC Four, ossia i motori Family 1, già appartenenti al programma Ecotec voluto dalla General Motors. Stessa sorte sarebbe toccata anche alle versioni 1.6 e 1.8 OHC Four.
Il 1.4 Opel OHC Four era anch'esso un monoalbero a due valvole per cilindro ed è stato proposto in sei varianti.

Principali varianti[modifica | modifica sorgente]

Di seguito vengono riportate le principali varianti del 1.4 OHC Four.

Motore OHC Four 1.4
Variante Rapporto di
compressione
Alimentazione Catalizzatore
Sì/No
Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Applicazioni Anni di produzione
14NV 9.4 Carburatore No 75/5800 110/3000 Opel Kadett E 1.4 1979-91
Opel Astra F 1.4 1991-92
Opel Vectra A 1.4 1988-92
C14NZ 9.4 Iniezione
single point
60/5200 103/2600 Opel Corsa A 1.4i 1989-92
Opel Corsa B 1.4i 1993-96
Opel Combo B 1.4i 1994-96
Opel Kadett E 1.4i SC 1991-96
Opel Astra F 1.4i 1991-96
C14SE 9.8 Iniezione
multipoint
82/5800 114/3400 Opel Corsa A 1.4i 1991-93
Opel Corsa B 1.4 Si/SE/GLS 1993-1996
Opel Combo B 1.4i SE 1994-2000
Opel Astra F 1.4i GL/GLS/SE 1991-1996
Opel Astra F 1.4i SE Cabrio 1993-2000
X14SZ 9.6 Iniezione
single point
60/5400 106/3000 Opel Corsa B 1.4i Swing/Viva 1996-98
Opel Combo B 1.4i 1996-2000
Opel Astra F 1.4i 1996-98
X14XE[modifica | modifica sorgente]

Un discorso a parte merita il motore X14XE: esso è uno di questi motori OHC Four di cui si è accennato all'inizio e dei quali si è detto che inizialmente appartenevano ai motori OHC Four, ma in seguito sono stati inclusi nei motori Family 1 ed automaticamente nel gruppo di motori Ecotec.
Esso rappresenta quindi l'anello di congiunzione tra le due famiglie di motori.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Opel X14XE.
Altre varianti[modifica | modifica sorgente]

Per quanto riguarda le altre varianti del 1.4 OHC Four, va ricordato che ne è esistita una, che in pratica altro non era che il motore 14NV leggermente depotenziato (da 75 a 72 CV) e montato sulla Opel Corsa A 1.4, prodotta dal 1989 al 1992.
Una seconda variante, denominata X14NZ, è stata utilizzata in alcuni mercati (tra cui l'Italia) al posto dell'unità X14SZ. Non molte, comunque, le differenze: il rapporto di compressione è stato abbassato fino a 9.4:1 e la coppia massima era di 103 N·m a 2800 giri/min (anziché 106 a 3000 giri/min). Analoghe all'unità X14SZ anche le applicazioni.
Al suo esordio, il 1.4 OHC Four a carburatore è stato proposto anche in un'altra variante denominata E14LV, utilizzata per equipaggiare le Opel Kadett E 1.4 previste per alcuni mercati. Tale variante montava un carburatore Pierburg 2E3 ed aveva un rapporto di compressione di 8.6:1. La potenza massima era di 60 CV a 5200 giri/min, mentre la coppia massima toccava 105 N·m a 2600 giri/min.

Versione da 1.6 litri[modifica | modifica sorgente]

Questa Ascona C 1.6 montava un motore 1.6 OHC Four

Come nel caso del 1.2 Opel OHC Four, anche il 1.6 ha avuto una doppia configurazione. È esistito infatti sia a corsa lunga sia a corsa corta. Quest'ultimo è stato il primo a debuttare, nel 1981, ma è stato anche quello dalla carriera più breve, essendo stato tolto di produzione nel 1989. Il 1.6 a corsa lunga, infatti, lanciato già nel 1986, non solo è arrivato fino alla seconda metà degli anni novanta, ma come il 1.4 OHC Four è stato incluso con pochissime modifiche (nella sua evoluzione più moderna) all'interno della nuova famiglia di motori Family 1 (e con una nuova denominazione). Ciò si deve alla particolare efficienza di questo propulsore ed alle sue doti di basso consumo ed inquinamento contenuto. Basti pensare che già nel 1993, una variante di questo 1.6 avrebbe potuto rispettare addirittura la normativa Euro 3, ancora di là dall’essere introdotta!
Tornando indietro, il 1.6 a corsa corta era caratterizzato da misure di alesaggio e corsa pari ad 80x79.5 mm, mentre in quello a corsa lunga tali misure erano di 79x81.5 mm. In entrambi i casi la cilindrata era di 1598 cc.
Nella maggior parte dei casi, la distribuzione era monoalbero a due valvole per cilindro, ma tre varianti (la C16XE, la X16XE e la X16XEL) erano bialbero a quattro valvole per cilindro. In particolare, la X16XE ha avuto un destino analogo a quello del motore X14XE, e cioè che è nato come componente della famiglia OHC Four, ma in seguito è stata incluso nei motori Family I e nel programma Ecotec.
Numerose sono state le varianti in cui il 1.6 è stato proposto: se ne contano infatti ben 17, e quasi tutte rivestono una loro rilevanza dal punto di vista dei modelli da esse equipaggiate.

Principali varianti[modifica | modifica sorgente]

Le principali varianti del 1.6 OHC Four, sia a corsa lunga che a corsa corta, sono riportate nella seguente tabella a scomparsa.

Motore OHC Four 1.6
Variante AlesaggioxCorsa
mm
Rapporto di
compressione
Alimentazione Catalizzatore
Sì/No
Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Applicazioni Anni di produzione
16SH 80x79.5 9.2 Carburatore No 90/5800 126/3800-4200 Opel Kadett D 1.6 S 1981-84
Opel Kadett E 1.6 S Export 1984-86
Opel Ascona C 1.6 S 1984-86
16NV 80x79.5 8.2 Carburatore No 75/5600 123/3000-3400 Opel Ascona C 1.6 1982-88
16SV 79x81.5 10 Carburatore No 82/5400 130/2600 Opel Kadett E 1.6 S 1986-91
Opel Ascona C 1.6 S 1986-88
Opel Vectra A 1.6 S 1988-92
C16LZ 79x81.5 8.6 Iniezione
single-point
75/5200 121/3400 Opel Kadett E 1.6i 1986-87
Opel Ascona C 1.6i 1986-87
E16NZ 79x81.5 9.2 Iniezione
single-point
No 75/5200 127/2600 Opel Kadett E 1.6i 1987-91
Opel Ascona C 1.6i 1987-88
Opel Vectra A 1.6i 1988-89
C16NZ 79x81.5 9.2 Iniezione
single-point
75/5200 125/2800 Opel Corsa A 1.6i 1988-91
Opel Kadett E 1.6i 1987-91
Opel Astra F 1.6i 1991-93
Opel Ascona C 1.6i 1987-88
Opel Vectra A 1.6i 1989-94
C16XE 79x81.5 10.5 Iniezione
multipoint
109/5500 150/3500 Opel Corsa B 1.6 16v GSi 1993-94
X16XE 79x81.5 9.8 Iniezione
multipoint
106/6000 150/4000 Opel Corsa B 1.6 16v GSi 1994-2000
Opel Tigra A 1.6 16v 1994-2000
E16SE 79x81.5 10 Iniezione
multipoint
101/5600 135/3400 Opel Corsa A 1.6 GSi 1988-90
C16SEI 79x81.5 10 Iniezione
multipoint
98/5600 132/3400 Opel Corsa A 1.6 GSi 1990-92
C16SE 79x81.5 9.8 Iniezione
multipoint
101/5800 135/3400 Opel Corsa A 1.6 GSi 1992-93
Opel Astra F 1.6 Si 1993-94
X16SZ 79x81.5 10 Iniezione
single-point
71/5000 128/2800 Opel Astra F 1.6i 1993-96
Opel Vectra A 1.6i 1994-95
X16XEL[modifica | modifica sorgente]

Analogamente al motore X14XE, anche il motore X16XEL ha seguito lo stesso cammino. Nato come OHC Four, è stato in seguito inserito nei motori Family I, in base al programma Ecotec, volto ad abbattere emissioni e consumi.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Opel X16XEL.
Altre varianti[modifica | modifica sorgente]

Tra le altre varianti del 1.6 OHC Four (spesso utilizzate solo in alcuni mercati) figurano innanzitutto i motori A16SH ed A16NV, rispettivamente derivati dai motori 16SH e 16NV visti nella precedente tabella. Essi erogavano rispettivamente 71 e 90 CV e sono stati montati sulla Ascona C e sulla Kadett E.
Il motore S16SH aveva caratteristiche simili a quelle del motore A16SH ed è stato montato anch'esso su Ascona C e Kadett E.
La quarta ed ultima variante minore del 1.6 OHC Four è siglata C16NZ2 ed era l'unica catalizzata di questo gruppetto. L'alimentazione era ad iniezione, la potenza massima era di 75 CV a 5200 giri/min ed è stata montata sulla Vectra A.

Il 1.6 OHC Four alla Daewoo[modifica | modifica sorgente]

Come già accennato all'inizio, il 1.6 OHC Four non è rimasto entro i confini europei, ma è arrivato addirittura in Corea del Sud, e precisamente alla Daewoo, anch'essa appartenente alla General Motors. Ottenuta la licenza di utilizzare il 1.6 OHC Four per i suoi modelli, la Daewoo ha potuto originare da tale 1.6 una piccola famiglia di motori, denominata D-TEC. Analogamente, tale famiglia di motori si sarebbe in seguito evoluta in una più moderna famiglia nota come E-TEC II, che avrebbe fatto parte della gamma motoristica dei modelli Chevrolet derivati dalla Daewoo stessa.

Versione da 1.8 litri[modifica | modifica sorgente]

La Vectra A è stata una delle ultime Opel a montare il 1.8 OHC Four

Il 1.8 OHC Four è stato introdotto nel 1982: esso è nato sulla base del 1.6 OHC Four a corsa corta, nato l'anno prima, il quale è stato opportunamente rialesato. Il diametro dei cilindri è così passato da 80 ad 84.8, mentre la corsa è rimasta invariata a 79.5 mm. In questo modo si è ottenuta una cilindrata complessiva di 1796 cc. Questo preciso valore di cilindrata caratterizza anche il 1.8 Family I, introdotto a partire dal 1996, ma non si tratta dello stesso motore, quindi è bene non fare confusione tra i due 1.8. Il 1.8 OHC Four era unicamente monoalbero a due valvole per cilindro ed è stato proposto anch'esso in diverse varianti.

Principali varianti[modifica | modifica sorgente]
Motore OHC Four 1.8
Variante Rapporto di
compressione
Alimentazione Catalizzatore
Sì/No
Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Applicazioni Anni di produzione
18N 8.2 Carburatore No 75/5400 135/3000 Opel Rekord E 1.8 1982-86
18S 9.2 Carburatore No 90/5400 143/
3000-3400
Opel Manta B 1.8 S 1982-88
Opel Rekord E 1.8 S 1982-86
18E 9.5 Iniezione
elettronica
No 115/5800 141/4800 Opel Kadett D 1.8 GT/E 1982-84
Opel Kadett E 1.8 GSi 1984-86
Opel Ascona C 1.8i 1986-88
E18NV 9.2 Carburatore No 85/5400 143/2600 Opel Ascona C 1.8 Euro 1982-86
Opel Kadett E 1.8 Euro 1984-88
18NV 9.2 Carburatore 82/5400 135/3000 Opel Omega A 1.8 Kat 1986-93
18SV 10 Carburatore No 90/5200 148/
2800-3400
Opel Omega A 1.8 S 1986-92
Opel Vectra A 1.8 S 1989-90
E18NVR 9.2 Carburatore No 88/5200 143/3000 Opel Omega A 1.8 1987-90
Opel Vectra A 1.8 1988-90
18SE 10 Iniezione
elettronica
112/5600 158/3000 Opel Ascona C 1.8i Kat 1986-88
Opel Kadett E 1.8 GSi 1986-91
18SEH 10 Iniezione
elettronica
No 115/5600 160/4600 Opel Omega 1.8i 1986-92
C18NT 8.9 Iniezione
elettronica
90/5600 135/3000 Opel Kadett E 1.8i Kat 1985
C18NE 8.9 Iniezione
elettronica
100/5800 140/3000 Opel Ascona C 1.8i Kat 1985-86
Opel Kadett E 1.8i Kat 1985-86
C18NZ 9.2 Iniezione
elettronica
90/5400 145/3000 Opel Kadett E 1.8i Kat 1990-91
Opel Astra F 1.8i Kat 1991-94
Opel Vectra A 1.8i Kat 1990-95

I motori 1.8 OHC Four sono stati sostituiti dal 1.8 Family I, ma non su tutta la gamma Opel. Già dal 1993, sulla Opel Astra F c'è stato l'ingresso del 1.8 Family II, rimasto in tale gamma fino al 1998 e fino al 2000 sulle versioni 1.8 della Vectra B.

Altre varianti[modifica | modifica sorgente]

Sono esistite però anche altre varianti del 1.8 OHC Four, utilizzate per esempio in altri mercati. Tali varianti sono cinque, tre delle quali sono state montate unicamente sulla Opel Rekord E. Queste portano le sigle C18NV, S18S ed A18N.
Le altre due motorizzazioni sono la S18E e la S18NV. La prima erogava 115 CV a 5800 giri/min ed è stata montata su alcune versioni di Ascona C e Kadett E, mentre la seconda era stata offerta in due varianti di potenza. Quella da 85 CV è stata montata su alcune versioni dei modelli Ascona C e Kadett E, mentre quella da 87 CV ha trovato applicazione sulla Omega A.

Versioni a gasolio[modifica | modifica sorgente]

La Kadett D a gasolio montava il 1.6 diesel OHC Four

Le due versioni OHC Four a gasolio erano da 1.6 e da 1.7 litri. La 1.7 è l'evoluzione della 1.6, la quale a sua volta è nata sulla base del 1.6 a benzina. Quindi con quest'ultima, anche se più indirettamente, anche la versione maggiore è legata da un vincolo di parentela. Mentre il 1.6 diesel a suo tempo rappresentava l'unica motorizzazione Opel a gasolio di fascia media, il 1.7 diesel OHC Four condivise tale fascia con il più piccolo 1.5 4EC. Non solo, ma di lì a pochi anni, esattamente nel 1991, un nuovo 1.7 a gasolio (il 4EE1 di origine Isuzu) arricchì ulteriormente la gamma motoristica Opel. In pratica, per la maggior parte degli anni novanta, la Opel aveva la possibilità di offrire due diversi 1.7 a gasolio.

Versione diesel da 1.6 litri[modifica | modifica sorgente]

Il diesel 1.6 OHC Four è stato montato anche sulle Kadett E (nella foto una versione a tre volumi e 4 porte)

Il 1.6 OHC Four diesel è stato presentato a Ginevra nel 1982. Si trattava di un motore derivato direttamente dal 1.6 benzina a corsa corta, del quale riprendeva per intero le caratteristiche dimensionali (80x79.5 mm) e la struttura di monoblocco e testata. Identica anche la distribuzione monoalbero a due valvole per cilindro. Quelle di scarico erano bimetalliche. Inoltre, sempre per quanto riguarda la distribuzione, essa era dotata di punterie idrauliche. Si tratta del primo diesel europeo ad utilizzare tale tipo di punterie. Questo motore è stato proposto unicamente in forma aspirata ed in due varianti quasi identiche tra loro, denominate 16D e 16DA. Entrambe erano caratterizzate dal rapporto di compressione pari a 23:1, dall'alimentazione ad iniezione indiretta Bosch con pompa rotativa e con precamera di turbolenza Ricardo Comet V.
La potenza massima raggiungeva 54 CV a 4600 giri/min e la coppia massima era di 93 N·m a 2400 giri/min.
Questo motore è stato montato su:

  • Opel Kadett D 1.6 diesel (1982-84);
  • Opel Kadett E 1.6 diesel (1984-89);
  • Opel Ascona C 1.6 diesel (1982-88).

Versione diesel da 1.7 litri[modifica | modifica sorgente]

Un esempio di applicazione del 1.7 Diesel OHC Four è stato il furgoncino Opel Combo B

Il 1.7 OHC Four è nato dalla rialesatura del 1.6 diesel appena illustrato. Di quest'ultima motorizzazione, il 1.7 voleva essere sia l'evoluzione che il sostituto. Tale versione ha esordito nel 1988: la misura dell'alesaggio è stata portata da 80 ad 82.5 mm, per una cilindrata totale di 1700 cc esatti. L'aumento della cilindrata è stato realizzato per poter migliorare le doti di erogazione della coppia motrice rispetto al precedente 1.6. In effetti, c'è stato un lieve miglioramento, ma il peso del motore deponeva a sfavore delle prestazioni. Per questo motivo, nel 1991, questo 1.7 venne affiancato dal 1.7 Isuzu accennato in precedenza, il quale vantava un peso più ridotto e quindi una migliore resa.
Il 1.7 OHC Four è stato proposto in tre varianti, due aspirate ed una sovralimentata con turbocompressore a bassa pressione. Quest'ultima, siglata X17DTL, è stata l'ultima evoluzione del 1.7 OHC Four e rispettava già la normativa Euro 2.
Di seguito vengono mostrate le caratteristiche e le applicazioni delle tre varianti del OHC Four, tutte catalizzate tranne nel caso del motore 17D applicato sulla Kadett E.

Motore OHC Four 1.7 Diesel
Variante Rapporto di
compressione
Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Applicazioni Anni di produzione
17D 23 57/4600 105/
2400-2600
Opel Kadett E 1.7 D 1988-91
Opel Astra F 1.7 Diesel 1991-92
Opel Vectra A 1.7 Diesel 1988-93
22 60/4500 108/2600 Opel Combo B 1.7 D 1993-2000
17DR 23 60/4600 105/
2400-2600
Opel Astra F 1.7 Diesel 1992-94
Opel Vectra A 1.7 Diesel 1993-95
X17DTL 22 68/4500 132/2400 Opel Astra F 1.7 TD 1994-98
Opel Astra G 1.7 TD 1998-99

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]