Monaldi & Sorti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Rita Monaldi (1966) e Francesco Sorti (1964) sono una coppia di scrittori italiani di romanzi gialli storici, marito e moglie nella vita.

I loro libri (fino ad oggi hanno pubblicato otto romanzi e una curatela) sono stati tradotti in 26 lingue e complessivamente 60 paesi. Nonostante i due autori scrivano in italiano, tutte le loro opere dopo il romanzo di esordio Imprimatur (Mondadori 2002) sono disponibili solo in traduzione. Le principali fonti di informazioni in lingua italiana su Monaldi & Sorti sono il libro-inchiesta di Simone Berni, Il caso Imprimatur, Ed. Biblohaus, e www.attomelani.net, sito dell'Imprimatur Fan Club, un gruppo di lettori fondato nella Svizzera Italiana, che persegue lo scopo dichiarato di sensibilizzare l'opinione pubblica per far pubblicare le opere di Monaldi & Sorti anche in italiano.

Monaldi & Sorti vivono a Vienna.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

I romanzi di Monaldi & Sorti comprendono due serie: la prima conta sette tomi, di cui cinque finora pubblicati: Imprimatur (2002), Secretum (2004), Veritas (2006), Mysterium (2011) e Dissimulatio (2011). La serie ha come protagonista un personaggio realmente esistito, l'abate Atto Melani, (Pistoia 1626 - Parigi 1714), cantante castrato, diplomatico e spia. La figura di Atto Melani, nota quasi esclusivamente ai musicologi, è stata portata all´attenzione del grande pubblico da Monaldi & Sorti, che hanno ritrovato alcuni dei suoi manoscritti, venduti dagli eredi della famiglia Melani nel 1906 e in seguito dispersi, e si sono basati sugli scritti e gli epistolari di Melani per le loro opere.

I due autori hanno altresì pubblicato in veste di curatori un manoscritto di Atto Melani da essi scoperto nella Bibliothèque du Sénat di Parigi. L´opera, dal titolo I segreti dei conclavi (2005), consiste in un rapporto riservato in cui Melani illustra al Re Sole l´arte di condizionare politicamente l´elezione dei Papi in modo da eleggere il candidato politicamente più favorevole alla Francia.

La seconda serie di Monaldi & Sorti è una trilogia di romanzi in forma epistolare e in stile picaresco ambientati nel Rinascimento: I dubbi di Salaì (2007), L´uovo di Salaì (2008), La Riforma di Salaì (2014).  Anche questa serie ha per protagonista un personaggio realmente esistito: Gian Giacomo Caprotti detto Salaì (1480-1524), figlio adottivo di Leonardo da Vinci.

Romanzi storici pubblicati anche in italiano[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi storici pubblicati solo in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

  • Secretum - 2004
  • Veritas - 2006
  • Mysterium - 2011
  • Dissimulatio - 2011
  • I Dubbi di Salaì - 2007
  • L'Uovo di Salaì - 2008
  • La Riforma di Salaì - 2014

Altre opere (pubblicate solo in altre lingue)[modifica | modifica wikitesto]

  • Atto Melani, I segreti dei conclavi (edizione a cura di Monaldi & Sorti) - 2005

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Sin dalla sua uscita, Imprimatur è stato al centro di un controverso caso editoriale. Il libro entrò subito al 4° posto nella classifica dei bestsellers di narrativa italiana del Corriere della Sera[1], ma dopo poche settimane diversi lettori lamentarono l´improvvisa irreperibilità del romanzo nelle librerie[2]. Pubblicato in edizione tascabile nella collana Oscar Bestsellers venne definitivamente ritirato dal commercio in Italia in seguito alla rescissione del contratto con Mondadori da parte dell'agente letterario degli autori, Luigi Bernabò. Successivamente Imprimatur è stato pubblicato all´estero in numerose lingue, vendendo complessivamente oltre un milione di copie[3].

Nel 2006 l'editore olandese De Bezige Bij ha ripubblicato Imprimatur in italiano con una prefazione degli autori: questa edizione è disponibile su Internet tramite la libreria online Hoepli, dove il romanzo nel corso degli anni si è ripetutamente piazzato tra i bestsellers[4].

Le edizioni originali Mondadori di Imprimatur vengono attualmente offerte sul mercato dell´usato ed antiquario come rarità a prezzi compresi tra 100 e 150 Euro[5][6][7].

Sia nel libro-inchiesta di Simone Berni[8] che nel sito dell'Imprimatur Fan club e in numerose testate giornalistiche estere[9] viene avvalorata l'ipotesi secondo cui la repentina uscita del volume dalle librerie e dai cataloghi di Mondadori sia stato un esplicito boicottaggio a casa di scottanti documenti storici ritrovati e pubblicati dagli autori in appendice al libro. Alla fine del romanzo, infatti, è allegata una serie di documenti ritrovati dagli autori nell'archivio segreto vaticano e nell'archivio di Stato di Roma, secondo i quali il pontefice Innocenzo XI (1676-1689), al secolo Benedetto Odescalchi, beatificato nel 1956, avrebbe segretamente favorito per tornaconto economico (proveniva da una famiglia di banchieri) il principe protestante Guglielmo d'Orange che nel 1688 con un colpo di stato politico-militare rovesciò in Inghilterra la dinastia cattolica degli Stuart[10].

Il “caso Monaldi & Sorti” è stato esaminato dalla sezione tedesca del Pen Club, che nel 2009 in un comunicato stampa ha espresso preoccupazione per l´esclusione dei due autori dal panorama editoriale italiano[11].

L'inchiesta di Simone Berni[modifica | modifica wikitesto]

Queste e altre circostanze sono state oggetto di un´inchiesta giornalistica da parte del bibliofilo ed esperto di libri rari e proibiti Simone Berni nel saggio Il caso Imprimatur (Edizioni Biblohaus, 2008)[12].

A sostegno dell´ipotesi del boicottaggio, Berni ricorda tra l´altro che l´edizione Oscar Mondadori del 2003 venne omessa nel catalogo degli Oscar di quell´anno; che alcune librerie online italiane cancellarono le pagine web in cui i lettori lamentavano la difficoltà di reperire il libro; che al momento dell´uscita del libro si stava preparando per Innocenzo XI in Vaticano la canonizzazione, poi annullata dopo l´uscita di Imprimatur; infine, che il sacerdote che aveva in precedenza unito in matrimonio in due autori, don Giorgio Marchiori, il quale tra l´altro figura sotto altro nome tra i personaggi di Imprimatur, al momento dell´uscita del libro era parroco di Castel Gandolfo, e venne degradato e trasferito d´urgenza in Romania.

Alla vicenda e all´inchiesta di Berni hanno dedicato articoli e reportages numerosi media di vari paesi, tra cui in Italia LA7 (nella trasmissione Complotti condotta da Giuseppe Cruciani), il Corriere della Sera (articolo e videointervista), Micromega (nel numero "Crimini d'establishment" 3/2011), Sette, Corriere Style, La Repubblica, Libero e altri.

I romanzi successivi della serie[modifica | modifica wikitesto]

Dopo Imprimatur sono usciti i sequel Secretum (2004), Veritas (2006), Mysterium (2011), Dissimulatio (2011), pubblicati in anteprima mondale in Olanda da De Bezige Bij e poi tradotti in numerose lingue.

Imprimatur e i due romanzi successivi (Secretum e Veritas) sono caratterizzati da una “colonna sonora” contenente i brani di musica barocca descritti nella narrazione. In quasi tutte le edizioni straniere tale colonna sonora è stata regalata con il libro in un CD allegato. Attualmente i soundtrack dei tre libri possono essere ascoltati su Youtube.

Il romanzo Dissimulatio è stato pubblicato in Olanda nel 2011 con una prima tiratura di 846.000 copie, probabilmente la più alta prima tiratura mai realizzata per un autore italiano all´estero[13]. I due autori nell´occasione sono stati ospiti ad Amsterdam del Maand van Het Spannende Boek (Mese del thriller). Nelle edizioni passate erano stati prescelti per la stessa manifestazione Stephen King, James Ellroy, Dean Koontz, Elizabeth George, Henning Mankell, David Baldacci e Ian Rankin[14].

Ricezione della critica[modifica | modifica wikitesto]

Il mensile americano Solander, magazine della Historical Novel Society, ha inserito Imprimatur in una triade ideale di romanzi storici italiani accanto a Il Gattopardo di G. Tomasi di Lampedusa e Il Nome della Rosa di Umberto Eco[15].

Il quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung ha definito i due autori “dopo l´uscita di scena di Fruttero & Lucentini la nuova «ditta», il nuovo duo letterario italiano di rango internazionale»[16]. Il settimanale francese L´Express li ha definiti “gli eredi di Umberto Eco”[17].

Una rassegna stampa antologica è disponibile nel sito web del fan club con recensioni da Times, Times Literary Supplement, Independent, Daily Telegraph, Frankfurter Allgemeine, Süddeutsche Zeitung, Die Zeit, Figaro, Le Monde, El Paìs e altri.

Interesse in ambito accademico[modifica | modifica wikitesto]

In USA il più recente contributo in ambito accademico sui romanzi di Monaldi & Sorti è l´analisi e lettura di Imprimatur nell´ambito del corso sul romanzo storico italiano tenuto attualmente (anno accademico 2014-2015) da Carol Lazzaro Weis al dipartimento di Lingue e Letterature romanze dell´università del Missouri[18].

Monaldi & Sorti, essendo i loro libri quasi tutti pubblicati solo in lingue diverse da quella originale, hanno suscitato l´interesse degli studiosi di traduzione. Hanne Jansen, docente di Italianistica all´università di Copenhagen e traduttrice storica di Claudio Magris, ha tenuto al congresso EST (European Society of Translation  Studies - Lovanio 2010) uno studio comparato sui rapporti che tre autori italiani - Umberto Eco, Claudio Magris e Monaldi & Sorti - hanno con i rispettivi traduttori[19]. Al congresso internazionale “Fictional Translators in Literature and Film” (Vienna 2011) Monaldi & Sorti hanno presentato un contributo su "Il concetto di traduzione come fil rouge letterario", mentre il loro traduttore olandese, Jan van der Haar, è intervenuto a proposito della sua esperienza con specifico riferimento al romanzo Mysterium.

La coppia di autori viene regolarmente invitata da istituzioni accademiche per interventi sulla loro opera. Sul rapporto tra storia e fiction Monaldi & Sorti sono intervenuti durante un incontro di studio sui loro libri tenuto nel 2013 presso l´Accademia delle Scienze di Budapest.

Altre lectures sono state tenute recentemente al Dipartimento di Romanistica dell´Università di Vienna nell´ambito del corso monografico "Contributi dell´immigrazione italiana alla diversificazione socioculturale di Vienna" (2012).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

seconda parte

  1. ^ http://attomelani.net/wp-content/Italy/corriere%2014-004-02.jpg
  2. ^ http://attomelani.net/wp-content/Italy/corriere%2014-004-02.jpg
  3. ^ http://www.biblohaus.it/libro/berni-simone-il-caso-imprimatur-storia-di-un-romanzo-italiano-bestseller-internazionale-bandito-in-italia/
  4. ^ http://www.attomelani.net/wp-content/Italy/Hoepli_Top10_%28_2%29.htm
  5. ^ http://www.amazon.de/Imprimatur-italienische-Ausgabe-Rita-Monaldi/dp/8804517557%3FSubscriptionId%3D0H7E2ABGRZR51KQBN202%26tag%3Duniversitat09-21%26linkCode%3Dxm2%26camp%3D2025%26creative%3D165953%26creativeASIN%3D8804517557
  6. ^ http://www.abebooks.de/servlet/BookDetailsPL?bi=12825697697&cm_mmc=kvk-_-12825697697
  7. ^ http://www.kijiji.it/annunci/libri-e-riviste/treviso-annunci-treviso/monaldi-sorti-imprimatur-mondadori-omnibus-ii-ed-italiana/16799500
  8. ^ Il caso Imprimatur, cit
  9. ^ http://www.attomelani.net/index.php/stampa-internazionale/
  10. ^ Imprimatur ediz. Mondadori Bestsellers, Milano 2003, p.611 e sgg
  11. ^ http://www.attomelani.net/index.php/2012/06/15/report-interno-del-pen-club-tedesco-in-difesa-di-imprimatur-monaldi-sorti-boicottati-ieri-come-oggi/
  12. ^ http://www.biblohaus.it/?s=imprimatur&post_type=product
  13. ^ http://archive-nl-2012.com/nl/c/2012-08-16_196056_12/CPNB/
  14. ^ http://archive-nl-2012.com/nl/c/2012-08-16_196056_12/CPNB/
  15. ^ http://www.attomelani.net/index.php/2012/06/23/imprimatur-scelto-in-usa-nella-triade-dei-migliori-romanzi-storici-italiani/; http://historicalnovelsociety.org/more-than-a-matter-of-words/
  16. ^ http://attomelani.net/wp-content/stampa_internazionale/FAZ.pdf
  17. ^ http://www.attomelani.net/wp-content/uploads/express_18_12_02.jpg
  18. ^ http://romancelanguages.missouri.edu/cvs/lazzaro-weis.doc
  19. ^ Hanne Jansen, The Author strikes back, in "Tracks and Treks in Translation Studies: Selected papers from the EST Congress, Leuven 2010".