Men of Honor - L'onore degli uomini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Men of Honor - L'onore degli uomini
Men of Honor - L'onоre degli uomini.png
Robert De Niro e Cuba Gooding Jr. in una scena del film
Titolo originale Men of Honor
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2000
Durata 128 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, biografico
Regia George Tillman Jr.
Soggetto Scott Marshall Smith
Sceneggiatura Scott Marshall Smith
Produttore Bill Badalato, Robert Teitel
Produttore esecutivo Bill Cosby, Stan Robertson
Casa di produzione Fox 2000 Pictures, State Street Pictures
Distribuzione (Italia) 20th Century Fox
Fotografia Anthony B. Richmond
Montaggio John Carter, Dirk Westervelt
Effetti speciali Cis Hollywood/Digital Filmworks
Musiche Mark Isham
Scenografia Leslie Dilley
Costumi Salvador Pérez jr.
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Vai avanti e combatti Carl, ribellati alle loro regole quando ritieni giusto, e se verranno giorni duri... e ne verranno... non mollare mai. »
(Mac Brashear al figlio Carl Brashear)

Men of Honor - L'onore degli uomini (Men of Honor) è un film del 2000 diretto da George Tillman Jr. e ispirato alla vera storia di Carl Brashear che fu il primo marinaio afroamericano ad ottenere l'abilitazione al servizio di palombaro e a divenire, nel 1970, Primo capo palombaro della marina militare statunitense.

 Trama[modifica | modifica wikitesto]

Carl Brashear decide di lasciare il Kentucky, suo paese nativo, per entrare nella Marina statunitense. Viene così imbarcato sulla nave di salvataggio USS Hoist, dove viene assegnato alla cambusa. Carl si ispira al coraggio di uno dei subacquei della nave, ovvero al Primo capo palombaro Billy Sunday, e decide di lanciarsi in acqua per fare il bagno nonostante quello non fosse il giorno designato per le persone di colore. Nell'occasione però viene adocchiato da un suo superiore che, vedendo la grande velocità di Carl in mare, decide di promuoverlo a marinaio. Il giovane si avvicina così al suo sogno, ovvero superare il razzismo presente all'interno della marina e diventare il primo afroamericano della storia a diventare Primo capo palombaro. Per due anni Carl scrive oltre cento lettere prima che l'arma lo accetti nella scuola per palombari, e, una volta entrato, dovrà fare i conti con il suo superiore che non ne vuole sapere di permettere ad un nero di diventare palombaro.

Brashear lotta per superare le sue carenze scolastiche dovute al fatto che lasciò la scuola ancora bambino per contribuire al lavoro nella fattoria della sua famiglia. Riceve così l'aiuto della sua futura moglie, un aspirante medico, che lavora part-time nella biblioteca pubblica di Harlem, New York City. Carl dimostra il suo valore di subacqueo salvando un compagno che si era immerso durante un'esercitazione di salvataggio. Purtroppo, a causa del razzismo del comandante "Mr. Pappy", la medaglia per le azioni eroiche di Brashear viene invece data ad un altro studente che, a differenza sua, fuggì di fronte al pericolo. Carl comincia anche a prendere buoni risultati nelle materie teoriche, guadagnandosi così il posto di palombaro (gli bastava infatti completare un'ultima prova senza bisogno di finirla in un tempo determinato). Durante questa però, che consisteva in un assemblaggio subacqueo utilizzando un sacchetto di attrezzi, il sacchetto di Brashear viene tagliato, così da far disperdere gli attrezzi al suo interno. Nonostante questo riesce incredibilmente a completare l'assemblaggio dopo circa 9 ore e mezza, completando così la scuola di immersione e guadagnando anche l'ammirazione silenziosa di Billy e dei suoi compagni subacquei.

Il comandante Billy però, viene numerose volte retrocesso di grado a causa del suo comportamento inopportuno e della sua mancanza di rispetto a numerosi ufficiali. Al contrario suo invece, Brashear viene promosso numerose volte fino a diventare nel 1966 un vero e proprio eroe nazionale per il recupero di una bomba atomica. I due si incontrano nuovamente quando Carl perde la gamba sinistra per salvare due marinai. Brashear non perde la speranza di tornare al suo lavoro e decide quindi di farsi tagliare la gamba ferita così da mettersi una protesi e ritornare a lavoro. La burocrazia della marina statunitense però non vede di buon occhio la decisione di Carl e cerca di ostacolarlo. Ma Billy, deciso ad aiutare l'afroamericano, entra in aula e da sostegno morale al suo ex allievo durante i cosiddetti "12 passi", ovvero una prova che consiste nell'alzarsi da solo con la tuta da palombaro e il casco di rame addosso e compiere 12 passi senza nessun tipo di aiuto. Carl riesce a superare la prova e viene reinserito tra i palombari. Alla fine del film si osserva che due anni dopo Brashear riesce a diventare un Primo capo palombaro e che lavorerà in marina per altri nove anni.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

L'attrezzatura da palombaro presente nel film è la vera attrezzatura subacquea usata dalla Marina Militare statunitense a partire dal 1915 fino al 1985.[1] Cuba Gooding Jr. ha girato le scene subacquee con una tuta regolamentare da palombaro della marina, il cui peso è di circa 80 Kg (fuori dall'acqua). Abituarsi a muoversi con la tuta ed a vincere il senso di claustrofobia che si prova al suo interno, è stato uno degli impegni maggiori.[2][3]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La musica del film, composta da Mark Isham, comprende le seguenti canzoni:

  1. Win - Brian McKnight
  2. I Wish It Would Rain - The Temptations
  3. Say When - Marvin Gaye
  4. The Navy Diver - Mark Isham
  5. A Son Never Forgets - Mark Isham
  6. Bounce Dive - Mark Isham
  7. Fouled! - Mark Isham
  8. Gwen - Mark Isham
  9. The Breath Holding Contest - Mark Isham
  10. Jo - Mark Isham
  11. Men of Honor - Mark Isham

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film uscì nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 10 novembre del 2000 e divenne in poco tempo un grande successo al botteghino. Guadagnò infatti poco più di 82 milioni di dollari contro un budget di soli 32 milioni di dollari.[4] Il film è stato anche accolto benevolmente dalla critica, che elogiò in particolare l'interpretazione dei due attori protagonisti.[5]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La nascita dello scafandro da palombaro/When the diving helmet was born
  2. ^ http://filmup.leonardo.it/menofhonor.htm
  3. ^ TNTforum -> Men of Honor
  4. ^ Men of Honor (2000) - Box Office Mojo
  5. ^ Men of Honor - Awards - IMDb
  6. ^ http://www.youtube.com/watch?v=SGiLOeEkYBo minuto 5 e 30 secondi
  7. ^ Il Mondo Dei Doppiatori - La Pagina Di Ferruccio Amendola

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema