Lords of Dogtown

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lords of Dogtown
Lords Of Dogtown.jpg
Una scena del film
Titolo originale Lords of Dogtown
Paese di produzione USA
Anno 2005
Durata 107 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere biografico
Regia Catherine Hardwicke
Soggetto Stacy Peralta
Sceneggiatura Stacy Peralta
Fotografia Elliot Davis
Montaggio Nancy Richardson
Musiche Mark Mothersbaugh
Scenografia Chris Gorak
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Lords of Dogtown è un film del 2005, diretto da Catherine Hardwicke.

Il film è scritto da Stacy Peralta, già autore del documentario Dogtown and Z-Boys.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film trae spunto da una storia vera e parla di un gruppo di amici che negli anni settanta rivoluzionò il mondo dello skateboard contaminandolo con le classiche figure del surf. I ragazzi sono tutti originari della zona di Venice Beach che divenne una vera e propria icona dello skateboard. Questo gruppo di adolescenti passa le giornate divertendosi con le allora nuove tavole dotate di ruote in uretano, con le quali riescono ad effettuare spettacolari acrobazie nelle piscine dei ricchi di Beverly Hills svuotate dalla siccità del 1975. Quei ragazzi sono oggi delle vere e proprie icone dello skateboard, come Stacy Peralta, Tony Alva e Jay Adams. Il negozio di surf che frequentavano abitualmente, il "Jeff Ho Surfboards and Zephyr Productions" aveva sede a Santa Monica, California. Uno dei proprietari del negozio, Skip Engblom, fonderà poi lo "Zephyr Skate Team", da cui Z-Boys (Zephyr Boys).

Come dei veri Z-Boys[modifica | modifica sorgente]

  • Skip Engblom, fondatore dello Zephyr Skate Team, compare in una scena nel ruolo dell'arbitro che dà il via a una gara di discesa su skateboard.
  • Stacy Peralta compare in una scena nel ruolo di regista televisivo che intervista Stacy Peralta (John Robinson).
  • Jay Adams e Tony Alva compaiono in una scena come amici di famiglia di Jay Adams (Emile Hirsch).
  • Bob Biniak compare nel ruolo di gestore di un ristorante.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Skip Engblom ha voluto Heath Ledger come interprete di sé stesso.
  • Il pluri-campione mondiale di skateboard Tony Hawk compare nel ruolo di un astronauta che, durante un servizio fotografico, cade da uno skateboard.
  • Il gruppo che suona alla festa nel locale è la band punk Rise Against, che interpreta Nervous Breakdown, dei Black Flag.
  • Nella scena dove Jay torna a casa e incontra il promoter per fargli cantare lo spot, la persona che gli chiede all'inizio della scena la birra è il vero Jay Adams

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Dal film è stato prodotto anche un cd contenente i seguenti brani:

  1. Death Or Glory - Social Distortion
  2. Long Way To Go - Alice Cooper
  3. Hair Of The Dog - Nazareth
  4. I Just Want To Make Love To You - Foghat
  5. Fox On The Run - Sweet
  6. Old Man - Neil Young
  7. Motor City Madhouse - Ted Nugent
  8. Turn To Stone - Joe Walsh
  9. One Way Out - The Allman Brothers Band
  10. Fire - Jimi Hendrix
  11. Space Truckin' - Deep Purple
  12. Success - Iggy Pop
  13. Suffragette City - David Bowie
  14. Iron Man - Black Sabbath
  15. Nervous Breakdown - Rise Against
  16. 20th Century Boy - T. Rex
  17. Maggie May - Rod Stewart
  18. Wish You Were Here Radiohead feat. Sparklehorse
  19. Voodoo Chile - Jimi Hendrix

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema