Stacy Peralta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stacy Peralta nel 1976

Stacy Peralta (Venice, 15 ottobre 1957) è un regista, skateboarder, surfista e imprenditore statunitense.

È stato un componente degli originali Z-Boys.

È nato in California. Ha iniziato ad andare sullo skateboard all’età di 5 anni. All'età di 11 anni, Peralta incominciò le competizioni con gli Z-Boys, un team sponsorizzato dal negozio di surf "Jeff Ho and Zephyr Surfboard Productions". Il suo secondo sponsor fu la "Gordon and Smith." La sua prima competizione fu la "Del Mar Nationals", una gara con due sole categorie di skating: slalom e freestyle, in cui si piazzò settimo. In seguito si allenò per padroneggiare le evoluzioni dello skating freestyle, e nell'arco di soli otto mesi dalla sua prima competizione divenne il numero 3 al mondo tra gli skater freestyler professionisti al "World Skateboard Championship".[1] Ha mostrato il suo talento anche in una serie televisiva molto popolare, le Charlie's Angels.

Dopo aver partecipato a molti film sullo skateboard e aver lavorato come regista della seconda unità in numerose produzioni, Peralta ha fondato la squadra Powell Peralta’s Bones Brigade, tra cui annoveravano i giovanissimi Tony Hawk e Rodney Mullen.

Nel 1984, insieme con Craig Stecyk, ha prodotto The Bones Brigade Video Show, lanciando la moda dello skateboard in video.

Peralta mostra il suo credito come produttore per The 1 Second Film nel gennaio 2005

Nel 1992, Peralta lasciò la Powell-Peralta per dirigere e produrre trasmissioni e serie televisive dedicate a questo sport a tempo pieno.

Ha divorziato nel 1990, ha un figlio, Austin Peralta.

Peralta è per un quarto paterno di origini messicane.[2]

L'inizio della sua carriera è raccontato nel film Lords of Dogtown.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ C.R. Stecyk III, snowBoarder, "Who's Hot!-Stacy Peralta", (Autunno 1975) e "Fisheyed Freaks and Long Dogs with Short Tales", (Giugno 1976)
  2. ^ Guerrero, Melissa, Urban Latino, "Brown Kids Can Skate: Interview with Stacy Peralta" (Estate 2001); "This was a team made up of a diverse cultural mix. I'm a quarter Mexican."

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 81782550 LCCN: no2003039857

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie