Letteratura indiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Illustrazione tratta dal poema epico Mahābhārata, ritraente Draupadi e i suoi mariti

La letteratura indiana si compone di tutte quelle opere prodotte nel subcontinente indiano fino al 1947 e dalla creazione della Repubblica dell'India in poi, che riconosce ufficialmente 22 lingue.

Le prime opere della letteratura indiana furono trasmesse oralmente. La letteratura sanscrita comincia con i Veda, una collezione di inni sacri composti tra il 2000 a.C. e il IV secolo a.C., e con i poemi epici Mahābhārata e Ramayana. Nel primo secolo d.C., insieme alla letteratura classica sanscrita, fiorirono anche la letteratura tamil, la letteratura Sangam e il Canone pāli.

Durante il Medioevo apparvero la letteratura Kannada e la letteratura Telugu, rispettivamente nel V secolo e nell'XI secolo.[1] Più tardi fiorirono la letteratura Marathi, la letteratura bengalese, la letteratura persiana e la letteratura urdu. Nella letteratura indiana contemporanea la figura di maggior spicco è Rabindranath Tagore vincitore nel 1913 del Premio Nobel per la letteratura.

Storia della letteratura indiana[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura vedica[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Veda.

Composti in lingua vedica, sono i più antichi testi religiosi dell'India, che all'inizio furono tramandati oralmente. Il più antico dei Veda, il Rigveda, potrebbe essere stato composto nel II millennio a.C., ma molti studiosi discutono questa data e credono che i Veda siano ancora più antichi. Altri esempi sono i Sulba Sutras, che sono fra i primi testi a trattare di geometria.

Itihasa[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Itihasa.

Sono tutti i testi indiani di carattere epico. Le più importanti sono il Ramayana di Valmiki ed il Mahābhārata, di cui la Bhagavad Gita costituisce una parte. Includono anche un voluminoso gruppo di opere, note come i Purana; il Purana più famoso è lo Shrimad Bhagavatam, un testo particolarmente importante per i Vaishnava, ma considerato sacro anche dalla maggior parte degli induisti.

Letteratura sanscrita classica[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Letteratura sanscrita.
Illustrazione da un manoscritto del Bhagavata Purana del XVIII secolo: Narasimha uccide Hiranyakashipu

Kālidāsa, il più grande poeta e drammaturgo della letteratura sanscrita, scrisse due poemi, la Raghuvamsha (Dinastia di Raghu) e la Kumarasambhava (Nascita di Kumarāra), e delle opere teatrali tra cui Abhijñānaśākuntalam (Il riconoscimenti di Shakuntala) e Meghaduuta. Altre opere teatrali celebri del periodo sono Mricchakatika di Shudraka, Svapna Vasavadattam di Bhasa e Ratnavali di Sri Harsha Altre opere importanti sono lAṣṭādhyāyī di Pāṇini, una delle prime grammatiche della linga sanscrita, il Manusmṛti, importante testo dell'Induismo, il Geeta Govinda di Jayadeva, lArthaśāstra di Chanakya e il Kamasutra di Vatsyayana. A differenza degli Itihasa tutte queste opere sono scritte in sanscrito classico.

Letteratura Prakrit[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Pali[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Canone pāli.
Una collezione di tutti i testi del Canone pāli

Il canone pāli è principalmente di origini indiane; è la più antica collezione di testi canonici buddhisti pervenutaci integralmente. Secondo la tradizione della scuola Theravāda il loro contenuto fu fissato in forma orale durante il primo concilio buddhista a Rājagaha subito dopo la morte del Buddha e furono messi per iscritto in Sri Lanka nel I secolo a.C. da parte della comunità del monastero Mahāvihāra.

Letteratura indiana nelle principali lingue dell'India[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura assamese[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi letteratura assamese.

Letteratura bengalese[modifica | modifica wikitesto]

Il più famoso rappresentante della letteratura bengalese è Rabindranath Tagore, che ha ricevuto il premio Nobel per la letteratura nel 1913 per la sua opera Gitanjali, risultando il primo asiatico a vincere tale premio; scrisse inoltre l'inno nazionale dell'India e del Bangladesh. Ha scritto inoltre una quantità notevole di poesie, canzoni, saggi, romanzi, opere teatrali e racconti. Ancora oggi le sue canzoni rimangono estremamente popolari in Bengala.

Letteratura Bhojpuri[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Hindi[modifica | modifica wikitesto]

La letterautra Hindi comincia con poesia religiosa e filosofica nel periodo medievale tramite dialetti come quello Avadhi e Brij. Le due figure più celebri sono Kabir and Tulsidas. Chandrakanta, scritto da Devaki Nandan Khatri, è considerato la prima opera in prosa di questa letteratura.

Letteratura Gujaratie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Kannada[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Kashmiri[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Malayalam[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Manipuri[modifica | modifica wikitesto]

Letterautra Marathi[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Nepali[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Oriya[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Punjabi[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Rajasthani[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Sanscrita[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Letteratura sanscrita.

Letteratura Sindhi[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Tamil[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Telugu[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Urdu[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Letteratura urdu.

Premi letterari indiani[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Kannada literature", Encyclopædia Britannica, 2008. Quote: "The earliest literary work is the Kavirajamarga (c. AD 450), a treatise on poetics based on a Sanskrit model."

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]