Lingua marathi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Marathi (मराठी Marāṭhī)
Parlato in India
Persone 68 milioni (1997)
Classifica 24
Scrittura Alfabeto devanagari
Filogenesi Lingue indoeuropee
 Lingue indoiraniche
  Lingue indoarie
   Zona meridionale
Statuto ufficiale
Nazioni India (Maharashtra)
Codici di classificazione
ISO 639-1 mr
ISO 639-2 mar
ISO 639-3 mar  (EN)
SIL mar  (EN)
Estratto in lingua
Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, art. 1
सर्व मनुष्यजात जन्मतःच स्वतंत्र आहे व सर्वजणांना समान प्रतिष्ठा व समान अधिकार आहेत. त्यांना विचारशक्ती व सद्सद्विवेकबुद्धी लाभलेली आहे व त्यांनी एकमेकांशी बंधुत्वाच्या भावनेने आचरण करावे.
Traslitterazione
Sarva manuṣyajāt janmataḥc svataṅtra āhe va srtajaṇāṅnā samān pratiṣṭhā va samān adhikār āhēt. Tyānnā vicāraśakti va sadasadvivekabuddhi lābhalelī āhe va tyāṅnī ekamekaṅśī baṅdhutvācyā bhāvanēnē ācaraṇ karāvē.

La lingua marathi (nome nativo मराठी Marāṭhī), detta anche maharashtra, maharathi, malhatee, marthi o muruthu, è una lingua indoaria parlata in India.

Un'autrice moderna di rilievo in lingua marathi è stata la letterata, linguista, sociologa e scrittrice Durga N. Bhagvat (1910 - 2002).

Distribuzione geografica[modifica | modifica sorgente]

Secondo l'edizione 2009 di Ethnologue, nel 1997 in India si contavano 68 milioni di locutori marathi, stanziati principalmente nello stato del Maharashtra. L'emigrazione ha portato la lingua anche in paesi stranieri, come Canada, Israele, Mauritius e Stati Uniti d'America.

Lingua ufficiale[modifica | modifica sorgente]

Il marathi è una delle 22 lingue ufficialmente riconosciute dall'allegato VIII della Costituzione dell'India.[1] È lingua ufficiale nello stato indiano del Maharashtra.[2]

Dialetti e lingue derivate[modifica | modifica sorgente]

Esistono 42 dialetti del marathi, tra cui cochin, gawdi di Goa, kasargod, kosti, kudali e nagpuri marati.

Sistema di scrittura[modifica | modifica sorgente]

La lingua marathi utilizza l'alfabeto devanagari.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Germano Franceschini e Francesco Misuraca, 1.11. Le lingue del diritto indiano in India: diritto commerciale, doganale e fiscale, Wolters Kluwer Italia, 2006, p. 16, ISBN 88-217-2356-9.
  2. ^ The Maharashtra Official Language Act, 1964. URL consultato il 27 novembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]


India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di India