Hyderabad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Hyderabad (disambigua).
Hyderabad
Corporazione Municipale (Municipal Corporation)
Hyderabad (హైదరాబాదు)
Hyderabad – Veduta
Localizzazione
Stato India India
Stato federato Andhra Pradesh
Telangana
Divisione Non presente
Distretto Hyderabad
Rangareddy
Amministrazione
Sindaco Theegala Krishna Reddy
Territorio
Coordinate 17°22′31.08″N 78°28′27.84″E / 17.3753°N 78.4744°E17.3753; 78.4744 (Hyderabad)Coordinate: 17°22′31.08″N 78°28′27.84″E / 17.3753°N 78.4744°E17.3753; 78.4744 (Hyderabad)
Altitudine 489 m s.l.m.
Superficie 260 km²
Abitanti 3 449 878 (2001)
Densità 13 268,76 ab./km²
Altre informazioni
Lingue telugu, inglese
Cod. postale 500001[1]
Prefisso +91 40[2]
Fuso orario UTC+5:30
Cartografia
Mappa di localizzazione: India
Hyderabad
Sito istituzionale

Hyderabad (telugu హైదరాబాదు, urdu: حیدر آباد, Hyderābād) è una suddivisione dell'India, classificata come municipal corporation, di 3.449.878 abitanti, capoluogo dei distretti di Hyderabad e Rangareddy, nello stato federato dell'Andhra Pradesh. In base al numero di abitanti la città rientra nella classe I (da 100.000 persone in su)[3].

Con una popolazione di circa 3.5 milioni (6.1 milioni nell'area metropolitana) è la settima metropoli indiana in ordine di grandezza. La città è cinta da mura e ha un ricco patrimonio storico, artistico e culturale.

Hyderabad e la vicina Secunderabad sono separate dall'Hussain Sagar (conosciuto anche come Tank Bund), un lago artificiale costruito nel 1562 al tempo di Ibrahim Qutb Shah. Le due città sono collegate da un argine lungo 1.6 km.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La città è situata a 17° 22' 31 N e 78° 28' 28 E e ha un'altitudine di 489 m s.l.m.[4].

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

Al censimento del 2001 la popolazione di Hyderabad assommava a 3.449.878 persone, delle quali 1.773.899 maschi e 1.675.979 femmine. I bambini di età inferiore o uguale ai sei anni assommavano a 415.754, dei quali 213.110 maschi e 202.644 femmine. Infine, coloro che erano in grado di saper almeno leggere e scrivere erano 2.397.267, dei quali 1.311.562 maschi e 1.085.705 femmine.[5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tomba dei sultani Qutub Shahi

Hyderabad (letteralmente "Città di Haydar") fu fondata sulla riva del fiume Musi dal sultano Muhammad Quli Qutb Shah nel 1589. Ben presto si sviluppò attorno al Charminar un edificio rettangolare sormontato da quattro minareti. Nel 1687 cadde sotto il dominio del Gran Mogol e da quel momento in poi fu amministrata da viceré dell'amministrazione moghul.

Nel 1724 il viceré Asaf Jah I, cui era stato attribuito il titolo onorifico di Nizam-ul-Mulk ("Governatore del regno") da parte dell'Imperatore moghul, sconfisse un rivale e stabilì il proprio controllo su Hyderabad. Così ebbe inizio la dinastia Asaf Jahi che governò Hyderabad fino all'anno seguente all'indipendenza dell'India dal Regno Unito.

La città prosperò, diventando un importante mercato per le pietre preziose e uno dei principali centri di cultura islamica in India. I suoi sovrani, denominati nizam, accumularono enormi ricchezze.

Nel XVIII secolo fu fondata la città di Secunderabad per ospitare dapprima le truppe francesi e poi le truppe britanniche. Nonostante però la presenza coloniale britannica il principato di Hyderabad continuò ad esistere.

Dopo l'indipendenza dell'India lo Stato di Hyderabad entrò nel 1948 a far parte della federazione, finché non fu incorporato nello Stato dell'Andhra Pradesh nel 1956.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Ad Hyderabad ha avuto notevole sviluppo l'information technology, la biotecnologia e l'industria farmaceutica.

Nel settore dell'information technology è stata realizzata HITEC City (Hyderabad Information Technology Engineering Consultancy City). Nel campo della biotecnologia è stato realizzato il parco industriale di Genome Valley ed è in via di completamento il parco Nanotechnology.

La città ha inoltre un'industria cinematografica molto sviluppata ed è soprannominata Tollywood per essere il centro principale per la produzione di film in lingua telugu.

In passato tale primato spettava a Chennai ma con lo sviluppo delle infrastrutture di Hyderabad tale industria vi si è spostata e si è sviluppata al punto da produrre anche film in hindi facendo concorrenza all'industria cinematografica di Mumbai.

Il Charminar

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La città è servita dal Aeroporto Internazionale di Hyderabad.

Università[modifica | modifica wikitesto]

La città è uno dei più importanti centri culturali dell'India meridionale, ospitando diversi università e numerosi istituti di ricerca. L'Università di Osmania fu fondata nel 1917 dal nizam di Hyderabad Nawab Mir Osman Ali Khan e fu la prima università dello Stato di Hyderabad. Nel 1974 è stata istituita l'Università di Hyderabad.

Le università presenti a Hyderabad sono:

  • Hyderabad University
  • Maulana Azad National Urdu University
  • Osmania University
  • Central Institute of English and Foreign Languages (CIEFL)
  • International Institute of Information Technology
  • Acharya N G Ranga Agricultural University
  • Dr B R Ambedkar Open University
  • Jawaharlal Nehru Technological University
  • NALSAR University of Law
  • Potti Sreeramulu Telugu University
  • Indian School of Business
  • The Birla Institute of Technology and Science (BITS)

Un'importante casa editrice di testi classici arabo-islamici è la Dār al-ma‘ārif al-‘uthmāniyya, già Dār al-ma‘ārif al-niẓāmiyya.

Città gemellate[modifica | modifica wikitesto]

Hyderabad è gemellata con cinque città:

Persone legate a Hyderabad[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) India Post, Pincode search - Hyderabad. URL consultato il 28 luglio 2008.
  2. ^ (EN) Bharat Sanchar Nigam Ltd, STD Codes for cities in Andhra Pradesh. URL consultato il 28 luglio 2008.
  3. ^ (EN) Census of India, Alphabetical list of towns and their population - Andhra Pradesh (PDF). URL consultato il 21 maggio 2008.
  4. ^ (EN) Falling Rain Genomics, Inc, Hyderabad, India Page. URL consultato l'11 luglio 2008.
  5. ^ (EN) Census of India 2001, Population, population in the age group 0-6 and literates by sex - Cities/Towns (in alphabetic order): 2001. URL consultato il 20 giugno 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di India