Ahmedabad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Ahmedabad (disambigua).
Ahmedabad
Corporazione Municipale (Municipal Corporation)
Ahmedabad – Veduta
Dati amministrativi
Stato India India
Stato federato Seal of Gujarat.svg Gujarat
Divisione Non presente
Distretto Ahmedabad
Sindaco Kanaji Thakor
Territorio
Coordinate 23°01′59.88″N 72°37′00.12″E / 23.0333°N 72.6167°E23.0333; 72.6167 (Ahmedabad)Coordinate: 23°01′59.88″N 72°37′00.12″E / 23.0333°N 72.6167°E23.0333; 72.6167 (Ahmedabad)
Altitudine 65[1] m s.l.m.
Superficie 1 300 km²
Abitanti 3 515 361 (2001)
Densità 2 704,12 ab./km²
Altre informazioni
Lingue gujarati, inglese
Cod. postale 380001[2]
Prefisso 79[3]
Fuso orario UTC+5:30
Targa GJ-1
Localizzazione
Mappa di localizzazione: India
Ahmedabad
Sito istituzionale

Ahmedabad (o Ahmadabad; talvolta chiamata con il vecchio nome di Karnavati, oppure Amdavad in una forma colloquiale della lingua gujarati) è una suddivisione dell'India, classificata come municipal corporation, di 3.515.361 abitanti, capoluogo del distretto di Ahmedabad, nello stato federato del Gujarat. In base al numero di abitanti la città rientra nella classe I (da 100.000 persone in su)[4] ed è la città più grande dello stato.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

La città è situata a 23° 1' 60 N e 72° 37' 0 E e ha un'altitudine di 65 m s.l.m.[1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

La città è stata fondata nel XV secolo dal sultano Ahmed Shah, sul fiume Sabarmati, come capitale del sultanato di Gujarat. Secondo la leggenda, durante una battuta di caccia, il sultano vide un branco di conigli che affrontarono i suoi cani, pur di salvare le loro tane ed i loro piccoli. Ahmed Shah interpretò questo episodio come di buon auspicio e decise di costruirvi la sua nuova capitale, dandole il suo nome: Ahmedabad appunto.

Dal 1960 al 1970 è stata la capitale del Gujarat, finché non fu scelta Gandhinagar come nuova capitale.

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Al censimento del 2001 la popolazione di Ahmedabad assommava a 3.515.361 persone, delle quali 1.863.886 maschi e 1.651.475 femmine. I bambini di età inferiore o uguale ai sei anni assommavano a 408.814, dei quali 228.125 maschi e 180.689 femmine. Infine, coloro che erano in grado di saper almeno leggere e scrivere erano 2.579.417, dei quali 1.460.175 maschi e 1.119.242 femmine.[5]

Luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Jami Masjid[modifica | modifica sorgente]

Jami Masjid

La moschea fu fatta costruire dal sultano Ahmed Shah per la preghiera del venerdì; furono riutilizzati numerosi materiali di reimpiego ricavati da templi indù e jian.

La moschea ha ben 15 cupole, sostenute da ben 260 colonne con incisioni molto elaborate. La luce filtra all'interno tramite numerosi graticci.

New Ahmedabad[modifica | modifica sorgente]

Verso ovest, oltre il fiume Sabarmati, sorgono i nuovi quartieri di New Ahmedabad, dove si possono trovare notevoli esempi di edifici progettati e realizzati da Le Corbusier e da Louis Kahn. Da ricordare soprattutto il Sanskar Kendra di Le Corbusier, ora museo che ospita una rara collezione di miniature.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Il centro storico di Ahmedabad è oggigiorno un attivo distretto economico. La vecchia città ha strade strette e affollate durante le ore del commercio mentre la nuova città ha ampie strade. Oltre ad essere un importante centro commerciale, Ahmedabad è anche un importante centro industriale principalmente nel settore chimico e tessile. Ahmedabad è stata spesso chiamata la Manchester dell'est per l'importanza che l'industria tessile ha nell'economia locale.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

La città è servita dall'Aeroporto di Sardar Vallabhbhai Patel.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Falling Rain Genomics, Inc, Ahmadabad, India Page. URL consultato l'11 luglio 2008.
  2. ^ (EN) India Post, Pincode search - Ahmedabad. URL consultato il 28 luglio 2008.
  3. ^ (EN) Bharat Sanchar Nigam Ltd, STD Codes for cities in Gujarat. URL consultato il 28 luglio 2008.
  4. ^ (EN) Census of India, Alphabetical list of towns and their population - Gujarat (PDF). URL consultato il 21 maggio 2008.
  5. ^ (EN) Census of India 2001, Population, population in the age group 0-6 and literates by sex - Cities/Towns (in alphabetic order): 2001. URL consultato il 20 giugno 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di India