Forte rosso di Agra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Forte rosso di Agra
(EN) Agra Fort
AgraFort.jpg
Tipo culturale
Criterio (iii)
Pericolo Nessuna indicazione
Riconosciuto dal 1983
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Il Forte di Agra è un patrimonio mondiale dell'umanità dell'UNESCO situato ad Agra, in India. Il forte è conosciuto anche come Lal Qila, Fort Rouge e Forte rosso di Agra. Si trova a circa 2,5 km a nord-ovest dall'altro famosissimo monumento della città, il Taj Mahal.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La fortezza deve il suo nome al materiale utilizzato per la costruzione: l'arenaria rossa, menzionata per la prima volta nel 1080 e il primo sultano che si trasferì da Delhi alla volta della fortezza fu Sikandar Lodi (1487-1517). In seguito Akbar il Grande (1542-1605) voleva rendere Agra la capitale dell'impero moghul ma arrivò nella fortezza solo poco prima della sua morte.

Shah Jahan, il cui regnò durò dal 1628 al 1658 effettuò molti lavori all'interno erigendo palazzi e moschee di marmo bianco intarsiato con pietre preziose.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]