Ko Chosŏn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Questa voce è parte della serie
Korea unified vertical.svgStoria della Corea

Preistoria

Periodo Jeulmun
Periodo Mumun

Gojoseon ?-108 a.C.

Stato di Jin

Proto-Tre Regni: 108-57 a.C.

Buyeo, Okjeo, Dongye
Samhan: Ma, Byeon, Jin

Tre Regni: 57 a.C. - 668 d.C.

Goguryeo 37 a.C. - 668 d.C.
Baekje 18 a.C. - 660 d.C.
Silla 57 a.C. - 935 d.C.
Gaya 42-562

Stati del Nord e del Sud: 698-935

Unificazione Silla 668-935
Balhae 698-926

Tre Regni Posteriori 892-935

Goguryeo Posteriore, Baekje Posteriore, Silla

Goryeo 918-1392
Joseon 1392-1897
Impero coreano 1897–1910
Dominio giapponese 1910–1945

Governo provvisorio 1919-1948

Divisione della Corea 1945–1948
Corea del Nord, Corea del Sud 1948–oggi

Insurrezione di Jeju 1948-1949
Guerra di Corea 1950–1953

Ko Chosŏn o Antico Chosŏn (in Hangŭl 고조선; in Coreano Gojoseon; in Hanja 古朝鮮), letteralmente "paese del fresco mattino", è la denominazione utilizzata nell'antichità dello stato che si formò tradizionalmente verso il XI secolo a.C. nella regione nord-occidentale dell'attuale Corea, ricca di vegetazione e di conifere. Le prime nozioni su di esso sono scritte negli annali cinesi; ci si riferisce agli abitanti della penisola con il nome di Liaotung e a quelli della Corea settentrionale come Dong-yi (“barbari orientali”). Discendenti delle popolazioni originarie della Siberia, essi si insediarono nella penisola coreana dando vita alla prima forma di stato, anche se ancora di impronta tribale.

Teorie sullo stato di Ko Chosŏn ed influenza cinese[modifica | modifica wikitesto]

È innanzitutto importante ricordare come sia impossibile dare una fisionomia ed una cronologia certa a quello che viene tradizionalmente indicato come "Antico Chosŏn", per distinguerlo dalla successiva dinastia Joseon. Le fonti sono infatti incongruenti tra loro o, peggio, addirittura non sono costituite altro che da leggende.

Da notare in proposito è che il fondatore dello stato di Ko Chosŏn, Tan'gun, altri non è che il mitico progenitore della stirpe coreana, il quale sarebbe vissuto, secondo il mito di fondazione, intorno al 2333 a.C. Tan'gun ed i suoi successori avrebbero inaugurato quindi la prima era del Ko chosŏn, in un territorio per altro non esplicitamente menzionato, ma che generalmente viene fatto coincidere approssimativamente con la Corea del Nord. Chi asserisce la coincidenza tra Tan'gun e la nascita dello stato dell'Antico Chosŏn, si basa però per lo più su un mito, del quale nessun ritrovamento archeologico o fonte sicura conferma l'effettiva realtà.

Le fonti incominciano ad essere più dettagliate, seppure non esenti da dubbi, nell'indicare a capo di un fantomatico stato di "Chosŏn", un saggio cinese, tale Kija o Gija (cin. Jizi), che avrebbe ricevuto in dono dal re della dinastia cinese degli Zhou (1122 - 256 a.C.) un territorio denominato dalle fonti Chaoxian (Chosŏn in coreano), nel quale Kija avrebbe regnato indipendentemente dalla Cina; lo Shiji di Sima Qian afferma al riguardo: "[...] 于是武王乃封箕子于朝鮮而王不臣也 [...]" (Il re Wu dunque, assegnò a Jizi un feudo presso Chosŏn ma non fu vassallo del re). Non siamo però certi di questo spostamento ad est di Kija. I Lunyu di Confucio riportano infatti Jizi solamente come un saggio ingiustamente imprigionato sotto l'ultimo monarca della dinastia cinese degli Shang/Yi, ma non fanno alcun riferimento a Chosŏn. Lo Hanshu, invece, nella sezione geografica dello Dilizhi, riporta la venuta nel territorio di Chosŏn da parte di Jizi che insegnò alla popolazione locale gli 8 regolamenti, l'allevamento dei bachi da seta e l'etichetta, ovvero il li. Alcuni dubbi al riguardo non vengono però fugati dalle fonti: quale estensione avrebbe avuto tale stato di Chosŏn? E se il "Chaoxian" di Jizi non fosse quel territorio indicato come "Ko Chosŏn"? Esisteva già uno stato di Chosŏn prima dell'arrivo di Kija oppure è sua la responsabilità di aver raggruppato la popolazione "barbara" in uno stato unitario?

Kija però non fu però l'ultimo anello di quella catena che legava il territorio cinese con lo stato di Antico Chosŏn. Il legame tra quest'ultimo e il vicino stato di Yan era sancito da scambi commerciali e non mancarono anche scontri sul fronte militare. Al riguardo sono stati rinvenuti nella zona dell'attuale Pyongyang alabarde risalenti al 222 a.C. e monete utilizzate nello stato di Yan, sulla cui superficie sono incisi degli ideogrammi cinesi; una traccia innegabile di questo contatto, dunque.

L'ultimo periodo che tradizionalmente chiude l'era di Ko Chosŏn, è quello segnato dalla venuta di Wiman nella penisola coreana. Siamo nel 190 a.C. e la storiografia darà a questo stato il nome di "Wiman Chosŏn" (per differenziarlo dalle epoche precedenti, rispettivamente ricordate come "Tan'gun Choson" e "Kija Choson"). Secondo quanto ci riporta il Sanguo zhi, tale Wiman, uomo d'armi presumibilmente di origine cinese, trovò rifugio presso la tribù dei barbari Xiongnu, dopo la sua fuga dal regno di Yan, che intanto fronteggiava i tumulti causati dalle sollevazioni di Chen Sheng e Xiang Yu.

Mossosi verso la penisola coreana con al seguito un manipolo di barbari Xiongnu, dovette a questo punto confrontarsi con i sospetti dell'ultimo re della stirpe di Kija, tale Chun (o Zhun), il quale vedeva Wiman ed il suo esercito come una potenziale minaccia per lo stato di Ko Chosŏn. Wiman, però, lo rassicurò affermando che la sua unica volontà era quella di creare uno stato cuscinetto tra il regno di Yan e l'Antico Chosŏn, dove avrebbero potuto trovare rifugio quei Cinesi desiderosi di allontanarsi dalla situazione di caos in cui versava l'Impero. Con questo pretesto ed il nullaosta di Chun, Wiman si avvicinò a Chosŏn Antico per poi attaccarlo e conquistarlo nel 190 a.C.

Il regno di Wiman durò solo poco meno di un secolo e suo nipote, Ŭgo, fu costretto ad piegarsi davanti alla forza militare dispiegata dagli Han (202 a.C. -220 d.C.), i quali avevano visto nel regno di Chosŏn il potente braccio destro dell'impero barbaro degli Xiongnu, nemico storico dei Cinesi.

Con la fine del regno di Wiman Choson e la formazione delle Quattro Comanderie Han (108 a.C.-313 d.C.), termina anche il periodo Ko Chosŏn.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la tradizione locale lo stato invece fu fondato dall'eroe Tan'gun nel 2333 a.C., un periodo ancora più remoto rispetto ai giorni nostri. Inoltre pare che la capitale dello stato di Chosŏn fosse situata sulla vasta area dove adesso sorge la città di Seul, il maggior centro culturale della Corea del Sud e capitale di quest'ultima.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]