Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Latinizzazione riveduta della lingua coreana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Latinizzazione riveduta della lingua coreana
Nome coreano
Hangul 국어의 로마자 표기법
Hanja 國語의 로마字 表記法
Latinizzazione riveduta gugeoui romaja pyogibeop
McCune-Reischauer kugŏŭi romaja p'yogipŏp

La latinizzazione riveduta della lingua coreana è il sistema di traslitterazione ufficiale della Corea del Sud, pubblicato dalle autorità coreane nell'anno 2000 come sostituto del precedente sistema ufficiale basato sulla latinizzazione McCune-Reischauer. Il nuovo sistema è simile a quello usato prima del 1984, salvo che il precedente non rappresentava fedelmente la variazione della pronuncia di alcune consonanti secondo la loro posizione all'interno della parola.

La latinizzazione riveduta usa esclusivamente simboli alfabetici senza accenti o tildi, a eccezione del trattino, il cui uso è di solito opzionale e poco frequente. È stata sviluppata dall'Accademia Nazionale della Lingua Coreana nel 1995 e pubblicata il 7 luglio 2000 dal Ministero della Cultura e del Turismo della Corea. Tra le ragioni addotte per l'adozione del nuovo sistema senza segni diacritici si trovano le seguenti:[1]

  • Utilizzando unicamente lettere e simboli latini, è più pratico il suo uso tramite i computer, mentre l'uso di apostrofi, accenti e accenti brevi del sistema McCune-Reischauer può risultare problematico o scomodo in ambito informatico.
  • Fornisce una latinizzazione coerente da parte di parlanti nativi coreani, poiché riflette meglio alcune caratteristiche importanti della lingua.
  • Evita le confusioni derivanti dalla tendenza a omettere gli apostrofi e i segni diacritici.
  • Rende possibile la registrazione di nomi di dominio di internet in coreano, nei quali possono essere utilizzati solo caratteri ASCII di tipo semplice.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Alcune caratteristiche notevoli della latinizzazione riveduta sono:

  • Le sillabe hangul 어 e 으 sono digrammi formati da due vocali: eo ed eu rispettivamente, invece di ŏ e ŭ come nel sistema McCune-Reischauer.
  • ㅝ si latinizza come wo e ㅢ come ui.
  • A differenza del sistema McCune-Reischauer, le consonanti aspirate (ㅋ, ㅌ, ㅍ, ㅊ) non si segnano con apostrofi, bensì si latinizzano come k, t, p e ch rispettivamente. Le consonanti non aspirate corrispondenti (ㄱ, ㄷ, ㅂ, ㅈ) si latinizzano con lettere che in inglese sono consonanti sonore: g, d, b e j.
  • ㅅ si latinizza sempre come s se precede una vocale o una semivocale, mai come sh eccetto quando si sta traslitterando.
  • ㄹ equivale a r quando precede una vocale o semivocale, e a l nel resto dei casi: 리을 → rieul, 철원 → Cheorwon, 울릉도 → Ulleungdo, 발해 → Balhae. Come nel sistema McCune-Reischauer, ㄴ si latinizza come l quando è pronunciata come una consonante laterale invece di una consonante nasale: 전라북도 → Jeollabuk-do

Altre regole e raccomandazioni sono le seguenti:

  • Il trattino si può impiegare nei casi in cui la latinizzazione di una sillaba possa risultare ambigua e confondersi con un'altra: 장음 → jang-eum in contrapposizione a 잔금 → jan-geum. Tuttavia, poche pubblicazioni ufficiali lo utilizzano.
  • Si deve, però, utilizzare il trattino nelle traslitterazioni per segnalare l'esistenza del carattere ㅇ al principio di una sillaba (esprime assenza di suono davanti a una vocale), eccetto se questo appare al principio della parola: 없었습니다 → eobs-eoss-seubnida, 외국어 → oegug-eo, 애오개 → Ae-ogae.
  • Seguendo la consuetudine, è consentito separare le sillabe dei nomi propri coreani con un trattino: 강홍립 → Gang Hongrip o Gang Hong-rip, 한복남 → Han Boknam o Han Bok-nam
  • Le sillabe che si riferiscono a unità amministrative territoriali coreane, come per esempio do (unità equivalente a una provincia) si devono separare con il trattino: 강원도 → Gangwon-do. Allo stesso modo, a volte si possono omettere alcune di queste sillabe (come 시, 군 o 읍): 평창군 → Pyeongchang-gun o Pyeongchang, 평창읍 → Pyeongchang-eup o Pyeongchang.
  • Tuttavia, nomi geografici o di strutture artificiali non vogliono il trattino: 설악산 → Seoraksan, 해인사 → Haeinsa.
  • I nomi propri vogliono l'iniziale maiuscola.

Regole di trascrizione[modifica | modifica wikitesto]

Vocali[modifica | modifica wikitesto]

a ae ya yae eo e yeo ye o wa wae oe yo u wo we wi yu eu ui i

Consonanti[modifica | modifica wikitesto]

Hangul
Latinizzazione Inizio sillaba g kk n d tt r m b pp s ss - j jj ch k t p h
Fine sillaba k k n t - l m p - t t ng t - t k t p t

La latinizzazione riveduta trascrive certi cambiamenti fonetici che avvengono con alcune combinazioni di una consonante in finale di sillaba con quella iniziale della sillaba seguente, che però non sono da applicare nei nomi propri: 정석민 → Jeong Seokmin o Jeong Seok-min, 최빛나 → Choe Bitna o Choe Bit-na. I cambiamenti significativi sono evidenziati:

Iniziale seguente →
Finale precedente ↓ g n d r m b s j ch k t p h
k g kg ngn kd ngn ngm kb ks kj kch k-k kt kp kh, k
n n n-g nn nd ll, nn nm nb ns nj nch nk nt np nh
t d, j tg nn td nn nm tb ts tj tch tk t-t tp th, t, ch
l r lg ll, nn ld ll lm lb ls lj lch lk lt lp lh
m m mg mn md mn mm mb ms mj mch mk mt mp mh
p b pg mn pd mn mm pb ps pj pch pk pt p-p ph, p
t s tg nn td nn nm tb ts tj tch tk t-t tp th, s
ng ng- ngg ngn ngd ngn ngm ngb ngs ngj ngch ngk ngt ngp ngh
t j tg nn td nn nm tb ts tj tch tk t-t tp th, t, ch
t ch tg nn td nn nm tb ts tj tch tk t-t tp th, t, ch
t t, ch tg nn td nn nm tb ts tj tch tk t-t tp th, t, ch
t h k nn t nn nm p hs ch tch tk tt tp t

Uso[modifica | modifica wikitesto]

La latinizzazione riveduta non sarà probabilmente imposta ufficialmente per la latinizzazione dei cognomi coreani. Ad esempio, il cognome assai diffuso 이, spesso trascritto Lee (ma talvolta anche Rhee, Yi, Ri, Li, Rhie e Lie) dovrebbe scriversi I sia nel nuovo sistema, sia secondo il McCune-Reischauer, il che sarebbe difficile da imporre. Il governo incoraggia l'impiego della latinizzazione riveduta per i nomi e i marchi commerciali, ma senza imporla. Tutti i manuali di insegnamento del coreano hanno dovuto applicarla a partire dal 28 febbraio 2002. Tra i quotidiani pubblicati in lingua inglese in Corea del Sud, l'ha adottata il Korea Herald, ma non il Korea Times.

La Corea del Nord continua a utilizzare una versione del sistema McCune-Reischauer, che fu il metodo di trascrizione ufficiale in Corea del Sud dal 1984 al 2002. Attualmente, molti specialisti di coreano, in Corea come fuori, utilizzano ancora il sistema McCune-Reischauer, sebbene certi adoperino anche un sistema sviluppato presso l'Università di Yale (la cosiddetta latinizzazione Yale).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ministry of Culture & Tourism: The Revised Romanization of Korean, luglio 2000. URL consultato il 23 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2007).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]