Balhae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Questa voce è parte della serie
Korea unified vertical.svgStoria della Corea

Preistoria

Periodo Jeulmun
Periodo Mumun

Gojoseon ?-108 a.C.

Stato di Jin

Proto-Tre Regni: 108-57 a.C.

Buyeo, Okjeo, Dongye
Samhan: Ma, Byeon, Jin

Tre Regni: 57 a.C. - 668 d.C.

Goguryeo 37 a.C. - 668 d.C.
Baekje 18 a.C. - 660 d.C.
Silla 57 a.C. - 935 d.C.
Gaya 42-562

Stati del Nord e del Sud: 698-935

Unificazione Silla 668-935
Balhae 698-926

Tre Regni Posteriori 892-935

Goguryeo Posteriore, Baekje Posteriore, Silla

Goryeo 918-1392
Joseon 1392-1897
Impero coreano 1897–1910
Dominio giapponese 1910–1945

Governo provvisorio 1919-1948

Divisione della Corea 1945–1948
Corea del Nord, Corea del Sud 1948–oggi

Insurrezione di Jeju 1948-1949
Guerra di Corea 1950–1953

Balhae

Balhae (698 - 926) (Bohai in cinese) fu un antico regno multietnico stabilito in Corea dopo la caduta di Goguryeo. Dopo che la capitale Goguryeo e i territori meridionali passarono in mano all'Unificazione Silla, Dae Jo-young, un ex generale Goguryeo, che era padre di Dae Jung-sang, istituì Jin (, Zhen in cinese), in seguito chiamato Balhae, formato dall'unione di diversi elementi Mohe e Goguryeo. Balhae fu lo stato successore di Goguryeo.[1]

Balhae occupava la parte meridionale della Manciuria, il Territorio di Primorje e la parte settentrionale della penisola coreana. Venne sconfitto dali Khitani nel 926, e gran parte del territorio settentrionale fu assorbito dalla dinastia Liao, mentre la parte sud venne acquisita dallo stato Goryeo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fondazione[modifica | modifica sorgente]

Stele proveniente da Balhae conservata al National Museum of Korea.

La prima testimonianza circoscritta di Balhae proviene da Libro di Tang, scritto tra il 941 e il 945. La Manciuria meridionale e la Corea settentrionale erano state in precedenza territorio di Goguryeo, uno dei Tre regni di Corea. Goguryeo cadde sotto l'attacco delle armate alleate di Silla e della Dinastia Tang nel 668. Quest'ultima annesse al suo territorio la Manciuria occidentale, mentre Silla unificò l'intero territorio della penisola coreana a sud del fiume Taedong diventando così il regno di Silla unificata. Nel "Nuovo libro di Tang", è scritto che il fondatore del regno di Balhae, Dae Joyeong (大祚榮) era stato in precedenza un generale dell'esercito Goguryeo.

Espansione e relazioni esterne[modifica | modifica sorgente]

Il secondo sovrano Mu, sentitosi minacciato dalla Dinastia Tang, Silla lungo il territorio del fiume Amur, attaccò il regno Tang con le sue navi nel 732 sconfiggendo ed uccidendo un prefetto Tang di base sulla penisola di Shandong.[2] Successivamente venne stretto un patto tra la Dinastia Tang e il regno di Balhae. Il re di Balhae inviò anche una ambasciata in Giappone nel 728 per cercare una alleanza contro Silla e minacciare quel regno da sud-est. Il Regno di Balhae tenne relazioni diplomatiche e commerciali con il Giappone fino alla fine. Durante questo periodo furono inviate da Balhae in Giappone 34 ambasciate, mentre il Giappone inviò a Balhae 13 ambasciate. [3] A causa della sua vicinanza con molti stati più potenti nella regione, il regno di Balhae divenne una sorta di stato-cuscinetto.

Il terzo sovrano Mun espanse il suo territorio a nord verso la valle di Amur e a ovest verso la penisola di Liaodong. Egli fece anche edificare la Fortezza di Holhan, la capitale nei pressi del lago Jingpo a meridione dell'attuale provincia di Heilongjiang, intorno al 755. Durante il suo regno venne anche istituita una rotta commerciale con il regno di Silla, chiamata Sillado.

A partire dall'VIII secolo, il regno di Balhae ottenne il controllo della Corea settentrionale, della Manciuria nord-occidentale, della penisola di Liaodong, e del territorio dell'attuale Primorsky Krai in Russia. Fu proprio a causa del crescere della sua potenza che il regno di Silla fece erigere una muraglia protettiva nel 721 e a istituire delle guarnigioni di difesa e controllo lungo la linea di confine tra i due stati.

La caduta e l'eredità culturale e politica[modifica | modifica sorgente]

Traditionalmente, gli storici hanno sempre spiegato la caduta del regno di Balhae con i conflitti etnici tra i sovrani coreani e i loro vassalli Malgal che indebolirono a tal punto la nazione da farla crollare.[senza fonte] Tuttavia studi recenti suggerirebbero che la caduta del regno di Balhae sia in gran parte dovuta alla catastrofica eruzione del Montagna Baitou nel X secolo, situata al centro del territorio di Balhae.

La montagna Baitou è ancora considerata una delle più grandi caldere vulcaniche del mondo. Le ceneri di questa eruzione possono essere ancora trovate in una vasta area in alcuni strati sedimentari del Giappone settentrionale. La massiccia esplosione vulcanica della Montagna Baitou diede vita a uno strato immane di cenere vulcanica che danneggiò pesantemente l'agricoltura del regno di Balhae con catastrofiche conseguenze dal punto di vista sociale. A ciò s'aggiunga che i rivali Khitani approfittarono di questo disastro naturale per ottenerne il maggior vantaggio possibile.

Fu così che probabilmente il regno di Balhae soccombette agli attacchi dei Khitani, una potenza emergente all'interno del territorio di Liaoxi (a est dell'attuale area di Pechino). Dopo aver invaso e distrutto Balhae nel 926, i Khitani istituirono lo stato fantoccio di Dongdan, a cui seguì quasi subito l'annessione da parte della Dinastia Liao nel 936. Alcuni vassalli dell'antico regno Balhae vennero esiliati a Liaoyang tuttavia la parte orientale del regno rimase politicamente indipendente. Una parte della popolazione, guidata dall'ultimo principe ereditario Dae Gwang-hyeon, fuggirono nel 934 verso sud a Goryeo, la nuova realtà politica autoproclamatasi erede del regno di Goguryeo. Molti fra gli appartenenti alla famiglia reale di Balhae stabilitisi a Goryeo, cambiarono il loro nome Tae (태, 太) mentre il principe ereditario Dae Gwang-hyeon cambiò il nome di famiglia in Wang (왕, 王), lo stesso appartenente alla dinastia reale del regno di Goryeo.

Il regno di Balhae fu l'ultimo nella storia coreana a mantenere il controllo sul territorio della Manciuria, sebbene le successive dinastie coreane avrebbero continuato a considerarsi come i successori legittimi di Goguryeo e Balhae. I Khitani stessi dovettero soccombere alla popolazione Jurchen, che fondarono la dinastia Jīn. La dinastia Jīn favorì la popolazione di Balhae oltre che i Khitani. Le proclamazioni della popolazione Jurchen enfatizzarono la discesa comune delle popolazioni di Balhae e Jurchen dalle sette tribù Wuji e proclamarono "Jurchen e Balhae provengono dalla stessa famiglia". Il quarto, quinto e settimo imperatore di Jīn furono cresciuti da consorti di Balhae. Il censimento del tredicesimo secolo nel Nord della Cina fatto dai Mongoli distinse la popolazione di Balhae dagli altri gruppi etnici come Goryeo, Khitan e Jurchen. Questo fatto suggerisce l'idea che la popolazione di Balhae hanno preservato la loro identità anche dopo la loro conquista.

Sovrani di Balhae 698-926[modifica | modifica sorgente]

# Nome Periodo di regno Era (年號) Nome postumo (諡號) (廟號)
Occidentale Hangul/Caratteri cinesi Occidentale Hangul/Caratteri cinesi Occidentale Hangul/Caratteri cinesi Occidentale Hangul/Caratteri cinesi
0 Dae Jung-sang
Qǐqǐ Zhòngxiàng
대중상
大仲象
668-699 Junggwang
Zhongguang
중광
重光
Yeol/Liè 열왕
烈王
Sejo
Shizu
세조
世祖
1 Dae Jo-yeong
Dà Zuòróng
대조영
大祚榮
699-718 Cheontong
Tiāntǒng
천통
天統
Go/Gāo 고왕
高王
Taejo
Taizu
태조
太祖
2 Dae Mu-ye
Dà Wǔyì
대무예
大武藝
718-737 Inan
Rěn'ān
인안
仁安
Mu/Wǔ 무왕
武王
Gwangjong
Guangzong
광종
光宗
3 Dae Heum-mu
Dà Qīnmào
대흠무
大欽茂
737-793 Daeheung
Dàxīng *
대흥
大興 *
Mun/Wén 문왕
文王
Sejong
Shizong
세종
世宗
4 Dae Won-ui
Dà Yuányì
대원의
大元義
793-794 None None None None None None
5 Dae Hwa-yeo
Dà Huáyú
대화여
大華與
794 Jungheung
Zhòngxīng
중흥
中興
Seong/Chéng 성왕
成王
Injong
Renzong
인종
仁宗
6 Dae Sung-rin
Dà Sōnglín
대숭린
大嵩璘
794-808 Jeongryeok
Zhènglì
정력
正曆
Gang/Kāng 강왕
康王
Mokjong
Muzong
목종
穆宗
7 Dae Won-yu
Dà Yuányú
대원유
大元瑜
808-812 Yeongdeok
Yǒngdé
영덕
永德
Jeong/Dìng 정왕
定王
Uijong
Yizong
의종
毅宗
8 Dae Eon-ui
Dà Yányì
대언의
大言義
812-817? Jujak
Zhūqiǎo
주작
朱雀
Hui/Xī 희왕
僖王
Gangjong
Kangzong
강종
康宗
9 Dae Myeong-chung
Dà Míngzhōng
대명충
大明忠
817?-818? Taesi
Tàishǐ
태시
太始
Gan/Jiǎn 간왕
簡王
Cheoljong
Zhezong
철종
哲宗
10 Dae In-su
Dà Rénxiù
대인수
大仁秀
818?-830 Geonheung
Jiànxīng
건흥
建興
Seon/Xuān 선왕
宣王
Seongjong
Shengzong
성종
聖宗
11 Dae Ijin
Dà Yízhèn
대이진
大彝震
830-857 Hamhwa
Xiánhé
함화
咸和
Hwa/He 화왕
和王
Jangjong
Zhuangzong
장종
莊宗
12 Dae Geonhwang
Dà Qiánhuǎng
대건황
大虔晃
857-871 Daejeong
Dàdìng
대정
大定
An 안왕
安王
Sunjong
Shùnzhong
순종
順宗
13 Dae Hyeon-seok
Dà Xuánxí
대현석
大玄錫
871-895 Cheonbok
Tianfú
천복
天福
Gyeong/Jǐng 경왕
景王
Myeongjong
Mingzong
명종
明宗
14 Dae Wihae
Dà Wěijiē
대위해
大瑋瑎
895-906 None None None None None None
15 Dae In-seon
Dà Yīnzhuàn
대인선
大諲譔
906-926 Cheongtae
Qīngtài
청태
淸泰
Ae/Āi 애왕
哀王
None None

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bohai: Encyclopedia - Bohai
  2. ^ Zizhi Tongjian, vol. 213.
  3. ^ 9 Balhae and Japan Northeast Asian History Foundation

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]